ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
34 min

Indonesiani contro Holcim, fallita la trattativa di risarcimento

Si tratta del secondo capitolo a livello giudiziario della vertenza, dopo che una conciliazione per stabilire un risarcimento è fallita lo scorso ottobre
Svizzera
3 ore

1° febbraio: è il giorno della prova sirene

Le sirene suoneranno in tutta la Svizzera. In Ticino alle 13.30, 13.35, 13.45 e 13.55 sarà diffuso un suono continuo e modulato, della durata di un minuto
Svizzera
5 ore

Esportare le procedure d’asilo è ‘un’idea balzana’

L’Udc vuole una Svizzera senza richiedenti e si ispira all’accordo tra Regno Unito e Ruanda. Il professor Achermann: vecchia idea, destinata a morire.
Svizzera
19 ore

Sulle etichette dei prodotti freschi anche il mezzo di trasporto

Lo chiede un’iniziativa parlamentare approvata dalla Commissione scienza, educazione e cultura degli Stati, in particolare per il trasporto via aereo
Svizzera
20 ore

Corona-Leaks, in esame la consegna dei dati a Marti

La consigliera federale Keller-Sutter chiede di verificare se il procuratore straordinario può legalmente accedere all’intera casella e-mail di Lauener
Svizzera
21 ore

Altra giornata di sciopero per i funzionari pubblici vodesi

È la terza nelle ultime sei settimane per rivendicare l’indicizzazione completa dei salari. Previsto un corteo fino alle porte del Gran Consiglio
Svizzera
21 ore

Stranieri di terza generazione, no a naturalizzazione agevolata

Prematura una revisione della procedura: la Commissione delle istituzioni politiche degli Stati raccomanda di respingere l’iniziativa parlamentare
Svizzera
21 ore

Gatto chiuso in una gabbia ritrovato morto nell’Aare

L’animale era stato recuperato da un pescatore a Wolfwil. Sulla vicenda sta indagando la Polizia cantonale solettese
Svizzera
21 ore

Catena della solidarietà, 154 milioni di ‘anelli’ nel 2022

L’anno appena concluso è stato il secondo in assoluto per la somma complessiva raccolta: solo nel 2004 le donazioni erano state superiori
Svizzera
21 ore

WhatsApp, Migros e Google sono i marchi più popolari in Svizzera

Il sondaggio in base all’indicatore Brand Indicator Switzerland è fondato su criteri come la rilevanza e l’emozionalità
Svizzera
22 ore

Brucia un appartamento a Gerlafingen, un morto

A trovare il corpo senza vita dell’uomo sono stati i pompieri, una volta spente le fiamme. Precauzionalmente evacuato l’edificio
16.12.2021 - 16:00
Aggiornamento: 19:24

Un milione al massimo di salario per i manager delle ex regie

Il Nazionale ribadisce la volontà di stabilire un tetto alle retribuzioni. Se i ‘senatori’ non entrano un’altra volta in materia, il progetto è liquidato

Ats, a cura de laRegione
un-milione-al-massimo-di-salario-per-i-manager-delle-ex-regie
Keystone
Urs Schaeppi (Swisscom) è il più pagato

Berna – Con un risultato assai netto – 151 voti a 39 – il Consiglio nazionale ha ribadito oggi che intende porre un tetto massimo (un milione) alle remunerazioni dei manager delle ex regie federali.

Il dossier ritorna quindi al Consiglio degli Stati che nel settembre scorso, per 19 voti a 12, non era entrato in materia sul progetto di legge frutto dell’iniziativa parlamentare del 2016 dell’ex consigliera nazionale Susanne Leutenegger Oberholzer (PS/BL). Oggi al Nazionale spettava solo decidere sull’entrata nel merito, necessaria dopo il “no” della camera dei Cantoni.

Il risultato agli Stati ha suscitato anche un rilievo critico di Gerhard Pfister (Centro/ZG), favorevole al progetto, secondo cui è giusto che la Camera dei cantoni riprenda in mano il dossier seriamente. Se una parte dei “senatori” fosse stata presente in aula, invece di “ciondolare in caffetteria”, forse l’esito del dibattito sarebbe stato diverso.

Evitare gli errori del passato

Per la maggioranza del plenum – tranne il PLR e qualche esponente del Centro – è necessario intervenire anche se dal 2016 qualcosa è cambiato. Sebbene gli importi di alcuni stipendi siano stati ridotti, non vi è la certezza che non si ripeteranno situazioni di aumenti salariali spropositati. In particolare, bisogna anche tenere conto del fatto che a pagare i salari sono i contribuenti che non sempre capiscono l’ammontare di certe retribuzioni.

Secondo la minoranza, non si dovrebbe invece fissare per legge un importo massimo, perché questo non rende giustizia all’estrema diversificazione del panorama aziendale, per non parlare della responsabilità inerente allo svolgimento di una funzione dirigenziale. Riflessione non condivise da diversi oratori, secondo cui le aziende parastatali sono di gran lunga protette dalla concorrenza. Quanto alla responsabilità, quest’ultima non è certo superiore a quella di un consigliere federale, cui le future remunerazioni dei manager di Stato dovrebbero orientarsi.

Maurer: ci sono argomenti più importanti

Nel suo intervento, il consigliere federale Ueli Maurer ha difeso la posizione della minoranza, sostenendo che il governo è già intervenuto per mitigare certe pretese. A suo parere, su questo dossier è stato sprecato fin troppo tempo, quando invece ci sono argomenti ben più importanti che andrebbero affrontati.

In prima lettura, lo scorso marzo, la modifica della Legge sul personale federale era stata approvata dal Consiglio nazionale con 139 voti a 44 e 4 astensioni. La revisione fissa a un milione di franchi la remunerazione annua massima che può essere versata ai quadri di grado più elevato o ai membri dei consigli d’amministrazione di sette grandi aziende della Confederazione, ossia FFS, RUAG, Skyguide, SUVA, SSR, La Posta e anche Swisscom, benché quest’ultima azienda sia quotata in Borsa.

Il Nazionale ha anche deciso di includere nella regolamentazione le altre imprese della Confederazione come Swissmedic o i Politecnici federali, andando così più lontano rispetto alle proposte della sua commissione preparatoria.

Consiglieri federali: un milione circa all’anno

Il termine “remunerazione” contempla, oltre allo stipendio e agli onorari, tutte le prestazioni valutabili in denaro (prestazioni accessorie, previdenza professionale, per esempio). Circa le altre aziende e stabilimenti della Confederazione, la definizione dell’importo dev’essere di competenza del Consiglio federale. A ciò si aggiunge anche il divieto di versare indennità di partenza previsto nel progetto.

Un consigliere federale percepisce circa 445mila franchi lordi all’anno, a cui si aggiunge una somma forfettaria di 30mila franchi. Aggiungendo la rendita di previdenza e altre prestazioni, si arriva a uno stipendio di circa un milione all’anno.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved