i-cantoni-d-accordo-sull-inasprire-le-condizioni-d-entrata
Ti–Press
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
42 min

Firma digitale errata, salta commessa miliardaria Stadler Rail

Accolto un ricorso del concorrente Alstom per errore formale. È nulla l’ordinazione di Österreichischen Bundesbahnen riguardante 185 treni a due piani.
Svizzera
1 ora

Test Covid a pagamento o gratuiti? A Berna si cerca il compromesso

Il Consiglio federale, per evitare di mettersi del tutto contro il Parlamento, starebbe pensando a una soluzione intermedia. La questione sarà discussa venerdi
Svizzera
2 ore

Il Consiglio degli Stati vuole abolire il valore locativo

Risicata maggioranza a favore della controversa imposta. Ma il progetto sembra un colosso dai piedi d’argilla. Domande e risposte per capire la posta in gioco.
Svizzera
14 ore

Al vice di Ursula von der Leyen il dossier ‘Svizzera’

Il vicepresidente della Commissione Ue, lo slovacco Maros Sefcovic, subentra all’austriaco Johannes Hahn. Sarà lui la persona di contatto di Ignazio Cassis
Svizzera
16 ore

Sconfitta Nestlé: forma capsule Nespresso non può essere protetta

Respinto un ricorso dell’azienda con sede a Vevey (Vd) contro una decisione della giustizia vodese
Svizzera
16 ore

Svizzeri fermati in Germania con Covid Pass falsi

È avvenuto lo scorso fine settimana ma la polizia lo ha reso noto solo oggi. Aperta indagine per falsificazione di documenti
Svizzera
18 ore

A Palazzo federale col certificato Covid, pronte le basi legali

La misura, su cui le Camere delibereranno la prossima settimana, permetterà ai parlamentari di svolgere il proprio ruolo senza mascherine e plexiglas divisori
Svizzera
14.09.2021 - 20:030

I Cantoni d’accordo sull’inasprire le condizioni d’entrata

Esclusi dalle misure i frontalieri, i minori di 16 anni, i passeggeri in transito e gli autotrasportatori che attraversano la Svizzera

L’inasprimento delle condizioni per entrare in Svizzera proposto mercoledì scorso dal Consiglio federale corrisponde alla richiesta di diversi Cantoni, ha indicato oggi la Conferenza dei direttori cantonali della sanità (Cds). La consultazione lanciata dal governo su queste restrizioni termina domani.

“Alla luce dell’esperienza fatta dopo le vacanze estive, quando una parte considerevole delle nuove infezioni poteva essere attribuita a viaggiatori che rientravano in Svizzera, una discussione su regole d’entrata più severe deve avvenire prima delle vacanze autunnali”, ha sottolineato la Cds in una risposta a Keystone-ATS.

Per le persone che vogliono entrare in Svizzera non vaccinate e non guarite da un’infezione di Covid–19, il Consiglio federale ha avanzato mercoledì scorso due proposte che contemplano un doppio test a distanza di qualche giorno, oppure un tampone e quarantena. La Cds non ha voluto precisare quale variante sosterrebbe. Le nuove regole di viaggio entreranno presumibilmente in vigore il 20 settembre.

Frontalieri esclusi

La prima proposta prevede che le persone non vaccinate e non già contagiate e guarite dal Covid che entrano in Svizzera – indipendentemente dalla loro provenienza – debbano presentare un test negativo all’ingresso. In seguito, dai quattro ai sette giorni dopo l’arrivo in Svizzera, dovranno eseguire un altro test. Questo tampone sarà a pagamento, dovrà essere effettuato in Svizzera e il risultato sarà poi trasmesso al Cantone.

La seconda proposta, sulla falsa riga della prima, prevede che un test negativo debba obbligatoriamente essere presentato all’ingresso in Svizzera da una persona che non è né vaccinata, né guarita dal Covid. Invece di sottoporsi a un secondo test, i viaggiatori dovranno mettersi in quarantena per dieci giorni. La quarantena potrà essere ridotta dopo sette giorni sottoponendosi a un test (a pagamento) e ottenendo un risultato negativo.

Per entrambe le varianti proposte, chi arriva in Svizzera deve compilare il modulo di iscrizione elettronico (Passenger Locator Form). La misura vale per ogni metodo di entrata in Svizzera: a piedi, in bicicletta, in aereo, in treno, in nave, in autobus e in auto. I controlli saranno intensificati e, se necessario, saranno inflitte multe.

Sono invece esclusi da queste misure i frontalieri, chi ha meno di 16 anni, i passeggeri in transito e gli autotrasportatori che attraversano la Svizzera.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved