vino-e-birra-in-vendita-alla-migros-dal-2023-decideranno-i-soci
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

Abbattuto il lupo problematico del canton Glarona

L’animale si era reso protagonista degli attacchi a 13 pecore e 2 capre nella regione della Krauchtal, del Kerenzerberg e della Mürtschental
Svizzera
1 ora

Incidente ferroviario a Wanzwil, perturbazioni fino alle 10.30

A causa dei danni subiti nell’impatto con il capriolo, il convoglio è stato evacuato. Treni da e per Olten deviati via Burgdrof
Svizzera
2 ore

‘Segnale positivo in favore della piazza finanziaria’

In vista delle votazioni federali del 25 settembre, Ueli Maurer lancia la campagna e difende la riforma dell’imposta preventiva
Svizzera
2 ore

Treno urta un capriolo: grossi disagi sulla linea Berna-Olten

La collisione è avvenuta stamane alle 7.25 nei pressi di Wanzwil (Be). Danneggiato il sistema di aerazione
Svizzera
1 gior

Caduta fatale per un’alpinista sul Pilatus

Una donna di 36 anni è morta dopo esser precipitata per centinaia di metri nel settore di Gsäss
Svizzera
1 gior

Gli imprenditori: non ci sarà un aumento astronomico dei salari

Il presidente dell‘Unione svizzera degli imprenditori (USI) Valentin Vogt ritiene irrealistiche le richieste dei sindacati: ’gettano fumo negli occhi’
Svizzera
1 gior

Paura di un inverno al freddo, occhio alle truffe

In Vallese segnalati annunci online fasulli di legna da ardere e pellet a basso costo. Si chiede di pagare in anticipo, ma la merce non viene consegnata.
Svizzera
1 gior

Incidente mortale ieri sera a Schlatt

Forse un malore all’origine del sinistro costato la vita a un novantenne, andato a cozzare contro una scalinata e il muro di un cimitero
Svizzera
1 gior

Ventisettenne annega nel lago di Zurigo

È accaduto attorno alle 13.30, mentre nella città iniziava la Streetparade: ancora da chiarire se il fatto sia collegato all’evento
03.11.2021 - 09:33

Vino e birra in vendita alla Migros dal 2023? Decideranno i soci

Il Gigante Arancione, in base alla ‘M-Democracy’, ha messo ai voti fra i membri delle cooperative regionali la revoca del divieto di vendita di alcolici

Migros potrebbe far cadere il tabù della vendita di alcolici nelle sue filiali a partire dal 2023. Il Gigante Arancione, in quanto cooperativa, ha annunciato sulla propria rivista Migros Magazin una votazione fra i soci, attraverso le varie strutture organizzative di cui si compone, per chiedere la loro opinione sulla revoca del divieto di alcolici nei negozi Migros. La decisione dei soci, in base alla cosiddetta M-Democracy, sarà vincolante per l’azienda.

Il divieto di vendita di bevande alcoliche, uno dei punti forti della visione del fondatore Gottlieb Duttweiler, è inserito negli statuti della Mgb, la Federazione delle cooperative Migros, per la cui modifica è appunto richiesto il parere dei soci, dei membri dei consigli di cooperativa (ovvero gli organi regionale responsabili dell’approvazione dei conti annuali della cooperativa) e dei membri dell’Assembla dei delegati delle dieci cooperative regionali.

Il processo decisionale, democratico e complesso, prevede una serie di tappe obbligate e arriverà a coinvolgere non meno di 32 diversi organi della Migros. Si inizierà il 6 novembre, quando, “su richiesta di cinque delegati e dopo l’accettazione da parte dell’amministrazione della Mgb", l’assemblea dei delegati deciderà sulla domanda "siete favorevoli alla modifica degli statuti della MGB e dei contratti tra la MGB e le dieci cooperative Migros al fine di eliminare il divieto di vendita di alcolici nei negozi fissi Migros e dare così ai soci delle cooperative la possibilità di chiarire questa importante questione in una votazione?”

Se i favorevoli sono almeno i due terzi dell’assemblea dei delegati, la fase successiva, che durerà fino al 3 dicembre, vedrà una discussione sul tema all’interno delle amministrazioni e dei consigli cooperativi delle dieci cooperative regionali Migros, per decidere se porre ai voti la questione fra i membri della cooperativa.

Nelle cooperative in cui si raggiungeranno i due terzi nei consensi fra i membri dell’amministrazione e del consiglio di cooperativa, verrà indetta una votazione fra i soci della cooperativa, che potranno rispondere fino al 4 giugno con un SI o un NO alla domanda: “Volete revocare il divieto di vendita di alcolici nei negozi Migros e accettare l’adattamento degli statuti regionali?”

La vendita delle bevande alcoliche inizierà quindi nel corso del 2023 in tutte le filiali delle cooperative regionali che hanno accettato la modifica dello statuto con almeno i due terzi dei voti. È dunque possibile che ci siano differenze regionali a seconda dell’esito delle votazioni nelle singole cooperative regionali, per cui, ad esempio, in Ticino potrebbero essere venduti vino e birra mentre ciò non avverrà nella Svizzera orientale.

C’è da aggiungere che, come osserva il Blick, sebbene l’alcool sia bandito dagli scaffali dei negozi Migros, vino, birra e altre bevande alcoliche vengono vendute nelle filiali Denner e nei negozi Migrolino, di proprietà l’uno al 70% e l’altro al 100% della stessa Migros, spesso presenti all’interno degli stessi stabili.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cooperative regionali mgb migros vendita alcolici
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved