dal-2022-piu-informazioni-sulla-provenienza-del-legname
Un deposito di legname a Saint-Aubin-Sauges (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
42 min

Estate e voglia di viaggi, l’Ustra avverte: attenzione alle code

Dopo due anni di pandemia, la gente ritrova il piacere delle vacanze. Ma i problemi di compagnie aeree e aeroporti rischiano di intasare le strade
Svizzera
51 min

Swiss lascia a terra il Contratto collettivo di crisi

Da inizio 2023 la compagnia aerea controllata da Lufthansa abolirà gradualmente le misure d’emegenza prese in tempo di pandemia
Svizzera
1 ora

Si invaghisce via social di un medico dell’Onu. Ma è una truffa

Una 62enne argoviese è stata raggirata e frodata per diverse decine di migliaia di franchi. La polizia: ‘State in guardia: malfattori abili’
Svizzera
2 ore

Da oggi migliore localizzazione per le chiamate d’emergenza

Le informazioni, provenienti dai telefoni e dai pulsanti Sos delle auto, devono essere automaticamente inoltrate alla centrale d’allarme competente
Svizzera
2 ore

Aeroporto Zurigo, guasto ai check-in: operazioni a rilento

La causa è un malfunzionamento del sistema. I passeggeri vengono registrati manualmente.
Svizzera
2 ore

Retromarcia sui binari: le Ffs rinunciano ai treni bipiano

Problemi con la compensazione del rollio: quando i convogli saranno giunti a fine vita, saranno rimpiazzati da materiale rotabile standard
Svizzera
3 ore

Decolli e atterraggi stabili all’aeroporto di Zurigo

In giugno il traffico aereo al principale scalo svizzero ha ricalcato il volume del mese precedente, Ma ancora distante dall’era pre-pandemia
Svizzera
4 ore

Da domani nel piatto solo alimenti esteri. A livello statistico

L’agricoltura nazionale copre solo il 52% del fabbisogno della popolazione svizzera. E il 2 luglio cade il ‘Food Overshoot Day’
Svizzera
4 ore

Alcolici ai minorenni? Online è facile aggirare i controlli

La Croce Blu zurighese denuncia Coop e Denner: da test condotti dalla Fondazione Dipendenze Svizzera, oltre il 90% dei partecipanti ci è riuscito
Svizzera
4 ore

Cumulus contro Certo, è braccio di ferro tra Migros e Cembra

Chiusa la lunga collaborazione sul fronte delle carte di credito, è confronto aperto per contendersi i clienti
Svizzera
5 ore

‘Con la riforma Avs 21 le lavoratrici sono penalizzate’

In vista delle votazioni del 25 settembre, scende in campo i contrari, con in prima fila sindacati e Partito socialista
30.12.2021 - 20:02
Aggiornamento: 21:11
Ats, a cura de laRegione

Dal 2022 più informazioni sulla provenienza del legname

Le nuove disposizioni dovrebbero aiutare a combattere il cambiamento climatico rallentando la deforestazione e la perdita di biodiversità

Dal 1° gennaio il consumatore sarà informato sul tipo e l’origine del legno usato per esempio per un parquet, una stufa a pellet o un quaderno. Il legno tagliato illegalmente e i prodotti derivati saranno banditi dal mercato svizzero.

Alcuni consumatori stanno già rinunciando ai prodotti a base di legno la cui origine è dichiarata, ha affermato all’agenzia Keystone-Ats Laurianne Altwegg, responsabile ambiente, agricoltura ed energia presso la Federazione romanda dei consumatori. Se proviene dal Brasile, per esempio, può allertare alcune persone su un possibile coinvolgimento nella deforestazione.

Attualmente è difficile per chi acquista fare una scelta, dato il gran numero di prodotti e la mancanza di informazioni su molti di essi, ha aggiunto Altwegg, che accoglie con favore le nuove disposizioni. “Bisogna migliorare l’offerta sul mercato svizzero”.

La modifica di legge prevede che possano essere messi in commercio unicamente legno e prodotti da esso derivati raccolti e commercializzati legalmente. Il venditore deve rispettare un obbligo di diligenza.


Con le nuove norme tutto sarà più trasparente (Keystone)

La prova della valutazione del rischio deve contenere informazioni sulla specie e sul Paese di origine del legno. Al contempo, la revisione contiene misure volte a ridurre il rischio di mettere in commercio legno di provenienza illegale. Il cambiamento si applica anche al legname raccolto in Svizzera al momento della prima immissione sul mercato. L’Ufficio federale dell’ambiente (Ufam) controllerà le importazioni.

La modifica non cambia nulla per gli esportatori svizzeri, ma richiede più burocrazia per gli importatori, ha rilevato Daniel Ingold, direttore di Cedotec, l’ufficio romando di Lignum, l’organizzazione dell’industria svizzera delle foreste e del legno. Sono in corso discussioni tra l’Ufam e il settore per trovare il modo per evitare troppi ostacoli amministrativi, ha aggiunto.

Rivenditori e dettaglianti

Anche i rivenditori e i dettaglianti saranno interessati dal cambiamento di legge. Dovranno essere in grado di dimostrare da dove proviene il legno che comprano e a chi lo vendono. Ci dovrà inoltre essere tracciabilità per una vasta gamma di prodotti, che vanno dai materiali da costruzione ai mobili da cucina, dalle cornici alle botti di vino. Non saranno interessati dalla misura i mobili realizzati con legno usato o riciclato.

Le nuove disposizioni dovrebbero aiutare a combattere il cambiamento climatico rallentando la deforestazione e la perdita di biodiversità. Si tratta di un primo passo, ma non basta, secondo Johanna Michel, vice direttrice del Fondo Bruno Manser. La lotta contro la deforestazione e la sostenibilità non sono garantite concentrandosi solo sul legname illegale.

Il solo fatto che il legno è stato raccolto legalmente non significa che lo sia stato in modo sostenibile, ha aggiunto Michel, chiedendo alla Svizzera di vietare l’importazione di tutti i prodotti direttamente legati alla deforestazione, come proposto dall’Unione Europea (Ue) a novembre.

La revisione ha anche lo scopo di rimuovere le barriere al commercio tra la Svizzera e l’Ue, che ha già vietato la commercializzazione di legname illegale. Circa il 95% del legno svizzero viene esportato nell’Ue, per un valore di 1,5 miliardi di franchi all’anno.

Anche nell’altra direzione, la maggior parte del legname importato in Svizzera proviene dall’Ue, ciò che permette già un filtraggio, ha rilevato Ingold. La revisione è un primo passo verso il riconoscimento bilaterale tra la Svizzera e l’Ue, ha concluso.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
deforestazione legname legno provenienza riscaldamento climatico svizzera
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved