difesa-un-battaglione-cyber-contro-gli-attacchi-informatici
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
2 ore

Multe per il turismo della spesa, il Governo ammette errori

Le multe da 100 franchi elevate durante la prima fase della pandemia non avevano base legale. Il Consiglio federale ammette: “comunicazione insufficiente”
Svizzera
3 ore

Berset propone il certificato Covid anche con sierologico

Le persone guarite potrebbero ottenere il certificato con un test che dimostri la presenza di anticorpi nel sangue. Sarebbe però valido solo in Svizzera
Svizzera
18 ore

Berna, alpinista muore in un crepaccio

La caduta fatale è avvenuta domenica sullo Jungfraufirn. Il cadavere dell’escursionista recuperato solamente ieri
Svizzera
19 ore

Vaud, clima ostile al parco eolico di Sainte-Croix

L’avvio del cantiere preceduto da attacchi polemici e vandalismi ai danni di promotori e appaltatori dell’opera
Svizzera
20 ore

Verso l’abolizione del divieto per la cannabis

Via libera dalla Commissione sanità degli Stati per l’elaborazione di un progetto ad hoc
Svizzera
21 ore

‘Situazione sfavorevole, sgomberare il campo da false notizie’

Gli esperti evidenziano la ripresa dei contagi soprattutto nei cantoni con bassi tassi di vaccinazione. Occorre convincere gli indecisi e vigilare
Svizzera
22 ore

Gli ospedali fatturano prezzi eccessivi alle complementari

Secondo Mister Prezzi i nosocomi fanno pagare degli extra ai pazienti assicurati in reparto semi-privato o privato
Svizzera
22 ore

In Svizzera 1’240 contagi, cala l’occupazione in cure intense

Il tasso di positività sale al 5,32%. Le terapie intensive sono ora occupate da pazienti Covid al 13,30% e complessivamente al 68,50%
Svizzera
22 ore

In Svizzera si andrà a sciare senza certificato Covid

Lo comunica oggi l’associazione Funivie Svizzere. Gli sciatori dovranno indossare la mascherina nelle cabine e nei locali al chiuso. Ma l’Ufsp frena
Svizzera
1 gior

I ghiacciai svizzeri si riducono nonostante neve ed estate fresca

Perso l’1% del volume nel 2021 a causa del cambiamento climatico. Il ritiro progressivo non rallenta nonostante la perdita sia contenuta
Svizzera
1 gior

Camping Tcs, 2021 da incorniciare malgrado meteo estiva e Covid

In Ticino i pernottamenti nei campeggi sono aumentati del 60% rispetto al 2020, a livello nazionale del 30%. L’88% degli ospiti arriva dalla Svizzera
Svizzera
1 gior

La città di Berna autorizza un raduno contro il Covid Pass

Gli organizzatori della manifestazione hanno concordato piano di sicurezza e percorso del corteo, invitando a non partecipare a raduni non autorizzati
Svizzera
01.09.2021 - 14:590
Aggiornamento : 17:50

Difesa, un battaglione cyber contro gli attacchi informatici

L'esercito potenzierà la protezione dalle minacce informatiche con un battaglione e un Comando ad hoc aumentando il numero degli effettivi della milizia

Potenziare la cyberdifesa dell'esercito grazie a un Comando ad hoc e ampliando gli effettivi della milizia in questo settore. Sono gli obiettivi di una serie di modifiche legali e organizzative elaborate dal Consiglio federale, che ha trasmesso oggi al parlamento il messaggio in merito.

"Non passa giorno senza che si registri un attacco informatico e per questo è ancor più necessario che l'esercito protegga in modo ancor più efficace i suoi sistemi informatici contro le intrusioni", ha affermato la consigliera federale Viola Amherd in conferenza stampa a Berna.

Lo sviluppo in questo senso delle forze armate è iniziato nel 2018 e durerà fino al 31 dicembre 2022, ricorda una nota del governo, precisando che sin dall'inizio si è visto come in singoli ambiti occorrano adeguamenti, in parte già avviati con misure correttive interne. In alcuni settori è però necessaria una revisione della legge militare (LM), dell'ordinanza dell'Assemblea federale sull'organizzazione dell'esercito (OEs) e di altre basi legali.

Comando Cyber

Vista l'attuale situazione di minaccia, dal 2024 il Consiglio federale intende in particolare trasformare la Base d'aiuto alla condotta (BAC) in un Comando Cyber. La digitalizzazione e la conseguente modernizzazione e interconnessione di tutti i sistemi dell'amministrazione militare e dell'esercito avanzano a grandi passi e serve un'architettura informatica uniforme di livello elevato e l'utilizzo di applicazioni TIC standardizzate, viene spiegato nella nota.

Parallelamente aumentano notevolmente le sfide nell'ambito della cyberprotezione. Il futuro Comando Cyber dovrà fornire le capacità chiave militari negli ambiti "monitoraggio della situazione", "cyberdifesa", "prestazioni TIC", "aiuto alla condotta", "crittologia" e "guerra elettronica".

Battaglione cyber

Negli anni a venire l'esercito prevede inoltre di aumentare gli effettivi di personale nel settore cyber. Dal primo gennaio 2022 verranno creati un battaglione cyber e uno stato maggiore specializzato cyber e l'effettivo della milizia verrà quindi aumentato dagli attuali 206 a 575 militari.

Per migliorare ulteriormente la qualità dell'istruzione degli specialisti cyber di milizia, l'istruzione in seno all'esercito sarà integrata da uno stage in cooperazione con partner esterni. In questo modo sarà possibile approfondire e ampliare le capacità apprese e successivamente farne beneficiare l'esercito.

Prendendo l'esempio di Rolle, nel canton Vaud, recentemente vittima di un cyberattacco, un Comune potrebbe chiedere aiuto all'esercito se non dovesse riuscire a risolvere il problema con i mezzi civili, ha precisato la ministra della Difesa rispondendo a una giornalista.

Aviazione militare

Attualmente la Svizzera non dispone per l'aviazione militare di alcuna organizzazione paragonabile all'Ufficio federale dell'aviazione civile (UFAC). Con il suo progetto il governo vuole ora creare le basi legali per un'Autorità dell'aviazione militare che garantisca la sicurezza delle Forze aeree.

In particolare si dovranno evitare eventi imprevisti o incidenti nello spazio aereo o garantire meglio la vigilanza e la regolamentazione dell'aviazione militare. A tale scopo è necessario un adeguamento della legge sulla navigazione aerea.

Manifestazioni civili

Il Consiglio federale intende pure potenziare l'appoggio a manifestazioni civili da parte dell'esercito, impiegando anche le reclute nell'istruzione di base e non solo i militari in ferma continuata o i militari nei corsi di ripetizione.

Per manifestazioni di importanza nazionale o internazionale, l'esercito potrà inoltre fornire prestazioni in misura limitata anche senza una sostanziale utilità per l'istruzione o l'esercitazione. Con questa deroga il Consiglio federale tiene conto del fatto che questi eventi non potrebbero praticamente più essere organizzati senza l'appoggio dell'esercito.

La revisione comprende ulteriori modifiche relative ai militari in ferma continuata, al servizio d'appoggio, oppure ai compiti nel contesto di minaccia odierno, ai diritti e agli obblighi dei militari così come alla sanità militare. Infine, assicura l'esecutivo, sarà ottimizzata anche la valutazione del potenziale di minaccia o di abuso da parte dei militari in occasione del reclutamento e della consegna dell'arma.

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved