Seattle Kraken
2
NAS Predators
4
fine
(1-1 : 1-2 : 0-1)
VAN Canucks
2
EDM Oilers
3
fine
(0-0 : 2-0 : 0-2 : 0-1)
irene-kalin-eletta-presidente-del-consiglio-nazionale
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
11 ore

Non sottovalutare la velocità della slitta, e il casco sempre

È la raccomandazione dell’Ufficio prevenzione infortuni per evitare fratture, ferite o lesioni più gravi
Svizzera
11 ore

Pierin Vincenz non si sente colpevole

L’ex Ceo di Raiffeisen prende la parola nel primo giorno del processo che lo vede imputato per diversi reati. Respinte le richieste di rinvio
Svizzera
14 ore

Una settimana fa 7’516 positivi in meno in Svizzera

Nelle ultime 24 ore, si sono registrati 36’658 nuovi casi di coronavirus, 12 decessi e 121 ricoverati in ospedale
Svizzera
16 ore

‘Allentamenti? Troppo presto, possibili 100’000 casi al giorno’

La task force Covid-19 mette in guardia dall’eccesso di ottimismo e dalla revoca troppo affrettata delle misure di protezione
Svizzera
16 ore

Una persona su due in Svizzera vive o conosce relazioni tossiche

Lo rivela un sondaggio rappresentativo di Parship.ch. Un terzo delle donne e un quarto degli uomini intervistati ha vissuto relazioni di questo tipo
Svizzera
20 ore

Le associazioni economiche reclamano la fine delle restrizioni

I rappresentanti di vari settori economici, dal fitness alla ristorazione, chiedono un ‘Freedom day’ che segni la fine delle misure anti-Covid
Svizzera
20 ore

Al via il processo all’ex Ceo di Raiffeisen Pierin Vincenz

L’ex numero 1 della banca accusato di truffa per mestiere, appropriazione indebita, falsità in documenti, amministrazione infedele e corruzione passiva
Svizzera
22 ore

La Svizzera perde posizioni nella lotta alla corruzione

La Confederazione passa dal terzo al settimo posto nell’ultima classifica di Transparency International sulla corruzione nel settore pubblico per il 2021
Svizzera
1 gior

Incidente mortale nel comprensorio di Zermatt

La vittima è un 46enne sciatore spagnolo. L’incidente si è verificato sul pendio a nord del Gornergrat, tra Hohtälli e Riffelberg
Svizzera
1 gior

In Svizzera in calo i letti Covid in cure intense

Nelle ultime 72 ore segnalati 35 nuovi decessi e 247 ulteriori pazienti Covid
Svizzera
1 gior

Sgombero collina Mormont, solo pene pecuniarie per gli attivisti

L’accusa chiedeva la detenzione, i giudici hanno deciso altrimenti: cadono i principali capi d’imputazione, gli ‘zadisti’ se la cavano a buon prezzo
29.11.2021 - 15:110
Aggiornamento : 17:49

Irène Kälin eletta presidente del Consiglio nazionale

La 34enne argoviese, esponente dei Verdi, ha ottenuto 151 voti su 166 schede valide

a cura de laRegione

Irène Kälin, 34anni, è la nuova presidente del Consiglio nazionale. L’ecologista argoviese è stata eletta oggi con 151 voti su 166 schede valide. Al Nazionale dal novembre 2017, è la quattordicesima argoviese a presiedere la Camera del popolo (la quindicesima donna), l’ultima è stata la socialista Pascale Bruderer nel 2010. Si tratta della seconda ecologista ad accedere alla funzione, la prima fu Maya Graf (BL) nel 2013.

È un profilo davvero originale quello di Irène Kälin. Islamologa, ecologista, progressista, è riuscita ad imporsi in un cantone decisamente borghese, prima di convincere i suoi colleghi sotto la cupola federale. Preoccupata dalla polarizzazione accentuasi con la pandemia, intende in primo luogo riunire le persone.

È fondamentale per me “conciliare realtà di vita e prospettive diverse”, afferma in una recente intervista all’agenzia Keystone-ATS. Nonostante la cultura tipicamente svizzera dell’integrazione di tutte le opinioni nei processi politici, non sempre riusciamo ad attuarla come dovremmo, osserva. In questo contesto, l’obiettivo è trovare soluzioni e compromessi che risolvano i problemi e avvicinando i cittadini.

“Speravo di poter diventare la presidente della normalizzazione", aggiunge, "ma quando guardo i paesi vicini e le nostre curve pandemiche, non sono così sicura che si veda già la luce alla fine del tunnel. La cosa mi preoccupa, così come il fossato politico che attraversa il nostro paese”.

Ascesa fulminea

Dopo gli studi universitari in islamologia, ha ottenuto un master in culture religiose. A livello politico politico, è impegnata nei settori dell’asilo e della socialità, dei diritti dei lavoratori, dell’assistenza all’infanzia e contro il nucleare. In un cantone tendenzialmente borghese, le sue posizioni si scontrano spesso con l’opinione dominante, ma la sua tenacia le permette di essere vista come una delle principali voci dell’"altra Argovia" anche a Berna.

Già in Gran Consiglio, nel suo cantone, ha difeso con coraggio le sue opinioni minoritarie, mettendosi in gioco senza complessi in dibattiti televisivi che l’hanno vista opporsi a esponenti UDC. “Ho semplicemente difeso le mie convinzioni senza mai perdere di vista la mia linea - verde, sociale e solidale”, spiega Kälin.

Eletta nel parlamento cantonale nel 2014, è ben presto diventata presidente del suo gruppo, fallendo tuttavia l’anno successivo l’ingresso al Consiglio nazionale e agli Stati. Sotto la cupola di Palazzo federale è arrivata nel 2017 come prima subentrante, dopo le dimissioni del verde argoviese Jonas Fricker, travolto dalle polemiche per aver paragonato il trasporto dei maiali diretti macello alla deportazione degli ebrei.

Rieletta facilmente nel 2019, in men che non si dica Kälin è ora presidente del Nazionale, a soli quattro anni dal suo arrivo a Berna. Lei però assicura di non aver mai puntato alla carriera politica: “Volevo solo impegnarmi affinché i nostri figli e nipoti avessero un futuro degno di essere vissuto, sul e con il nostro pianeta”.

Alla sessione con il figlio

Quello della conciliazione tra vita professionale e familiare è un principio che Kälin vive alla lettera, tanto che più volte si è presentata alle sessioni del Nazionale con il suo bimbo, nato nel 2018.

Nella vita privata, Kälin forma un’insolita coppia con il co-caporedattore della rivista Schweizer Illustrierte, Werner de Schepper, di circa venti anni più anziano. Teologo cattolico solettese, de Schepper ha in precedenza diretto il Blick. La coppia vive con il figlio a Oberflachs, nella campagna argoviese.

Nel 2009, un’altra politica argoviese aveva lasciato il segno a Berna, diventando la più giovane presidente del Consiglio nazionale a soli 32 anni. Si trattava della socialista Pascale Bruderer, che da allora ha lasciato il Parlamento federale dopo essere stata anche sui banchi del Consiglio degli Stati.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved