WAS Capitals
SJ Sharks
01:00
 
COB Jackets
CAL Flames
01:00
 
TOR Leafs
ANA Ducks
01:00
 
Detroit Red Wings
CHI Blackhawks
01:30
 
l-iniziativa-99-e-anti-imprenditoriale
Keystone
Si vota il 26 settembre
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
5 ore

‘In Svizzera le misure di gestione del lupo sono efficaci’

Secondo uno studio l’abbattimento di singoli esemplari ha permesso di ridurre le predazioni. Valutato positivamente anche l’impiego dei cani da pastore.
Svizzera
6 ore

Processo Vincenz: ‘Un Tour de Suisse nei locali a luci rosse’

È iniziata la requisitoria del Ministero pubblico al Tribunale distrettuale di Zurigo, dove da ieri è alla sbarra l’ex Ceo di Raiffeisen
Svizzera
7 ore

Più di 1’100 terremoti registrati lo scorso anno in Svizzera

Il Servizio sismico svizzero (Sed) fornisce cifre leggermente inferiori a quelle degli anni precedenti: ad aumentare, quelli mediamente forti.
Svizzera
9 ore

Lavoro ridotto, prorogate misure e tutela per soggetti al 2G+

Le aziende alle quali le autorità hanno imposto l’obbligo 2G potranno far valere il diritto all’indennità di lavoro ridotto
Svizzera
10 ore

Il Consiglio federale non andrà a Pechino per le Olimpiadi

A causa dell’incerta situazione pandemica, l’Esecutivo ha reso noto oggi di aver deciso di non presenziare ai Giochi olimpici e paralimpici invernali
Svizzera
10 ore

‘Gravi lacune nelle perizie degli esperti dell’Ai’

Inclusion Handicap punta il dito contro istituti ed esperti che non soddisfano requisiti di base per garantire la qualità della valutazione
Svizzera
10 ore

Dall’energia solare 15 volte più elettricità entro il 2050

Swissolar presenta un piano in 11 punti per l’espansione del fotovoltaico. Il presidente Grossen: ‘Occorre costruire di più e più rapidamente’.
Svizzera
11 ore

In Svizzera il balzo dei contagi non spinge sulle cure intense

Resta stabile intorno a un quarto dei posti letto totali, la presenza di pazienti Covid nei reparti per i pazienti più gravi. Segnalati 13 decessi
Svizzera
13 ore

Pene più severe per il traffico di piante e animali protetti

Dal 1° marzo chi commercia illegalmente specie protette a livello internazionale rischierà il carcere fino a 5 anni
Svizzera
1 gior

Non sottovalutare la velocità della slitta, e il casco sempre

È la raccomandazione dell’Ufficio prevenzione infortuni per evitare fratture, ferite o lesioni più gravi
Svizzera
1 gior

Pierin Vincenz non si sente colpevole

L’ex Ceo di Raiffeisen prende la parola nel primo giorno del processo che lo vede imputato per diversi reati. Respinte le richieste di rinvio
Svizzera
1 gior

Una settimana fa 7’516 positivi in meno in Svizzera

Nelle ultime 24 ore, si sono registrati 36’658 nuovi casi di coronavirus, 12 decessi e 121 ricoverati in ospedale
Svizzera
1 gior

‘Allentamenti? Troppo presto, possibili 100’000 casi al giorno’

La task force Covid-19 mette in guardia dall’eccesso di ottimismo e dalla revoca troppo affrettata delle misure di protezione
19.08.2021 - 19:500

L’iniziativa 99% è ‘anti-imprenditoriale’

Ampia alleanza dei partiti borghesi e dell’economia contro la proposta della Giso. Chiesa (Udc) si scaglia contro imporre ‘l’ideologia radicale’.

a cura de laRegione

Berna – Un’ampia alleanza, costituita dai partiti borghesi e da esponenti dell'economia, è scesa in campo oggi per combattere la cosiddetta "iniziativa 99%" della Gioventù socialista (GISO), che vuole tassare al 150% (e non più al 100%) una parte del reddito da capitale. Il testo, sottoposto a votazione il prossimo 26 settembre, è assolutamente "anti-imprenditoriale", sostengono gli oppositori.

Gli argomenti di questo comitato, composto di esponenti di UDC, PLR, Partito liberale, Alleanza del Centro, Verdi liberali (PVL) nonché economiesuisse - l'associazione che rappresenta, tra le altre, le grandi imprese elvetiche -, sono analoghi a quelli presentati lo scorso 10 agosto, in due conferenze stampa distinte, da un comitato economico e dal responsabile del Dipartimento federale delle finanze Ueli Maurer.

La riforma colpirebbe principalmente le piccole e medie imprese (PMI), le start up, i proprietari di case, gli agricoltori e i piccoli investitori, ha indicato oggi in una conferenza stampa a Berna il comitato, secondo cui l'iniziativa - correttamente denominata "Sgravare i salari, tassare equamente il capitale" - rappresenta una "truffa" che indebolisce le aziende.

GISO: più imposte per i più ricchi

La proposta di modifica costituzionale mira ad aumentare le imposte per i più ricchi in modo da sgravare i piccoli e medi redditi, ovvero, stando alla GISO, quelli del 99% della popolazione. Per assicurare una migliore distribuzione della ricchezza, l'iniziativa prevede un'imposizione del 150% della parte del reddito da capitale - come interessi, dividendi, utili sulle azioni o affitti (una volta dedotti i costi di manutenzione e gestione) - superiore a una soglia definita per legge e non precisata nel testo.

I particolari andrebbero appunto disciplinati nella norma d'applicazione. Per garantire che i piccoli risparmiatori non vengano danneggiati, i promotori dell'iniziativa evocano un importo esente dalla nuova imposta di 100'000 franchi. Fino a questo importo, il reddito sarebbe tassato normalmente, mentre l'importo superiore sarebbe tassato una volta e mezzo di più: 1 franco verrebbe così tassato come 1 franco e 50 centesimi.

Classe media penalizzata

"Abbiamo a che fare con un progetto che comporta notevoli rischi per la nostra economia e la nostra società", ha detto il presidente dell'UDC Marco Chiesa. "Ancora una volta, i giovani socialisti vogliono imporre la loro ideologia radicale alla classe media".

Contrariamente a quanto affermato dalla GISO, se l'iniziativa venisse adottata, non sarebbero i più ricchi a dover pagare, ma la classe media, la popolazione rurale e le PMI, ha sostenuto il consigliere agli Stati ticinese.

Agricoltori chiamati alla cassa

"Anche gli agricoltori sono imprenditori", ha aggiunto il consigliere nazionale del Centro Thomas Rechsteiner. Quando i contadini cederanno le loro fattorie, il prezzo della cessione aumenterà per via della nuova tassa. "La stabilità della fiscalità è una necessità per le imprese. A mio parere, questa iniziativa scritta male lascia troppe domande senza risposta", ha affermato il deputato di Appenzello Interno.

Gli ha fatto eco il consigliere nazionale liberale radicale Christian Lüscher: "Durante i miei quattordici anni in parlamento, non ho mai letto un testo d'iniziativa così mal formulato". Con le ambiguità che comporta, l'iniziativa potrebbe anche essere "un pericolo per i proprietari di case", ha detto il ginevrino. La vendita della propria proprietà potrebbe essere colpita dalla nuova tassa. "Sarebbe un massacro".

Protezione del clima invece di tasse

Dal canto suo, il vicepresidente del PVL Michel Matter ha sostenuto che gli investimenti delle imprese nella protezione del clima sarebbero rallentati con l'adozione dell'iniziativa. "Se venisse riscossa una tassa supplementare, ci sarebbero meno investimenti in misure climatiche assolutamente necessarie", ha dichiarato il consigliere nazionale ginevrino.

Infine, Monika Rühl, direttrice di economiesuisse, ha sostenuto che l'adozione dell'iniziativa renderebbe anche più difficile la cessione delle aziende. "Dato che con la nuova tassa le acquisizioni di imprese diventeranno più costose, gli imprenditori, per lo più giovani, dovranno indebitarsi ancora di più e potrebbero veder fallire i loro progetti".

In realtà, con un tale testo d'iniziativa, non è possibile stabilire chi potrebbe essere colpito dall'aumento delle tasse. "Avremo un enorme problema politico con un'iniziativa popolare così vagamente formulata", ha detto Rühl. "In realtà non sappiamo nemmeno su cosa stiamo votando".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved