29.11.2021 - 15:49
Aggiornamento: 17:33

Vaccinazione sotto i 30 anni, Ufsp raccomanda Pfizer

Adeguate le raccomandazioni in base ai dati provenienti da analisi internazionali sulle dichiarazioni di miocardite

Ats, a cura de laRegione
vaccinazione-sotto-i-30-anni-ufsp-raccomanda-pfizer
Keystone

L’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) e la Commissione federale per le vaccinazioni (CFV) raccomandano alle persone sotto i 30 anni di farsi vaccinare contro il coronavirus in via prioritaria con il vaccino di BioNTech/Pfizer (Cormirnaty). Lo riferisce il portale “20 Minuten”.

Sul suo sito internet, l’Ufsp scrive che la modifica è stata effettuata sulla base dei nuovi dati provenienti da analisi internazionali su dichiarazioni di miocardite. Il vaccino del fabbricante americano Moderna non dovrebbe quindi più essere somministrato agli under 30.

Il 10 novembre scorso, la commissione tedesca per le vaccinazioni aveva già emanato una raccomandazione in tal senso. Essa faceva riferimento ad analisi di dichiarazioni recenti secondo le quali infiammazioni del muscolo cardiaco e del pericardio sarebbero state più frequentemente osservate tra le persone sotto i 30 anni dopo la vaccinazione di Moderna (Spikevax) rispetto a quella di BioNTech/Pfizer (Comirnaty).

La raccomandazione tedesca concerneva sia l’immunizzazione di base che gli eventuali richiami. Stando a dichiarazioni recenti, in Germania una miocardite o una pericardite è stata riscontrata dopo una vaccinazione con il prodotto di Moderna in 6 casi su 100’000 dosi di vaccino somministrate a ragazzi tra i 12 e i 17 anni, e in 7,5 casi presso persone di età compresa tra i 18 e i 29 anni.

Dal canto suo, dopo un’iniezione del vaccino di BioNTech/Pfizer, una miocardite o una pericardite si è verificata soltanto in 3 casi su 100’000, sia presso i ragazzi tra i 12 e i 17 anni che fra i giovani tra i 18 e i 29.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved