covid-a-losanna-scoperto-un-super-anticorpo-neutralizzante
Ti-Press
La vaccinazione resta la strategia migliore per proteggersi
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
5 ore

‘Ammettiamo gli studenti degli Stati terzi fuggiti dall’Ucraina’

La petizione inviata al Consiglio federale chiede di aprire le porte delle università anche a loro
Svizzera
8 ore

Prospettive meno fosche del previsto per l’Avs

Senza una riforma la dotazione del fondo dovrebbe scendere a 43,4 miliardi nel 2032, calcola l’Ufas. Nel 2020 si stimava un calo a 24,9 miliardi
Svizzera
10 ore

Monumento a Suvorov ripulito da russi e svizzeri

Era stato imbrattato a metà maggio con i colori della bandiera ucraina
Svizzera
12 ore

Muore ciclista 81enne, non aveva rispettato la precedenza

L’uomo è stato investito da un 22enne che circolava sulla strada cantonale a Château-d’Oex (Vd)
Svizzera
16 ore

Nell’arco alpino inevitabile un aumento delle temperature

L’incremento sarà compreso tra 0,5 e 1,5 gradi nei prossimi 20-30 anni. Previste meno piogge in estate, ma di più nelle altre stagioni
Svizzera
16 ore

Bambino scomparso amante dell’autopostale ritrovato su un bus

Il piccolo di sette anni è montato in sella alla sua bicicletta per raggiungere la stazione di Sion dove è salito sul mezzo
Svizzera
1 gior

Migros richiama due prodotti di sushi. Contengono latte.

Si tratta del Rice sandwich salmone e del Sushi wrap salmone affumicato
Svizzera
1 gior

Smood, il nuovo contratto collettivo per i fattorini è realtà

Per Syndicom, la sottoscrizione dell’accordo è ‘un segnale importante per l’intero settore delle consegne’
Svizzera
1 gior

Fuori pericolo il superstite del dramma familiare di Montreux

Il 15enne, tutt’ora ricoverato in ospedale, non ricorda nulla della tragedia. L’ipotesi più accreditata resta quella del suicidio collettivo
Svizzera
1 gior

I prezzi della merce vanno indicati subito. E non alla cassa

La regola vale tanto per i negozi fisici quanto per quelli online: il Governo rivede la relativa ordinanza, che sarà effettiva dal 1° luglio
12.10.2021 - 17:01
Aggiornamento : 17:18

Covid, a Losanna scoperto un super anticorpo neutralizzante

Chuv ed Epfl annunciano un passo avanti contro la pandemia e le varianti di coronavirus ma la ‘vaccinazione resta il modo migliore per proteggersi’

Ats, a cura de laRegione

Il Centro ospedaliero universitario vodese (Chuv) e la Scuola politecnica federale di Losanna (Epfl) hanno fatto un’importante scoperta per combattere la pandemia di Covid-19. Hanno trovato un anticorpo monoclonale molto potente che prende di mira la proteina Spike di SARS-CoV-2, l’attuale coronavirus. Può in gran parte neutralizzare le sue diverse varianti. “Lo sviluppo di questo nuovo anticorpo neutralizzante segna un passo decisivo nella lotta contro la pandemia di Covid-19”, hanno affermato martedì il Chuv e l’Epfl. “Apre la strada a una migliore gestione delle forme gravi della malattia e promette nuove misure profilattiche, come medicinale, soprattutto per le persone con un sistema immunitario indebolito”, dichiarano i due istituti. L’anticorpo scoperto potrebbe anche essere utilizzato come parte della terapia combinata per ridurre la gravità della malattia nelle persone infette da SARS-CoV-2. Gli studi clinici dovrebbero iniziare alla fine del 2022. Tuttavia, questa scoperta non è destinata a sostituire la vaccinazione, che rimane il modo più efficace per proteggersi dalle infezioni.

Blocco efficace

L’anticorpo in questione è stato isolato dai linfociti (globuli bianchi) di un paziente Covid-19 nell’ambito dello studio ImmunoCoV condotto dal Dipartimento di immunologia e Allergologia del Chuv. L’anticorpo è uno dei più potenti identificati finora contro il virus SARS-CoV-2, secondo questo lavoro pubblicato sulla rivista Cell Reports. “La sua analisi strutturale mostra che si lega a una posizione che non è soggetta a mutazioni nella proteina virale Spike. Attraverso questa stretta interazione, l’anticorpo blocca efficacemente il legame della proteina Spike alle cellule che esprimono i recettori Ace2, che sono il bersaglio del virus per entrare e infettare le cellule polmonari”, dettagliano i due istituti. L’anticorpo interrompe così il ciclo di replicazione virale e porta all’eliminazione del virus da parte del sistema immunitario. Questo effetto protettivo è stato dimostrato in vivo, quando i criceti trattati con l’anticorpo sono stati protetti dall’infezione dopo essere stati esposti a una dose di virus altamente infettiva.

Durata dell’azione estesa

Oltre all’attività antivirale, i ricercatori hanno progettato l’anticorpo per avere una durata d’azione prolungata nell’uomo. Un classico anticorpo non modificato avrà effetti protettivi per un massimo di 3-4 settimane. Qui, l’anticorpo sviluppato agirà per 4-6 mesi, osservano. “Diventa quindi un’opzione preventiva molto interessante per proteggere le persone vulnerabili non vaccinate o le persone vaccinate incapaci di produrre una risposta immunitaria. Le persone immunodepresse, le persone che hanno subito un trapianto di organi e alcuni malati di cancro possono essere protette grazie a un’iniezione dell’anticorpo da due a tre volte l’anno”, affermano i ricercatori. Sulla base di questi “risultati promettenti”, il Chuv e l’Epfl – nell’ambito della conclusione di accordi di collaborazione e di proprietà intellettuale – stanno dialogando con una start-up la cui missione sarà quella di garantire la produzione e lo sviluppo clinico di questi “superanticorpi”. La ricerca è stata condotta da team del Dipartimento di immunologia e Allergologia del Chuv, guidati da Giuseppe Pantaleo e Craig Fenwick, e dal Laboratorio di virologia e genetica dell’Epfl, guidato da Didier Trono e Priscilla Turelli. Il team di ricerca è stato in grado di rispondere rapidamente alla pandemia scoprendo anticorpi neutralizzanti grazie al supporto dell’Istituto svizzero di ricerca sui vaccini per molti anni.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved