vino-e-birra-in-vendita-alla-migros-dal-2023-decideranno-i-soci
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
28 min

A luglio lieve crescita delle domande d’asilo

Rispetto al mese precedente ne sono state presentate 58 in più (+34%), e 412 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente
Svizzera
45 min

La Posta azzererà il suo impatto climatico dieci anni prima

Il Gigante Giallo intende eliminare le fonti fossili per i suoi veicoli e il riscaldamento entro il 2030, ciò che era previsto per il 2040
Svizzera
1 ora

Assicurazione complementare, respinto il ricorso di una clinica

Il Tribunale amministrativo federale conferma la decisione della Finma: vanno pagate unicamente le prestazioni il cui prezzo è giustificato
Svizzera
2 ore

L’Uzbekistan riavrà da Berna i beni confiscati alla Karimova

Firmato un accordo per la restituzione del patrimonio confiscato nell’ambito del procedimento penale nei confronti della figlia dell’ex presidente
Svizzera
3 ore

L’immobilismo politico non pesi sulle giovani generazioni

In vista delle votazioni del 25 settembre, i giovani borghesi scendono in campo a favore della riforma dell’Avs
Svizzera
3 ore

Css dovrà rimborsare 129 milioni di franchi agli assicurati

L’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) ha ordinato all’azienda di restituire i premi prelevati in eccesso per le complementari
Svizzera
3 ore

Calcio amatoriale e fair-play, le donne esempio per gli uomini

Nel calcio femminile i cartellini gialli sono otto volte meno e i rossi una rarità, e accadono molti meno infortuni rispetto ai tornei maschili
Svizzera
4 ore

Stop agli F-35, raccolte le firme per l’iniziativa popolare

Oggi sono state depositate alla Cancelleria federale oltre 120’000 sottoscrizioni, di cui 103’000 sono state certificate come valide
Svizzera
5 ore

Promesse non mantenute sull’ospedale: a Moutier è ricorso

Rimesso in discussione l’esito della votazione del 28 marzo 2021. Pomo della discordia il futuro del nosocomio locale
03.11.2021 - 09:33

Vino e birra in vendita alla Migros dal 2023? Decideranno i soci

Il Gigante Arancione, in base alla ‘M-Democracy’, ha messo ai voti fra i membri delle cooperative regionali la revoca del divieto di vendita di alcolici

Migros potrebbe far cadere il tabù della vendita di alcolici nelle sue filiali a partire dal 2023. Il Gigante Arancione, in quanto cooperativa, ha annunciato sulla propria rivista Migros Magazin una votazione fra i soci, attraverso le varie strutture organizzative di cui si compone, per chiedere la loro opinione sulla revoca del divieto di alcolici nei negozi Migros. La decisione dei soci, in base alla cosiddetta M-Democracy, sarà vincolante per l’azienda.

Il divieto di vendita di bevande alcoliche, uno dei punti forti della visione del fondatore Gottlieb Duttweiler, è inserito negli statuti della Mgb, la Federazione delle cooperative Migros, per la cui modifica è appunto richiesto il parere dei soci, dei membri dei consigli di cooperativa (ovvero gli organi regionale responsabili dell’approvazione dei conti annuali della cooperativa) e dei membri dell’Assembla dei delegati delle dieci cooperative regionali.

Il processo decisionale, democratico e complesso, prevede una serie di tappe obbligate e arriverà a coinvolgere non meno di 32 diversi organi della Migros. Si inizierà il 6 novembre, quando, “su richiesta di cinque delegati e dopo l’accettazione da parte dell’amministrazione della Mgb", l’assemblea dei delegati deciderà sulla domanda "siete favorevoli alla modifica degli statuti della MGB e dei contratti tra la MGB e le dieci cooperative Migros al fine di eliminare il divieto di vendita di alcolici nei negozi fissi Migros e dare così ai soci delle cooperative la possibilità di chiarire questa importante questione in una votazione?”

Se i favorevoli sono almeno i due terzi dell’assemblea dei delegati, la fase successiva, che durerà fino al 3 dicembre, vedrà una discussione sul tema all’interno delle amministrazioni e dei consigli cooperativi delle dieci cooperative regionali Migros, per decidere se porre ai voti la questione fra i membri della cooperativa.

Nelle cooperative in cui si raggiungeranno i due terzi nei consensi fra i membri dell’amministrazione e del consiglio di cooperativa, verrà indetta una votazione fra i soci della cooperativa, che potranno rispondere fino al 4 giugno con un SI o un NO alla domanda: “Volete revocare il divieto di vendita di alcolici nei negozi Migros e accettare l’adattamento degli statuti regionali?”

La vendita delle bevande alcoliche inizierà quindi nel corso del 2023 in tutte le filiali delle cooperative regionali che hanno accettato la modifica dello statuto con almeno i due terzi dei voti. È dunque possibile che ci siano differenze regionali a seconda dell’esito delle votazioni nelle singole cooperative regionali, per cui, ad esempio, in Ticino potrebbero essere venduti vino e birra mentre ciò non avverrà nella Svizzera orientale.

C’è da aggiungere che, come osserva il Blick, sebbene l’alcool sia bandito dagli scaffali dei negozi Migros, vino, birra e altre bevande alcoliche vengono vendute nelle filiali Denner e nei negozi Migrolino, di proprietà l’uno al 70% e l’altro al 100% della stessa Migros, spesso presenti all’interno degli stessi stabili.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cooperative regionali mgb migros vendita alcolici
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved