WAS Capitals
SJ Sharks
01:00
 
COB Jackets
CAL Flames
01:00
 
TOR Leafs
ANA Ducks
01:00
 
Detroit Red Wings
CHI Blackhawks
01:30
 
disordini-a-berna-13-fermi-trovati-coltelli-e-cacciaviti
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
5 ore

‘In Svizzera le misure di gestione del lupo sono efficaci’

Secondo uno studio l’abbattimento di singoli esemplari ha permesso di ridurre le predazioni. Valutato positivamente anche l’impiego dei cani da pastore.
Svizzera
6 ore

Processo Vincenz: ‘Un Tour de Suisse nei locali a luci rosse’

È iniziata la requisitoria del Ministero pubblico al Tribunale distrettuale di Zurigo, dove da ieri è alla sbarra l’ex Ceo di Raiffeisen
Svizzera
6 ore

Più di 1’100 terremoti registrati lo scorso anno in Svizzera

Il Servizio sismico svizzero (Sed) fornisce cifre leggermente inferiori a quelle degli anni precedenti: ad aumentare, quelli mediamente forti.
Svizzera
9 ore

Lavoro ridotto, prorogate misure e tutela per soggetti al 2G+

Le aziende alle quali le autorità hanno imposto l’obbligo 2G potranno far valere il diritto all’indennità di lavoro ridotto
Svizzera
9 ore

Il Consiglio federale non andrà a Pechino per le Olimpiadi

A causa dell’incerta situazione pandemica, l’Esecutivo ha reso noto oggi di aver deciso di non presenziare ai Giochi olimpici e paralimpici invernali
Svizzera
10 ore

‘Gravi lacune nelle perizie degli esperti dell’Ai’

Inclusion Handicap punta il dito contro istituti ed esperti che non soddisfano requisiti di base per garantire la qualità della valutazione
Svizzera
10 ore

Dall’energia solare 15 volte più elettricità entro il 2050

Swissolar presenta un piano in 11 punti per l’espansione del fotovoltaico. Il presidente Grossen: ‘Occorre costruire di più e più rapidamente’.
24.09.2021 - 08:490
Aggiornamento : 11:34

Disordini a Berna, 13 fermi: trovati coltelli e cacciaviti

I sospetti sono accusati di disordini e minacce alle autorità. Emesso il divieto di entrata in città per sessanta persone

a cura de laRegione

La polizia di Berna ha di nuovo fatto uso di cannoni ad acqua e proiettili di gomma ieri sera contro i partecipanti a una manifestazione di corona-scettici. Tredici persone sono state condotte alla stazione di polizia per accertamenti e a una sessantina è stato imposto il divieto di entrare in città. Non si segnalano feriti.

Alla dimostrazione hanno partecipato circa 800 persone. Nonostante l’assenza di autorizzazione, la polizia ha tollerato un corteo partito dalla stazione ferroviaria e diretto alla città vecchia.

Gli oppositori delle misure di protezione contro il Covid hanno marciato per le strade, in mezzo al trambusto delle vendite serali nei negozi, chiedendo “libertà”. Molti portavano fiori in segno di resistenza pacifica. Sono però stati fatti esplodere fuochi d’artificio e sono stati lanciati oggetti contro gli agenti. La polizia ha risposto a sua volta con proiettili di gomma.

Verso le 21, quando i manifestanti hanno iniziato a dirigersi verso Palazzo Federale, gli agenti hanno fatto uso anche di cannoni ad acqua. Diversi manifestanti hanno cercato di sfondare una barriera posta davanti all’edificio e sono stati respinti, affermano le forze dell’ordine. Ci sono stati attimi di caos anche nella zona intorno alla stazione.

Tredici persone sono state condotte alla stazione di polizia per ulteriori accertamenti e sette di loro erano già noti alle forze dell’ordine per fatti simili. Sono stati effettuati numerosi controlli sui manifestanti e a una sessantina è stato imposto il divieto di entrare in città. Gli agenti hanno anche sequestrato materiale per l’occultamento del viso, coltelli e cacciaviti. I sospetti sono accusati di disordini e minacce alle autorità.

La città di Berna aveva annunciato lunedì che non avrebbe più tollerato manifestazioni non autorizzate. La polizia non ha potuto impedire il corteo di protesta perché altre persone non coinvolte nella manifestazione sarebbero state messe in pericolo, ha detto Reto Nause, responsabile della sicurezza all’agenzia di stampa Keystone-ATS. È stato difficile per la polizia identificare chi era presente per manifestare e chi stava semplicemente facendo acquisti, ha detto. “Il grande dispiegamento di forze si è rivelato purtroppo necessario”, ha aggiunto sottolineando che vi sono stati anche tafferugli tra oppositori delle restrizioni sanitarie e autonomisti di sinistra.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved