ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
3 ore

L’uomo è ancora visto come responsabile del reddito familiare

Secondo un sondaggio, uomini e donne concordano sul fatto che un padre dovrebbe lavorare a una percentuale maggiore rispetto a una madre
Svizzera
5 ore

In Svizzera un sisma come quello in Turchia sarebbe catastrofico

Le norme antisismiche elvetiche sono basate su terremoti di magnitudo massima inferiore alle scosse in Turchia: ma la probabilità è estremamente bassa
Svizzera
5 ore

Si addormenta al volante e provoca un incidente frontale

Fortunatamente illesi i due protagonisti del sinistro avvenuto a Villmergen, nel Canton Argovia. Al 67enne è stata ritirata la patente sul posto
Svizzera
6 ore

Grave incidente sugli sci per Philipp Kutter

Dopo l’infortunio, il consigliere nazionale zurighese del Centro (e sindaco di Wädenswil), è stato trasferito al centro specialistico di Nottwil
Svizzera
6 ore

Jelmoli si ristruttura, centinaia di dipendenti interessati

Nessun operatore interessato a gestire la struttura, e Swiss Prime Site, l’attuale proprietario, ne annuncia una profonda ristrutturazione
Svizzera
7 ore

Terremoto in Turchia, echi anche nel nostro Paese

Le prime onde sismiche sono state registrate anche dalla stazione di misurazione di Zurigo, circa 6 minuti dopo la scossa principale
Svizzera
7 ore

Berna accoglie l’appello lanciato dalle autorità turche

La Catena svizzera di salvataggio (composta da un’ottantina di persone) è pronta a partire alla volta delle zone colpite dal violento terremoto
Svizzera
8 ore

La migrazione degli anfibi minacciata dal cambiamento climatico

Non bastava il pericolo di essere investiti durante gli spostamenti verso il luogo di deposizione: il riscaldamento globale ne sconvolge la riproduzione
Svizzera
9 ore

Sostegno e aiuti dalla Svizzera alle vittime del terremoto

Mano tesa del nostro Paese verso Turchia e Siria. Lo indica il presidente della Confederazione Alain Berset con un ‘cinguettio’
Svizzera
10 ore

Dopo il passaporto, è la carta d’identità a rifarsi il look

Il nuovo documento sarà disponibile a partire dal 3 marzo. Quelli emessi prima avranno comunque validità fino alla loro scadenza
Svizzera
1 gior

‘La penuria di farmaci è un problema internazionale’

Secondo Yvonne Gilli, presidente della Federazione dei medici svizzeri, urge una ‘soluzione globale ai massimi livelli’
Svizzera
1 gior

Maggioranza favorevole a riesportazione armi in Ucraina

Secondo un sondaggio il 55% della popolazione ritiene che Paesi terzi dovrebbero essere in grado di fornire all’Ucraina armi di produzione elvetica
Svizzera
1 gior

Tamedia fa ammenda su accuse di mobbing e sessismo

Un’ex redattrice del settimanale ‘Das Magazin’ accusa l’ex responsabile della pubblicazione rimproverando al gruppo un atteggiamento attendista
Svizzera
1 gior

Il Vallese sui casinò si ritiene svantaggiato rispetto al Ticino

Il Consiglio federale intende accordare la concessione per una sola casa da gioco: protesta il consigliere di Stato Darbellay
26.11.2021 - 12:17
Aggiornamento: 16:06

Anche se più lentamente, gli insediamenti aumentano ancora

La crescita nell’ultimo decennio è di 181 km quadrati, ovvero un po’ più del doppio del Lago di Zurigo

Ats, a cura de laRegione
anche-se-piu-lentamente-gli-insediamenti-aumentano-ancora
Keystone
Là dove c’era l’erba...

Le superfici d’insediamento in Svizzera continuano ad aumentare, anche se in maniera meno marcata, a scapito dei terreni agricoli. La crescita nell’ultimo decennio è di 181 km2, ovvero un po’ più del doppio del Lago di Zurigo, stando ai dati pubblicati dall’Ufficio federale di statistica (Ust). Fra il 2009 e il 2018, in Svizzera, gli insediamenti sono cresciuti del 6% con un aumento di quasi otto campi da calcio al giorno. Il ritmo di crescita degli insediamenti è comunque calato un po’ rispetto al passato: a titolo di paragone nel periodo di osservazione tra il 1997 e il 2009, ogni giorno veniva edificato l’equivalente di nove terreni di football; tra il 1985 e il 1997 addirittura di dieci.

Aree residenziali

Dei diversi tipi di superfici d’insediamento, quella che ha registrato un aumento particolarmente marcato è l’area residenziale. Tra il 2009 e il 2018, la superficie occupata dagli edifici abitativi e dai terreni annessi è cresciuta dell’11%, quindi leggermente di più rispetto alla popolazione svizzera (+10%).

Tuttavia, dal punto di vista statistico anche nel caso dell’area residenziale si notano segnali di un’utilizzazione del suolo gradualmente più parsimoniosa. Negli ultimi decenni i tassi di crescita delle case unifamiliari e bifamiliari, tipi di edifici particolarmente avidi di superficie, sono calati, mentre si sono chiaramente incrementati per le case plurifamiliari. Inoltre, si osserva una riduzione dei terreni annessi agli edifici.

Tra il 2009 e il 2018, rispetto all’area residenziale, sono invece cresciute a un ritmo più lento l’area industriale e artigianale (+7%) e quella stradale (+3%). Quest’ultima è aumentata a un ritmo decisamente più lento rispetto al numero dei veicoli a motore (+16%).

Superfici agricole perdono 302 km2

Nel periodo in rassegna, nove decimi delle nuove superfici d’insediamento sono sorte su ex terreni agricoli. Tale espansione ha dato un contributo particolarmente incisivo alla riduzione dell’area agricola svizzera osservata dal 2009 (-2%, ovvero -302 km2). Questo dato corrisponde più o meno alla grandezza del canton Sciaffusa.

Le superfici agricole sono perlopiù composte da prati e pascoli, che secondo i dati più recenti rappresentano circa il 70% dei terreni e che per la metà sono costituiti da alpeggi utilizzati soltanto stagionalmente. I campi coprono il 27% di tutte le aree agricole, anche se nel Mittelland la relativa quota è molto superiore (57%), mentre nelle Alpi risulta inferiore. Il rimanente 3% delle superfici agricole è destinato a colture speciali come frutteti, vigneti e orti. Le serre occupano una superficie totale pari a 10 km2 (2009: 9 km2), il doppio rispetto al 1985.

In montagna, il bosco riguadagna terreno

L’espansione degli insediamenti non è l’unico motivo alla base della riduzione delle superfici agricole: ad alta quota, per ragioni economiche si è talvolta semplicemente rinunciato a utilizzare prati e pascoli, sui quali sono cresciuti dapprima cespugli e poi alberi. Tra il 2009 e il 2018, come già nei decenni precedenti, i boschi e boschetti hanno potuto continuare la propria espansione, più precisamente del 2% a livello svizzero (+206 km2). Questo aumento corrisponde praticamente alla superficie del Lago Maggiore.

A partire dai 1’000 metri sopra il livello del mare, il bosco ha aumentato la propria superficie in modo proporzionale all’altitudine. Nelle zone al di sopra dei 2’000 metri, la crescita ha addirittura raggiunto il 16%. A queste altitudini il bosco non solo ha riguadagnato superfici che aveva perso a favore dell’agricoltura, ma fa presagire anche un aumento graduale del limite naturale degli alberi a causa dei cambiamenti climatici.

Al di sotto dei 1’000 metri, i boschi sono invece rimasti complessivamente stabili dal 2009 a oggi. Le regioni più boschive sono il versante sud delle Alpi (Ticino e valli meridionali dei Grigioni) e l’Arco giurassiano.

I ghiacciai hanno perso un ulteriore 10 per cento

Infine, dai dati emerge come dal 2009 a oggi, i ghiacciai e i nevai delle Alpi svizzere abbiano perso un ulteriore 10% (-119 km2), fino a coprire nel 2018 una superficie rimanente di 1’030 km2, ovvero quasi due volte il Lago di Costanza. Come previsto, in percentuale i ghiacciai si sono ridotti maggiormente alle quote più basse e quindi più temperate, ma anche al di sopra dei 3’000 metri si è constatato un calo del 4%.

Nei punti in cui il ghiaccio si scioglie compaiono detriti e rocce, a volte anche laghetti. In un secondo tempo può darsi che faccia la sua comparsa anche della vegetazione, ma questo richiede molto tempo: sulle superfici lasciate libere dai ghiacciai a partire dal 1985, finora solo sporadicamente si è riscontrata una crescita di piante chiaramente visibile.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved