ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
8 ore

Soldato impiegato al Wef indagato per un reato sessuale

Un portavoce della giustizia militare ha confermato un’informazione della ‘Weltwoche’. Avviata un’inchiesta.
Svizzera
11 ore

Circa 900 scosse sismiche in Svizzera e dintorni nel 2022

La terra ha tremato un po’ meno rispetto agli ultimi anni. Gli eventi più significativi percepiti nella Confederazione, hanno avuto epicentro all’estero.
Svizzera
13 ore

USS annuncia un referendum contro la riforma del 2º pilastro

I sindacati interrompono contestualmente la raccolta firma per l’iniziativa ‘Utili della Banca nazionale per un’AVS forte’
Svizzera
13 ore

Ginevra, Uber può continuare a operare

L’azienda ha ottenuto misure superprovvisionali. Lo Stato di recente aveva vietato le sue attività.
Svizzera
14 ore

Maurizio Dattrino al comando della Divisione territoriale 3

Il brigadiere ticinese, attinente di Arbedo, sostituirà il divisionario Lucas Caduff che va in pensione
Svizzera
14 ore

Penuria di farmaci, al lavoro una task force

Su incarico del Consiglio federale, avrà il compito di valutare le misure a breve termine per far fronte a questo fenomeno ‘problematico’
Svizzera
15 ore

Indonesiani contro Holcim, fallita la trattativa di risarcimento

Si tratta del secondo capitolo a livello giudiziario della vertenza, dopo che una conciliazione per stabilire un risarcimento è fallita lo scorso ottobre
Svizzera
18 ore

1° febbraio: è il giorno della prova sirene

Le sirene suoneranno in tutta la Svizzera. In Ticino alle 13.30, 13.35, 13.45 e 13.55 sarà diffuso un suono continuo e modulato, della durata di un minuto
Svizzera
20 ore

Esportare le procedure d’asilo è ‘un’idea balzana’

L’Udc vuole una Svizzera senza richiedenti e si ispira all’accordo tra Regno Unito e Ruanda. Il professor Achermann: vecchia idea, destinata a morire.
Svizzera
1 gior

Sulle etichette dei prodotti freschi anche il mezzo di trasporto

Lo chiede un’iniziativa parlamentare approvata dalla Commissione scienza, educazione e cultura degli Stati, in particolare per il trasporto via aereo
Svizzera
1 gior

Corona-Leaks, in esame la consegna dei dati a Marti

La consigliera federale Keller-Sutter chiede di verificare se il procuratore straordinario può legalmente accedere all’intera casella e-mail di Lauener
23.11.2021 - 09:02
Aggiornamento: 17:23

I cantoni chiedono a Berna misure anti-Covid nazionali

Si chiede che il Consiglio federale emani regole a livello uniformi a livello nazionale per evitare un mosaico di restrizioni diverse fra i vari cantoni

i-cantoni-chiedono-a-berna-misure-anti-covid-nazionali
(Keystone)

La dichiarazione del Consigliere federale Alain Berset circa il fatto che al momento non servono nuove misure contro il Covid ha suscitato le reazioni critiche di diversi cantoni, che chiedono ora che il Consiglio federale riprenda in mano la situazione. Lo scrive oggi il Blick che riporta le dichiarazioni di Guido Graf, direttore della sanità a Lucerna, che sostiene che “è importante che il governo federale assuma finalmente il suo ruolo di guida, in modo da evitare un mosaico di misure cantonali", e si aspetta che l’esecutivo nazionale "autorizzi finalmente le vaccinazioni di richiamo molto rapidamente per tutte le persone”.

Sulla stessa linea di Graf il collega di Zugo Martin Pfister, che sulla base di una sostanziale uniformità della situazione epidemiologica nei vari cantoni, ritiene “opportuno che il nucleo delle misure si applichi uniformemente a livello nazionale” soprattutto nel caso in cui la situazione ospedaliera divenisse critica. Sulla stessa lunghezza d’onda anche l’esecutivo di Solette. Stesso discorso anche per Giura e Svitto, che chiedono un’armonizzazione delle misure a livello nazionale per evitare un mosaico di misure diverse nei vari cantoni. E nel Giura, le autorità sottolineano: “I cantoni si aspettano un’armonizzazione delle misure a livello nazionale affinché non varino da un cantone all’altro“. Il popolo di Svitto dichiara inoltre: "Per evitare un nuovo mosaico di misure nei diversi cantoni in caso di aggravamento della situazione, è indispensabile che le misure restrittive siano emanate dalla Confederazione in modo uniforme a livello nazionale.” Anche il presidente della conferenza dei direttori cantonali della sanità Lukas Engelberger si aspetta il varo di misure più restrittive: “Presumo che ci saranno presto ulteriori misure - inizialmente a livello cantonale”, ha dichiarato al "Tages-Anzeiger”.

Procede la vaccinazione di richiamo

Intanto a Basilea Città la prenotazione della vaccinazione di richiamo è stata estesa a tutti gli operatori sanitari, in vista di un possibile, atteso aumento dei pazienti Covid negli ospedali del cantone. Inoltre, alle persone oltre 75 anni l’invito alla vaccinazione di richiamo è stato inviato per lettera personale, agli over 65 per sms, mentre i residenti delle case anziani e delle case di cura stanno ricevendo la terza dose da squadre mobili.

Non è ancora stata emanata la raccomandazione definitiva del richiamo per i più giovani, annunciata per i prossimi giorni: in base agli orientamenti in arrivo da Berna, circa soprattutto la gradualità per fasce di età della somministrazione, i cantoni cercheranno di assicurarsi le capacità di vaccinazione necessarie. Come riporta il Blick, in Argovia 51’000 persone si sono prenotate per la dose di richiamo e 21’000 l’hanno già ricevuta, a Friborgo il bacino potenziale è di 49’000 anziani che potrebbero essere vaccinati con il richiamo in tre settimane, mentre a Basilea Campagna sono già stati prenotati 23’000 appuntamenti

Misure nelle scuole e in casa anziani

 

Altre misure in corso di introduzione nei vari cantoni. Nei Grigioni a partire da oggi e fino a Natale le mascherine saranno obbligatorie dalla terza elementare in poi in tutto l’edificio scolastico, da domani sarà lo stesso per gli alunni dalla quinta elementare in su a Basilea: a Nidvaldo la misura è in vigore da ieri per tutte le scuole del livello secondario I e per gli insegnanti, dato che secondo il Cantone circa il 50% dei nuovi contagi avviene in ambiente scolastico. Misure anche nelle case anziani, con alcuni cantoni, fra cui Basilea città, che richiedono il certificato Covid e la mascherina per le visite in casa anziani e negli ospedali.

 

 

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved