Ajoie
3
Lugano
4
2. tempo
(1-2 : 2-2)
Zugo
0
Bienne
0
2. tempo
(0-0 : 0-0)
Ginevra
2
Losanna
2
2. tempo
(2-1 : 0-1)
Friborgo
1
Berna
1
2. tempo
(1-1 : 0-0)
Langnau
1
Lakers
1
2. tempo
(0-0 : 1-1)
Zurigo
3
Davos
0
2. tempo
(3-0 : 0-0)
Langenthal
1
Olten
5
2. tempo
(1-0 : 0-5)
Ticino Rockets
2
GCK Lions
4
2. tempo
(2-2 : 0-2)
Sierre
0
Zugo Academy
0
2. tempo
(0-0 : 0-0)
casse-malati-da-gennaio-le-prime-misure-per-contenere-i-costi
Ti-Press
03.12.2021 - 12:260
Aggiornamento : 13:37

Casse malati, da gennaio le prime misure per contenere i costi

La revisione della Legge federale sull’assicurazione malattie (LAMal) prevede un migliore controllo delle fatture da parte dei pazienti

Le prime misure di contenimento dei costi dell’assicurazione malattia obbligatoria - fatture, organizzazione tariffale per settore ambulatoriale e importo massimo delle multe - entreranno in vigore il prossimo 1° gennaio. Lo ha deciso oggi il Consiglio federale.

La revisione della Legge federale sull’assicurazione malattie (LAMal) approvata in giugno dal Parlamento prevede un migliore controllo delle fatture da parte dei pazienti. In futuro tutti i fornitori di prestazioni dovranno trasmettere spontaneamente agli assicurati una copia delle fatture spedite agli assicuratori. Se l’obbligo non è rispettato possono essere inflitte sanzioni.

La riforma prevede anche la creazione di un’organizzazione tariffaria nazionale per il settore ambulatoriale, che deve essere sviluppata dalle associazioni di fornitori di prestazioni e dagli assicuratori. Il Consiglio federale potrà intervenire se l’organizzazione non soddisfa i requisiti legali o se i partner non riescono a mettersi d’accordo.

Ulteriori misure di contenimento dei costi entreranno presumibilmente in vigore il 1° gennaio 2023 e riguardano la promozione di importi forfettari nel settore ambulatoriale, la comunicazione dei dati per le tariffe delle cure ambulatoriali e l’introduzione di progetti pilota volti a contenere l’evoluzione dei costi. Questi provvedimenti devono ancora essere concretizzati a livello di ordinanza.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved