il-vaccino-johnson-johnson-in-arrivo-in-svizzera
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
40 min

La città di Berna autorizza un raduno contro il Covid Pass

Gli organizzatori della manifestazione hanno concordato piano di sicurezza e percorso del corteo, invitando a non partecipare a raduni non autorizzati
Svizzera
2 ore

Per la terza dose ‘la Svizzera non dovrà aspettare troppo’

Lo ha dichiarato Claus Bolte, capo della sezione autorizzazioni di Swissmedic. Probabile la somministrazione inizialmente solo alle persone a rischio
Svizzera
2 ore

Dalla Corea del Nord missile balistico verso il mar del Giappone

L’allarme è stato diffuso dai militari sudcoreani. Il missile è atterrato in mare senza fare danni né vittime
Svizzera
16 ore

San Gallo, hacker attaccano siti internet di Cantone e Città

Nuovo atto di pirateria informatica nei confronti di enti pubblici in Svizzera. La società hosting riesce a metterci una pezza, ma non basta
Svizzera
18 ore

Certificato Covid sulle piste da sci? Dubbi sulla fattibilità

Nulla di deciso per la stagione alle porte. Fa discutere l’applicabilità di una possibile imposizione da parte di Berna
Svizzera
18 ore

Rapperswil-Jona, trovati morti padre e figlia

La polizia sospetta che si tratti di un omicidio-suicidio. La ragazza aveva 12 anni, il padre 54
Svizzera
20 ore

Nei centri asilo federali violenze episodiche, non sistematiche

Queste le conclusioni del rapporto dell’ex giudice federale Oberholzer incaricato di verificare il ricorso a misure di coercizione sproporzionate
Svizzera
20 ore

In Svizzera 2’366 contagi nel weekend, 4 i decessi

Il tasso di replicazione del virus, il cui dato ha un ritardo di 10 giorni, torna a raggiungere la cifra di 1 che indica in genere un aumento dei contagi
Svizzera
21.09.2021 - 08:090
Aggiornamento : 10:01

Il vaccino Johnson&Johnson in arrivo in Svizzera

La Confederazione ha avvisato i Cantoni di prepararsi all’arrivo di circa 150’000 dosi di vaccino monodose. Un’alternativa per molte persone ancora scettiche

La Confederazione ha avvisato i Cantoni di prepararsi alla consegna del vaccino della casa farmaceutica Johnson & Johnson (J&J), sebbene il contratto non sia ancora stato firmato. È quanto riporta il Blick citando due fonti indipendenti. L’acquisto di 150’000 dosi di vaccino potrebbe essere concluso nei prossimi giorni, ma non si escludono ritardi in quanto Johnson&Johnson è considerato un partner commerciale “più difficile” rispetto agli altri produttori di vaccini mRna. Inoltre si attende anche una raccomandazione della Commissione federale per le vaccinazioni (FCV) circa la somministrazione.

Un’alternativa per gli scettici

Il direttore del Dipartimento dell’Interno Alain Berset ha dichiarato che il vaccino di Johnson&Johnson, oltre a costituire un rimedio per gli allergici (non un gran numero di persone), è anche un’alternativa per le persone ancora scettiche riguardo ai vaccini con tecnologia mRna di Pfizer e Moderna.

“A queste persone dovrebbe essere offerta un’alternativa", ha dichiarato al Blick il consigliere nazionale Plr Marcel Dobler. Se l’uso del vaccino J&J fosse un incentivo per convincere una parte importante della popolazione a vaccinarsi, "questo disinnescherebbe considerevolmente la situazione attuale”.

Le dosi acquistate potrebbero comunque essere più delle 150’000 previste: a spingere per la conclusione del contratto di acquisto è anche il fatto che il vaccino Johnson&Johnson è stato co-sviluppato a Bümpliz, nel canton Berna. Le dosi non necessarie, come sottolinea la presidente della Commissione Sanità al Nazionale Ruth Humbel, potrebbero poi essere consegnate alle organizzazioni internazionali.

Swissmedic, che ha già autorizzato il vaccino monodose J&J, conferma al Blick di ricevere giornalmente richieste da molte persone in merito.

Swissmedic, la terza dose e gli altri vaccini

Riguardo agli altri vaccini il cui utilizzo è in discussione, la Svizzera ha da tempo sottoscritto diversi contratti per il preparato di Novavax: tuttavia, la casa produttrice del vaccino, che non è a tecnologia mRna, non ha ancora presentato una domanda di autorizzazione a Swissmedic. Resta ancora senza autorizzazione il vaccino Astrazeneca, la cui cattiva fama però, sottolinea il Blick, rende tutto sommato meno problematica la mancata autorizzazione rispetto al vaccino Novavax. Anche la domanda di autorizzazione del vaccino di Curevac è in sospeso in quanto non soddisferebbe tutti i requisiti.

Il Blick rivela inoltre che Swissmedic sta esaminando le domande di Biontech/Pfizer e Moderna per la somministrazione della terza vaccinazione, che non dovrebbe comunque essere effettuata su larga scala almeno fino all’anno prossimo, essendo inizialmente limitata alle persone con un sistema immunitario compromesso.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved