svizzera-la-violenza-domestica-c-e-ed-e-un-problema
archivio Ti-Press
Quasi la metà dei crimini è commesso all’interno della coppia
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
28 min

Conferenza clima, la Svizzera si batterà per decisioni concrete

La delegazione elvetica si adopererà per un programma di lavoro incisivo fino al 2030 conformemente al mandato conferitole oggi dal Consiglio federale.
Svizzera
6 ore

Donne in pensione a 65 anni, l’ennesimo tentativo

L’aumento dell’età di riferimento al centro della riforma ‘Avs 21’, in votazione il 25 settembre. Domande e risposte per capire cosa cambierebbe.
Svizzera
6 ore

La questione ‘woke’ tra realtà e strumentalizzazioni

Il termine americano è spuntato nei discorsi Udc dopo la censura di un concerto reggae. Ma le cose sono più complesse, ci spiega il sociologo Cattacin
Svizzera
12 ore

Il copresidente Ps Wermuth sarà ancora in corsa per il Nazionale

Il deputato argoviese ha ottenuto la deroga dalla sezione cantonale socialista per ricandidarsi dopo aver già compiuto tre mandati
Svizzera
16 ore

A Implenia e Frutiger il lotto principale del San Gottardo

L’Ufficio federale delle strade (Ustra) ha assegnato l’appalto relativo alla seconda galleria stradale al consorzio ‘Secondo tubo’
Svizzera
19 ore

Il coronavirus arretra in Svizzera: calano ricoverati e contagi

I 18’204 casi registrati nell’ultima settimana sono 3’613 in meno di quella precedente
Svizzera
20 ore

A luglio lieve crescita delle domande d’asilo

Rispetto al mese precedente ne sono state presentate 58 in più (+34%), e 412 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente
Svizzera
20 ore

La Posta azzererà il suo impatto climatico dieci anni prima

Il Gigante Giallo intende eliminare le fonti fossili per i suoi veicoli e il riscaldamento entro il 2030, ciò che era previsto per il 2040
Svizzera
21 ore

Assicurazione complementare, respinto il ricorso di una clinica

Il Tribunale amministrativo federale conferma la decisione della Finma: vanno pagate unicamente le prestazioni il cui prezzo è giustificato
Svizzera
22 ore

L’Uzbekistan riavrà da Berna i beni confiscati a Karimova

Firmato un accordo per la restituzione del patrimonio confiscato nell’ambito del procedimento penale nei confronti della figlia dell’ex presidente
Svizzera
22 ore

L’immobilismo politico non pesi sulle giovani generazioni

In vista delle votazioni del 25 settembre, i giovani borghesi scendono in campo a favore della riforma dell’Avs
Svizzera
23 ore

Css dovrà rimborsare 129 milioni di franchi agli assicurati

L’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) ha ordinato all’azienda di restituire i premi prelevati in eccesso per le complementari
10.12.2021 - 12:30
Aggiornamento: 21:17
Ats, a cura de laRegione

Svizzera, la violenza domestica c’è ed è un problema

A esserne vittime sono soprattutto le donne. Il governo intende sensibilizzare gli specialisti del sistema sanitario e togliere spazio all’uso delle armi

La violenza domestica, di cui sono vittime soprattutto le donne, è un problema in Svizzera. Lo indica un comunicato governativo odierno in cui si sottolinea di voler togliere ancora spazio all’uso criminale delle armi e sensibilizzare gli specialisti del sistema sanitario al fenomeno.

Stando al comunicato, basato su un rapporto redatto da un team esterno di ricercatrici in risposta a un postulato e approvato oggi dall’esecutivo, benché il numero complessivo degli omicidi sia basso in Svizzera, ben il 40% di tali crimini è commesso all’interno della coppia. Nel 90% dei casi le vittime sono donne. Per il rapporto, la quota di omicidi nelle relazioni di coppia registrata nella Confederazione è alta anche nel confronto internazionale.

Le cause

La causa principale è una separazione avvenuta o imminente o l’intenzione espressa di separarsi. Fattori di rischio elevato sono inoltre violenze domestiche pregresse, controllo ossessivo, gelosia e stalking. Altri fattori scatenanti sono il possesso d’armi, il consumo di alcol o droga e le difficoltà finanziarie.

Il 43% degli autori e delle autrici, spiega una nota governativa odierna, avevano già commesso atti di violenza domestica in precedenza ed erano noti alla polizia, un terzo erano pregiudicati.

Gli autori

Il 90% degli omicidi è stato perpetrato da uomini. Il 44% degli autori e delle autrici e il 37% delle vittime possedeva una cittadinanza straniera. Un quarto degli omicidi si è concluso con il suicidio dell’autore o dell’autrice (cosiddetti omicidi-suicidi).

Le cifre per la Svizzera mostrano che l’89% delle persone sospettate di omicidio nella sfera domestica – il 79% delle quali uomini – appartengono alla popolazione residente permanente e che l’11% non ha una residenza fissa nella Confederazione. La metà sono svizzeri e il 38% stranieri con residenza permanente in Svizzera. In relazione alla popolazione generale, la proporzione di stranieri è quindi molto più elevata di quella degli svizzeri, indica il rapporto.

Le contromisure in corso

Secondo il Governo, per combattere efficacemente gravi atti di violenza bisogna agire a più livelli. È necessario tra l’altro rafforzare la prevenzione e la rilevazione precoce, migliorare l’analisi dei rischi e il sostegno alle vittime di violenza domestica e togliere linfa alle concezioni della virilità che favoriscono la violenza.

Nel quadro dell’attuazione della Convenzione di Istanbul, il 30 aprile 2021 Confederazione, Cantoni e organizzazioni della società civile hanno adottato una roadmap per il rafforzamento della lotta alla violenza domestica e il miglioramento della protezione delle vittime. Da quest’anno, inoltre, la Confederazione ha a disposizione un credito annuo di tre milioni di franchi per il sostegno di progetti di prevenzione e lotta alla violenza sulle donne e alla violenza domestica.

Il prossimo futuro

Oltre alle misure già in corso o previste, l’esecutivo propone tra l’altro di togliere ulteriormente spazio all’uso criminale delle armi e di sensibilizzare gli specialisti e le specialiste del sistema sanitario sulla violenza domestica. Alcune di queste nuove misure sono accolte e concretizzate nel Piano d’azione nazionale per l’attuazione della Convenzione di Istanbul.

I numeri

Dalle statistiche criminali di polizia risulta che in Svizzera sono stati commessi nel complesso 479 omicidi tra il 2011 e il 2020. Delle persone uccise, 255 (53%) avevano un rapporto familiare o di partenariato con la persona imputata. Delle 147 persone uccise nel contesto di una relazione o dall’ex partner, 134 (91%) erano donne.

Nello stesso periodo, il mezzo più utilizzato per gli omicidi sono state le armi da fuoco (31%), seguite dalle armi affilate o appuntite (27%) e dalla violenza fisica (22%).

Col sostegno dell’Ufficio federale per l’uguaglianza fra donna e uomo, l’Ufficio federale di statistica sta svolgendo una rilevazione supplementare sulle circostanze, i moventi e le cause degli omicidi e dei tentati omicidi i cui risultati saranno presumibilmente pubblicati nel 2025.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
svizzera violenza domestica
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved