BENCIC B. (SUI)
0
ANISIMOVA A. (USA)
1
2 set
(2-6 : 4-4)
consiglio-nazionale-contrario-a-una-tassa-sui-biglietti-aerei
archivio Ti-Press
‘Prendere l’aereo oggi costa troppo poco’
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
12 ore

Lacune nel registro di Swisstransplant, Mister dati al lavoro

Possibili violazioni delle norme sulla privacy e dei requisiti di sicurezza. Adrian Lobsiger vuole vederci chiaro dopo le rivelazioni di ‘Kassensturz’
Svizzera
13 ore

Lupo in Svizzera, ‘consentire l’uccisione preventiva’

Anche la competente commissione del Consiglio degli Stati vuole poter regolare i branchi sul modello di quanto già avviene per lo stambecco
Svizzera
16 ore

Cade da un ponte di carico: un ferito a Thusis

L’uomo, un camionista 58enne, stava scaricando una turbina da neve quando ha perso l’equilibrio
Svizzera
17 ore

‘La regola delle 2G? È una restrizione ancora giustificata’

Virginie Masserey fa il punto alla situazione della pandemia in Svizzera. Infezioni ad alto livello ma stabili
Svizzera
18 ore

Coronavirus, in 24 ore 29’142 nuovi casi in Svizzera

Eseguiti 76’619 test. In crescita il numero di persone ospedalizzate (+125) e quello dei decessi (+14)
Svizzera
21 ore

Oltre duecento milioni di pacchi in un anno per la Posta

Più pacchi e meno lettere nel 2021 per il gigante giallo: il trend prosegue. Creati 809 impieghi con la nuova unità logistica
Svizzera
21 ore

Terriccio prende fuoco: principio d’incendio a Ruschein

A domare le fiamme sono stati i residenti del condominio. Polizia cantonale al lavoro per stabilire le cause del rogo
Svizzera
21 ore

Vendite per 13,25 milioni: fatturato record per Caritas

Künzler: ‘Ma la sfida resta quella di alleggerire il più possibile il budget delle persone con difficoltà finanziarie’
Svizzera
22 ore

Tavolino Magico, distribuite 5’182 tonnellate di alimenti

Contro il ‘food waste’, cifre in aumento del 14 per cento rispetto al 2019. Aiutate oltre 21mila persone in difficoltà
Svizzera
22 ore

Scarsa efficacia protettiva: mascherina ritirata dal mercato

La Suva richiama per conto della Procurement Corp Ag il dispositivo di protezione N95/Ffp2 della marca ‘Zg’
Svizzera
1 gior

I Cantoni sostengono proroga ‘2G’, ma solo fino a fine febbraio

Consultazione sulle misure del Consiglio federale: sì alla riduzione della durata del certificato sanitario, no all’insegnamento terziario a distanza
23.09.2021 - 18:070
Aggiornamento : 18:37

Consiglio nazionale contrario a una tassa sui biglietti aerei

La Camera del popolo ha anche rifiutato l’introduzione di un’imposta sul cherosene, bocciando nove iniziative cantonali sul tema

a cura de laRegione

‘No’ all’introduzione di una tassa sui biglietti aerei e ‘no’ anche a una imposta sul cherosene. Lo ha deciso oggi, 23 settembre, il Consiglio nazionale bocciando 9 iniziative cantonali in materia. “Siamo coscienti che i voli low cost sono problematici. Prendere l’aereo oggi costa troppo poco”, ha esordito il relatore commissionale Matthias Jauslin (Plr/Ag). Rincarare i biglietti con tasse che finirebbero nelle casse dello Stato non sarebbe però la migliore soluzione. Anche la proposta di una imposta sul cherosene non è una buona idea: la sua introduzione necessiterebbe un coordinamento a livello internazionale attualmente impossibile da raggiungere. Una sua applicazione unilaterale sarebbe poco opportuna: significherebbe imporre integralmente in Svizzera un volo Zurigo-New York quando la parte percorsa nei cieli elvetici è assai esigua, ha sostenuto Jauslin. Le iniziative oggi in discussione sono state inoltrate prima della votazione sulla legge sul CO2 – respinta dai cittadini lo scorso 13 di giugno – che pure prevedeva l’introduzione di una tassa sui biglietti aerei. Per questo motivo non è corretto riproporla ora, ha sostenuto l’argoviese invitando il plenum a rispettare la volontà del popolo. L’aviazione deve comunque assumersi le sue responsabilità. Ciò può avvenire tramite misure volontarie di riduzione del CO2 e, ha sostenuto Jauslin, “siamo convinti che lo farà”. L’altro relatore, Pierre-André Page (Udc/Fr), ha ricordato come la commissione abbia già deciso di depositare un postulato che chiede di illustrare come sia possibile ottenere un traffico aereo neutro in termini di emissioni di CO2 entro il 2050. Anche alla luce di questo atto parlamentare, appare prematuro decidere già oggi come il settore debba raggiungere gli obiettivi, ha precisato il friburghese.

Sinistra e centro ribadiscono la necessità della tassa

Secondo la minoranza – la sinistra sostenuta da parte del gruppo del Centro – per raggiungere tali obiettivi è invece necessario introdurre una tassa sui biglietti aerei e/o sul cherosene. L’aviazione è uno dei maggiori produttori di gas serra, ha ricordato Delphine Klopfenstein Broggini (Verdi/Ge). Per Priska Wismer-Felder (Centro/Lu) le rivendicazioni in discussione oggi non provengono esclusivamente dallo schieramento rosso-verde. La deputata ha citato l’esempio del Gran Consiglio del suo cantone, a chiara maggioranza borghese, che ha approvato una iniziativa per chiedere la tassa. Per Nadine Masshardt (Ps/Be) la Convenzione di Chicago del 1944 che esenta l’aviazione dalla tassa andrebbe rivista. La Confederazione deve adoperarsi a livello internazionale a tal fine. Non ha senso che il settore venga esentato dall’Iva, dalla tassa sul CO2 e dall’imposta sugli oli minerali contrariamente a tutti gli altri mezzi di trasporto, ha sostenuto la bernese. Circa le accuse di non rispettare l’esito della votazione sul CO2, Wismer-Felder ha sostenuto come la legge bocciata contenesse diverse misure e che non si può sapere con precisione quale di esse abbia comportato il suo affossamento. Klopfenstein Broggini, citando l’analisi Vox, ha detto che il ‘no’ era soprattutto diretto contro le misure previste per quel che concerne i riscaldamenti e i carburanti delle automobili. La votazione, ha poi precisato Masshardt, non riguardava in alcun modo un’eventuale tassa sul cherosene.

Gli argomenti della minoranza non hanno però fatto breccia: tutte le iniziative cantonali – di Ginevra, San Gallo, Lucerna, Vallese, Friburgo, Berna, Basilea Città, Neuchâtel e Basilea Campagna – sono state respinte, con un numero di ‘no’ compreso tra 94 e 98 voti e un numero di ‘sì’ oscillante tra 75 e 85 preferenze.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved