autorita-di-vigilanza-mpc-si-dimette-il-presidente-uster
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
13 min

Ospedali svizzeri verso il triage: si dovrà scegliere chi curare

Situazione critica in diversi cantoni della Svizzera tedesca, fra terapie intensive piene e personale infermieristico esausto
Svizzera
13 ore

Cantoni contrari alle restrizioni in famiglia

La consultazione sulle misure di contrasto della pandemia: no anche all’obbligo del telelavoro
Svizzera
14 ore

Sei anni e mezzo per un incidente mortale

‘Omicidio intenzionale plurimo’: a Effingen morirono tre persone
Svizzera
15 ore

Arrestati 15 produttori di marijuana e hashish

Dalla Polizia di Svitto, che ha scoperto coltivazioni indoor nel villaggio di Ried
Svizzera
17 ore

Peter Lack sarà il nuovo direttore di Caritas Svizzera

L’attuale direttore della Federazione svizzera dei samaritani sostituirà Peter Marbet che ha lasciato la carica lo scorso agosto
Svizzera
18 ore

Nel canton Zurigo terapie intensive piene

Alcuni pazienti che necessitavano di un ricovero in cure intense hanno dovuto essere respinti e non è stato possibile trasferirli altrove
Svizzera
18 ore

La Svizzera supera i 10’000 casi giornalieri, 140 i ricoveri

La quota di pazienti Covid in cure intense raggiunge il 27% su un’occupazione complessiva dell’81,10%. 22 decessi segnalati
Svizzera
19 ore

Legge Covid, gli Stati prorogano disposizioni su eventi e lavoro

Estese sino a fine 2022 anche le disposizioni che conferiscono al governo il potere di adottare misure a protezione della popolazione
Svizzera
20 ore

Il 35% di utenti dei media non riconosce i contenuti a pagamento

Emerge da uno studio della Scuola universitaria professionale zurighese di scienze applicate (Zhaw). Al centro dell’indagine gli articoli sponsorizzati
Svizzera
21 ore

Il Nazionale boccia il raddoppio del contributo di coesione Ue

La mozione di Nussbaumer (Ps) chiedeva di aumentare i fondi versati alla Ue per garantire la partecipazione della Svizzera ai programmi di ricerca europei
Svizzera
23 ore

Omicron in Svizzera: i casi sono tre, o forse quattro

Svizzera
01.10.2021 - 14:040
Aggiornamento : 15:59

Autorità di vigilanza Mpc, si dimette il presidente Uster

Hanspeter Uster lascerà anche il ruolo di membro dell’Av-Mpc alla fine del 2021

a cura de laRegione

Hanspeter Uster, presidente e membro dell’Autorità di vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione (AV-MPC), lascerà la carica a fine anno.

Uster, ex consigliere di Stato ed avvocato, crede che il momento per andarsene sia quello giusto in seguito all’elezione di Stefan Blättler quale nuovo procuratore generale della Confederazione e al processo avviato dal Parlamento per la revisione delle basi giuridiche del Ministero pubblico della Confederazione e dell’AV-MPC.

Durante il suo mandato come presidente, si legge in una nota odierna dell’AV-MPC, Hanspeter Uster è riuscito a guidare e rafforzare eticamente l’autorità di vigilanza “in tempi molto difficili”. Oltre all’impegnativa gestione del procedimento disciplinare riguardante l’ex procuratore generale della Confederazione Michael Lauber, dimessosi per essere rimasto invischiato nello scandalo FIFA, l’AV-MPC ha potuto continuare a svolgere l’attività di vigilanza e professionalizzarla ulteriormente.

Secondo la legge l’AV-MPC si costituisce autonomamente. A tempo debito informerà sulla persona che succederà a Hanspeter Uster come presidentessa/presidente. La preparazione dell’elezione di un nuovo membro dell’AV-MPC da parte dell’Assemblea federale plenaria è compito della Commissione giudiziaria del parlamento, informata nel frattempo delle dimissioni dell’attuale presidente.

Caso Lauber

Il caso Lauber, citato nella nota, è stato all’origine della partenza nel maggio 2020 del giurista bernese Rolf Grädel dall’AV-MPC. L’ex procuratore del canton Berna aveva motivato il suo ritiro spiegando come il rapporto tra l’autorità di vigilanza e il MPC fosse in quel momento “molto difficile”.

In un rapporto pubblicato nel marzo 2020, l’autorità di vigilanza aveva concluso che Michael Lauber aveva infranto diversi doveri d’ufficio, affermando ripetutamente il falso, agendo in modo sleale e violando il codice di condotta dell’MPC in modo “gravemente negligente”.

L’AV-MPC aveva quindi deciso di imporre a Lauber - quale sanzione disciplinare - una riduzione salariale dell’8% per un anno (il massimo consentito ammonta al 10%) pari a un taglio di 23’827 franchi su uno stipendio annuo di 297’844 franchi. Il procuratore generale aveva però deciso di fare ricorso al Tribunale amministrativo federale, accusando - tra le altre cose - di parzialità l’Autorità di vigilanza.

Messa in guardia

Nel marzo scorso, lo stesso Uster aveva preso posizione sulla vicenda Lauber, mettendo in guardia contro una politicizzazione della procura federale. Reintegrare l’istituzione nell’amministrazione avrebbe comportato, a suo dire, una concentrazione di potere non in linea con il sistema elvetico.

“Sarebbe esattamente la lezione sbagliata da trarre dal caso Lauber, che come procuratore generale ha convogliato su di sé troppe competenze”, aveva affermato Uster in un’intervista apparsa sui giornali del gruppo CH Media. Più l’MPC si avvicina alla politica, più aumentano i rischi di schierarsi o di trattamenti preferenziali, aveva sottolineato.

I risultati dell’inchiesta disciplinare avevano in effetti mostrato come Lauber avesse accentrato sulla sua persona molti ruoli. A seguito di ciò, è stata avviata una riflessione su come organizzare in futuro i vertici dell’MPC. Le proposte vanno da tre procuratori capi a un modello con un primo procuratore.

L’AV-MPC

L’Autorità di vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione, un’autorità collegiale indipendente, è composta da sette membri eletti dall’Assemblea federale plenaria per un mandato della durata di quattro anni. Secondo la legge, l’AV-MPC è composta di un giudice federale, un giudice penale federale, due avvocati iscritti al registro degli avvocati e tre specialisti. I membri dell’AV-MPC sono sostenuti nelle loro attività da una segreteria permanente.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved