Yverdon-sport Fc
0
FC Stade Ls Ouchy
0
2. tempo
(0-0)
Aarau
0
Xamax
1
1. tempo
(0-1)
Langnau
3
Lugano
5
2. tempo
(1-3 : 2-2)
Ginevra
2
Zurigo
0
1. tempo
(2-0)
Friborgo
3
Bienne
2
2. tempo
(2-0 : 1-2)
Davos
3
Berna
2
2. tempo
(2-0 : 1-2)
Zugo
5
Ajoie
0
2. tempo
(2-0 : 3-0)
Visp
2
Turgovia
0
2. tempo
(0-0 : 2-0)
Olten
1
Zugo Academy
0
2. tempo
(1-0 : 0-0)
Kloten
2
La Chaux de Fonds
1
2. tempo
(2-0 : 0-1)
Ticino Rockets
1
Langenthal
3
2. tempo
(0-3 : 1-0)
Sierre
2
GCK Lions
1
1. tempo
(2-1)
covid-e-provvedimenti-ristoratori-soddisfatti-cultura-delusa
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
2 ore

Ginevra vieta di fumare anche all’aperto

Sigarette, pipe e simili saranno banditi dalle fermate dell’autobus, di cortili delle scuole e nei centri sportivi
Svizzera
5 ore

‘Quarantene e telelavoro, probabile stop la prossima settimana’

Lo ha dichiarato il consigliere federale Alain Berset durante una visita all’ospedale cantonale di Aarau. Nessuna modifica per ora al certificato Covid.
Svizzera
6 ore

Si andrà a votare contro ogni obbligo vaccinale in Svizzera

L’iniziativa popolare “Per la libertà e l’integrità fisica” è formalmente riuscita: raccolte 125’015 firme valide
Svizzera
6 ore

Processo Vincenz, la difesa chiede la piena assoluzione

Il difensore dell’ex Ceo di Raiffeisen Pierin Vincenz ha sostenuto stamani che tutte le accuse della procura sono infondate
Svizzera
7 ore

In Svizzera Omicron rappresenta quasi il 95% dei casi

Resta stabile la situazione ospedaliera, con i pazienti Covid che occupano poco meno di un quarto dei letti in cure intense. 14 decessi in 24 ore
Svizzera
15 ore

Aiuti ai media, sostegno sacrosanto o mela avvelenata?

Il 13 febbraio si vota su un pacchetto da 151 milioni per sette anni. I consiglieri nazionali Alex Farinelli (Plr) e Marco Romano (Centro) a confronto.
coronavirus
1 gior

Via la mascherina a scuola in alcuni cantoni romandi

Da lunedì prossimo non sarà più obbligatoria nelle elementari dei cantoni Vallese, Friburgo e Vaud
Svizzera
1 gior

Di nuovo fuori uso il registro donazione organi in Svizzera

Era tornato temporaneamente attivo dopo la scoperta di una falla nel sistema di sicurezza. Adesso è stato rimesso offline.
Svizzera
1 gior

Chiesti 6 anni di carcere da scontare per Vincenz e Stocker

Chiusa la requisitoria al quarto giorno del processo all’ex Ceo di Raiffeisen e al suo collega in affari. La Procura: si sono enormemente arricchiti
Svizzera
1 gior

Studio svizzero: Omicron non spingerà gli ospedali al limite

Uno studio, ancora senza verifica esterna, prospetta tre scenari: nel caso peggiore la situazione in cure intense non dovrebbe arrivare a essere critica
Svizzera
1 gior

Report settimanale: -11% di pazienti Covid in cure intense

Il numero di contagi è aumentato del 28,2%, con un livello di test record. Stabili i decessi
Svizzera
1 gior

Le casse malati avvertono: più costi porteranno a premi più cari

L’organizzazione degli assicuratori malattia Santésuisse mette in guardia in vista di un rialzo dei premi dovuti alla crescita delle spese
Svizzera
1 gior

Propaganda islamista, Illi e Blancho condannati in appello

I due membri del Consiglio centrale islamico svizzero erano accusati di aver pubblicato in Rete e promosso due video a sfondo jihadista
Svizzera
1 gior

In Svizzera record di casi ma gli ospedali tengono. 16 i decessi

Il numero di contagi giornalieri sfiora i 45’000 ma l’occupazione ospedaliera, soprattutto in cure intense, non subisce scossoni
03.12.2021 - 19:230
Aggiornamento : 20:01

Covid e provvedimenti: ristoratori soddisfatti, cultura delusa

Il mondo professionale felice per la non introduzione dell’obbligo di telelavoro. Dalla politica: Plr, Pvl e Centro soddisfatti, Verdi scontenti

Delle misure “ragionevoli”. GastroSuisse definisce così le decisioni del Consiglio federale per il settore alberghiero e della ristorazione. Tuttavia “la sopravvivenza di molte strutture è ancora in pericolo”, afferma l’organizzazione mantello. Per il suo presidente, Casimir Platzer, “la Confederazione deve sviluppare urgentemente nuove soluzioni d’indennizzo a livello nazionale”. GastroSuisse chiede che la procedura semplificata per l’ottenimento dell’indennità per lavoro ridotto venga estesa e auspica l’interruzione delle richieste di rimborso degli aiuti per i casi di rigore.

A essere soddisfatta è pure la Commissione svizzera bar e club (Csbc), che accoglie favorevolmente la possibilità di continuare a esercitare. Le difficoltà organizzative però ci sono: “Il 2G creerà una sfida logistica – comunica la Csbc –, soprattutto all’inizio, poiché le verifiche andranno fatte manualmente. Poco chiaro è anche come i clienti reagiranno alla nuova misura: soprattutto nelle zone periferiche potrebbe esserci un calo delle affluenze”.

Per la cultura: ‘Un segnale molto negativo’

A non essere favorevole all’opzione 2G è la Task Force Culture romande che parla di un “segnale molto negativo”. L’organizzazione teme che “come per altre misure questo sia un primo passo verso la generalizzazione del 2G”. Inoltre “per alcuni settori questo sembra un obbligo mascherato e lascia gli organizzatori davanti a una scelta impossibile, soprattutto per i locali che si rivolgono a un pubblico giovane”. La task force accoglie con favore le altre decisioni del Consiglio federale, come la revoca delle quarantene al ritorno dai viaggi. Insiste anche sul fatto che i test dovrebbero essere gratuiti, in vista soprattutto della loro validità ridotta.

Mondo professionale contento per la non introduzione dell’obbligo di telelavoro

Per il mondo del lavoro Travail.Suisse si dice soddisfatta per le misure “moderate”. “Il telelavoro è ambivalente per i lavoratori”, afferma l’associazione di categoria. “L’isolamento sociale, la mancanza di spazio e le lunghe ore di lavoro sono solo alcuni degli aspetti negativi”. C’è quindi bisogno di flessibilità secondo le possibilità e i bisogni dei dipendenti. Travail.Suisse ribadisce la sua opposizione all’uso del certificato Covid in ambito professionale: “I dati sulla salute, compreso lo stato di vaccinazione, non riguardano i datori di lavoro”. Inoltre “misure diverse per i vaccinati e i non vaccinati accentuerebbero anche la divisione della società e porterebbero all’esclusione di alcuni dipendenti. Questa divisione non dovrebbe essere incoraggiata, anche se la vaccinazione rimane centrale nella lotta contro la pandemia”. Soddisfatta che non sia stato imposto l’obbligo di telelavoro è pure l’Unione svizzera dell’artigianato (Usam), che però accusa il Consiglio federale di aver nuovamente preso una decisione “non basata sulle prove”. L’organizzazione rende attenti sul fatto che le cifre dell’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) non indicano un rischio significativo d’infezione sul posto di lavoro: “Questo dimostra che i dispositivi di protezione sono efficaci nelle aziende”.

Plr, Pvl e Centro contenti, Verdi critici

Plr, Pvl e Centro accolgono favorevolmente le misure annunciate dal Consiglio federale. Il presidente del partito dei Verdi, Balthasar Glättli, ha espresso invece il suo disappunto per il fatto che il governo abbia rinunciato al telelavoro obbligatorio e ai test nelle scuole.

L’estensione dell’uso del certificato è una “conseguenza logica” per il Centro, data l’attuale situazione epidemiologica. Ma è necessario rendere l’accesso a esso “il più semplice possibile” e quindi reintrodurre il test gratuito.

Per Balthasar Glättli, tuttavia, le misure non sono sufficienti. Le prospettive per le prossime settimane non sono delle migliori, dato che molte unità di terapia intensiva sono già piene e la Germania ha classificato la Svizzera come un Paese a rischio.

Il Ps apprezza il fatto che il governo stia prendendo decisioni rapide per evitare misure più dure in seguito, come la chiusura dei ristoranti o un nuovo semiconfinamento. Il partito continua a militare per una vaccinazione disponibile per tutti sul pianeta. Per raggiungere questo obiettivo, i brevetti sui vaccini dovrebbero essere temporaneamente sospesi.

L’Udc, invece, continua a chiedere il ritorno dei test gratuiti. Oltre a esami regolari e controlli sistematici alle frontiere, il partito chiede ulteriori letti di terapia intensiva e si oppone all’introduzione della cosiddetta strategia 2G, alla vaccinazione obbligatoria dei bambini e a un nuovo semiconfinamento.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved