ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
6 ore

Gli F-35 si comprano e gli oppositori si vestono da lutto

La manifestazione oggi a Berna per denunciare “la farsa democratica” riguardo alla decisione del Consiglio federale di acquistare i jet da combattimento
Svizzera
7 ore

Se il vaccino è ‘da buttare’

Sono oltre 10milioni le dosi di Moderna che la Confederazione ha acquistato per contrastare il Covid e che mercoledì... sono scadute
Svizzera
12 ore

Axpo e quell’aiuto non ancora utilizzato

Il gruppo ha ottenuto dalla Confederazione il credito d’emergenza per far fronte all’impennata dei prezzi nel settore energetico
Svizzera
12 ore

L’alternativa è il pellet. Ma meglio fare scorta per tempo

SvizzeraEnergia vara la campagna ‘Zero spreco’: ecco qualche consiglio utile per evitare un inverno (giocoforza) freddo
Svizzera
1 gior

È allarme riscaldamento: ‘Fate il pieno del tank al più presto’

L’obiettivo? Contribuire al raggiungimento del risparmio volontario del 15% dei consumi di gas stabilito dal governo sull’esempio dell’Ue
Svizzera
1 gior

Luce verde all’export di munizioni in Qatar

Il Consiglio federale ha avallato la richiesta di esportazione di armamenti per il cannone di bordo del jet Eurofighter
Svizzera
1 gior

Crisi energetica, svizzeri ancora sordi agli inviti al risparmio

Malgrado le esortazioni a un uso più parsimonioso, il consumo di elettricità nel nostro Paese resta stabile
Svizzera
1 gior

Microplastiche nell’ambiente, bisogna fare di più

Il governo rinuncia a nuove misure, ma c’è un potenziale di miglioramento. Ogni anno in Svizzera sono circa 14’000 le tonnellate disperse
Svizzera
1 gior

Si schianta contro il guardrail sotto l’effetto dell’alcol

L’incidente, che ha avuto per protagonista un giovane, si è verificato poco prima di mezzanotte a Samedan
Clima e giustizia
05.11.2021 - 19:32

Occupazione Credit Suisse: attivisti si appellano a Strasburgo

In quattro hanno ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo. Avevano giocato a tennis in banca travestiti da Federer per protesta

Ats, a cura de laRegione
occupazione-credit-suisse-attivisti-si-appellano-a-strasburgo
La protesta del 2018 (Keystone)

Quattro membri di Lausanne Action Climat (Lac) si sono appellati stamane a Strasburgo alla Corte europea dei diritti dell’uomo contro una sentenza dello scorso giugno del Tribunale federale (Tf). Quest’ultimo aveva respinto un ricorso di 12 attivisti dell’organizzazione, condannati per aver occupato una sede losannese di Credit Suisse nel 2018.

I militanti per il clima erano accompagnati da cinque dei loro avvocati e dai rappresentanti di quattro Ong, Sciopero per il clima, Extinction Rebellion, Doctors4XR e Nonni per il clima. In una nota, Lac motiva la sua decisione dicendosi preoccupata che i diritti umani, compresa la libertà di espressione e di manifestazione, siano calpestati in Svizzera per una causa così importante come il clima.

I fatti

Il 22 novembre 2018, una ventina di attivisti si erano introdotti per un’ora nell’atrio del Credit Suisse a Losanna. Travestiti da Roger Federer, ambasciatore dell’istituto finanziario, avevano giocato una partita di tennis per denunciare gli investimenti della banca nei combustibili fossili.

Erano stati assolti in primo grado il 13 gennaio dal tribunale distrettuale di Renens (Vd), che aveva riconosciuto lo stato di legittima necessità in cui essi hanno agito e aveva giudicato l’azione “necessaria e proporzionata” vista l’emergenza climatica. Il Ministero pubblico vodese, tramite il procuratore generale Eric Cottier, aveva presentato ricorso e aveva vinto la causa il 24 settembre davanti al Tribunale cantonale.

Chiamato in causa da un ricorso dei militanti, nella sua sentenza il Tf aveva precisato di non aver preso in considerazione la questione dell’emergenza climatica, limitandosi a considerare se le condizioni dello stato di legittima necessità, invocate dagli attivisti e dai loro avvocati, fossero soddisfatte.

Questa disposizione del Codice Penale (Cp), che giustifica l’azione illegale in certe condizioni, non è applicabile in questo caso, avevano concluso i giudici di Mon Repos, ritenendo che non ci fosse un “pericolo imminente” al momento dell’azione compiuta dagli attivisti.

Il TF aveva aggiunto che l’occupazione della banca non era destinata a proteggere un bene giuridico concreto: l’obiettivo dei ricorrenti era piuttosto la difesa di interessi collettivi, cioè l’ambiente, la salute o il benessere della popolazione. La legge esclude espressamente l’applicazione dello stato di necessità in queste situazioni.

Decine di procedimenti

A Strasburgo, gli attivisti sperano soprattutto di far valere libertà fondamentali garantite dalla Cedu: quella di manifestare pacificamente, quella di espressione e di riunione. In settembre i militanti avevano affermato che i condannati in prima istanza avrebbero fatto sistematicamente appello, chiedendo processi congiunti al tribunale cantonale e spingendosi fino alla Cedu se necessario.

Sono in corso una serie di procedimenti nei confronti di circa 200 attivisti per il clima di Extinction Rebellion per azioni di disobbedienza civile svoltesi nel 2019 e 2020 a Losanna. Una dozzina di processi sono previsti entro la fine dell’anno per diverse decine di imputati.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved