il-covid-ha-accentuato-le-disparita-socioeconomiche-in-svizzera
Keystone
Ginevra, maggio 2020: in fila per ricevevere aiuti alimentari
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
58 sec

Ginevra, rissa in un bar degenera e partono degli spari

Stando alla Tribune de Genève i protagonisti della colluttazione di ieri notte sono membri di due bande rivali di motociclisti
Svizzera
2 ore

Automobilista ubriaco provoca un incidente e fugge

Il conducente è stato poi fermato dalla polizia nel canton Zurigo. Ieri sera aveva urtato una macchina ferma a un semaforo a Neuhausen am Rheinfall (Sh)
Svizzera
3 ore

Estate da record: ‘Potremmo raggiungere i 40 gradi’

Lo afferma Thomas Bucheli di Srf Meteo. Raddoppiato il numero di giorni estivi con più di 25 gradi.
Svizzera
17 ore

Ventenne al volante ubriaco e senza patente, era recidivo

La polizia friburghese ha sequestrato la macchina. Il giovane sarà denunciato al Ministero pubblico.
Svizzera
19 ore

Vaiolo delle scimmie: primo caso in Svizzera

Si tratta di una persona residente nel canton Berna che è stata esposta al virus all’estero
gallery
Svizzera
21 ore

Basilea, polizia disperde gli oppositori di un raduno Udc

Le forze dell’ordine hanno cercato di tenere lontani dallo stand del partito politico i dimostranti del gruppo ‘Basel Nazifrei’
Svizzera
23 ore

Bancomat fatto esplodere nel Giura bernese

I malviventi sono fuggiti in auto. L’ammontare della refurtiva non è ancora noto.
gallery
Svizzera
1 gior

Grigioni, camminata di protesta contro il World economic forum

Polizia e organizzatori si aspettavano maggiore affluenza. In programma altre manifestazioni in varie città svizzere
Svizzera
1 gior

Schianto contro il portale della galleria, muore automobilista

L’incidente è avvenuto a Küttigen, nel canton Argovia. Il veicolo ha preso fuoco subito dopo lo schianto.
gallery
Svizzera
1 gior

Scontri a Zurigo per una manifestazione contro il Wef

L’appello a scendere in piazza ieri per opporsi al World economic forum era stato lanciato su internet
commercio al dettaglio
1 gior

Princìpi e realtà, la Migros a un bivio

I 2,28 milioni di soci votano fino al 4 giugno sulla revoca del divieto di vendere alcolici. Analisi, contesto e reportage.
Svizzera
1 gior

‘2,2 miliardi in più per ridurre i premi di cassa malati’

È quanto prevede il controprogetto all’iniziativa socialista sui premi di assicurazione malattia adottato dalla Commissione sanità del Nazionale
laR
 
04.11.2021 - 20:11

Il Covid ha accentuato le disparità socioeconomiche in Svizzera

La Piattaforma nazionale contro la povertà stila un bilancio. Le persone con bassi redditi risultano più vulnerabili anche sul piano sanitario e sociale.

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

In che misura la pandemia di Covid-19 ha aggravato la povertà e rafforzato le disparità socioeconomiche in Svizzera? A questa domanda hanno cercato di dare una risposta gli autori di un rapporto appena pubblicato dalla Piattaforma nazionale contro la povertà, che dalla primavera dello scorso anno monitora i progetti di ricerca sul tema. L’analisi evidenzia come la pandemia – e le misure disposte per farvi fronte, come le chiusure di molte attività – abbia in effetti accentuato le disparità socioeconomiche, almeno temporaneamente. In altre parole: sono state le persone con redditi bassi ad aver subito le perdite di reddito più pesanti (in termini relativi) e ad aver dovuto attingere più spesso ai propri risparmi.

Da questo primo bilancio dell’attività di monitoraggio (stato: fine luglio 2021) emerge “un quadro complesso”, scrive nella premessa Astrid Wütrich, videdirettrice dell’Ufficio federale delle assicurazioni sociali (Ufas). Ad esempio: era lecito attendersi un aumento dei beneficiari dell’aiuto sociale, eppure il loro numero è rimasto pressoché invariato. Almeno sin qui. Bisognerà vedere poi cosa succederà quando termineranno gli aiuti messi in campo da Confederazione, cantoni e comuni.

Diverso impatto delle misure anti-coronavirus

Il rapporto indica che, in media, le perdite subite sia dai salariati che dagli indipendenti in termini di reddito o di sostanza sono tanto più elevate quanto più queste risorse erano basse nel periodo pre-pandemia. La ragione principale è che le restrizioni anti-coronavirus hanno limitato l’esercizio dell’attività lavorativa in misura più marcata nelle fasce inferiori di reddito rispetto a quelle superiori. Le persone con redditi modesti si sono ritrovate più spesso in una situazione di lavoro ridotto e hanno potuto beneficiare meno del telelavoro, si legge nel rapporto. Nello stesso periodo, le spese delle economie domestiche più benestanti sono diminuite maggiormente – anche per le minori possibilità di consumo – rispetto a quelle delle economie domestiche meno abbienti.

Più arduo risulta capire l’impatto che la pandemia ha avuto sulla povertà. Quel che è certo è che la domanda di aiuti alimentari è fortemente aumentata. Ciò vale soprattutto per le persone con una situazione lavorativa irregolare (senza permesso di lavoro o con permesso di lavoro di breve durata), che hanno perso del tutto o in parte il loro reddito. Gli autori del rapporto menzionano in particolare i sans-papiers e le lavoratrici del sesso. “La pandemia – si legge nello studio – ha aggravato notevolmente condizioni di vita già precarie, soprattutto nel caso di persone e famiglie che in condizioni normali riescono a sbarcare il lunario, ma che non hanno diritto a prestazioni delle assicurazioni sociali né dell’aiuto sociale, o che non vi fanno ricorso”. Spesso queste persone hanno cercato di superare le difficoltà svolgendo lavori occasionali, vendendo beni personali oppure indebitandosi.

Vulnerabilità sanitaria e sociale

Il rapporto valuta poi l’impatto della pandemia sulla salute, sugli anziani, le relazioni sociali e la vita familiare. Mette in evidenza, tra l’altro, come i rischi di ammalarsi di Covid-19, di essere ricoverati in ospedale o di morire per le conseguenze della malattia sono aumentati nelle fasce di reddito inferiori. Non a caso, dato che le persone meno abbienti vivono più spesso in spazi abitativi ristretti, hanno potuto ridurre in minor misure gli spostamenti ed esercitano più di frequente professioni a diretto contatto con la clientela. Anche l’aumento dei problemi psichici, così come i sentimenti di solitudine tra gli anziani, sono stati più marcati tra le persone con redditi bassi.

La pandemia, infine, ha mostrato quanto sia importante garantire il flusso di informazioni e aiuti di vario tipo anche verso persone difficili da raggiungere. Quattro le raccomandazioni: adeguare i canali di comunicazione digitale ai diversi gruppi di destinatari e potenziare le competenze degli specialisti; permettere alle persone finora rimaste escluse di accedere all’infrastruttura digitale; coinvolgere persone di riferimento locali che fungano da ‘moltiplicatori’; garantire un accesso a bassa soglia ad aiuti alimentari, prestazioni sanitarie e alloggio, nonché rendere accessibili pure ai sans-papiers le prestazioni essenziali.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
covid disparità pandemia povertà rapporto svizzera
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved