GOLUBIC V. (SUI)
ZHANG S. (CHN)
06:15
 
STL Blues
5
NAS Predators
3
fine
(2-2 : 2-0 : 1-1)
VEGAS Knights
3
PIT Penguins
2
2. tempo
(3-0 : 0-2)
test-per-i-sanitari-bianchi-ci-stiamo-gia-pensando
Ti-Press
Bianchi (Dss)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
11 ore

I Cantoni sostengono proroga ‘2G’, ma solo fino a fine febbraio

Consultazione sulle misure del Consiglio federale: sì alla riduzione della durata del certificato sanitario, no all’insegnamento terziario a distanza
Svizzera
12 ore

Vent’anni di prigione per l’assassino di Yverdon

Un giovane, oggi ventiduenne, riconosciuto colpevole di avere ucciso un ventunenne con un colpo alla testa, per questioni di droga
Svizzera
15 ore

In Svizzera più contagi ma ricoveri stabili e meno decessi

Continua a scendere il tasso di riproduzione del virus, oggi a 1,12. Rispetto a lunedì scorso, circa 4’000 casi in più ma stesso numero di ricoveri
Svizzera
15 ore

Scuola reclute invernale al via tra severe misure di protezione

Parte dei militi verrà istruita da casa nelle prime 3 settimane. L’entrata in servizio è preceduta da un test Covid. Aumenta la quota di donne
Svizzera
21 ore

Stadler si aggiudica la commessa più importante della sua storia

Il costruttore ferroviario turgoviese ha siglato un contratto che potrà raggiungere i 4 miliardi di euro per un consorzio austro-tedesco
Svizzera
22 ore

Violò quarantena, lascia il presidente del Cda di Credit Suisse

António Horta-Osório, in carica da meno di un anno, non aveva rispettato gli obblighi di quarantena al rientro da un viaggio all’estero
Svizzera
1 gior

Appesero lo striscione ‘Kill Erdogan’, da martedì a processo

I quattro imputati, chiamati a presentarsi davanti alla giustizia bernese, nel 2017 protestarono durante una manifestazione per la democrazia in Turchia
Svizzera
1 gior

Grigioni, sciatore 23enne muore a Grüsch

Il giovane si era avventurato con un amico in una zona ripida e boscosa attorno alle 22.30 di sabato. È stato trovato senza vita nel Pendlatobel
Svizzera
1 gior

Appenzello Esterno: si addormenta in auto e finisce sui binari

Il giovane, un 22enne, era ubriaco. Nessuno è rimasto ferito ma i danni sono ingenti, ha comunicato oggi la polizia cantonale
Svizzera
1 gior

Grigioni, automobilista ubriaco causa incidente

Il fatto è successo stamattina a Coira. Un allievo conducente ha perso il controllo del suo veicolo uscendo da una rotatoria
Svizzera
1 gior

Sostegno ai media, diverse personalità si attivano per il ‘sì’

Sono oltre 100 i personaggi che hanno accolto ‘l’Appello urgente’ per una democrazia non fatta solo di opinioni, ma anche di conoscenze
Svizzera
1 gior

Cassis a Berlino per incontrare Scholz, Baerbock e Steinmeier

Il presidente della Confederazione giovedì sarà in Germania per dialogare con i vertici del Governo tedesco
Svizzera
1 gior

Gli esperti: ‘Un registro anche per i casi di long-Covid’

Più aumenta il numero di contagi in Svizzera e maggiore è il rischio di danni a lungo termine, si legge sulla stampa domenicale
Svizzera
1 gior

L’onda d’urto dell’eruzione del Tonga arriva anche in Svizzera

Dai grafici dell’Ufficio federale di meteorologia e climatologia si vede una variazione netta e molto breve della pressione tra le 19.00 e le 21.00.
28.07.2021 - 20:550

Test per i sanitari, Bianchi: ci stiamo già pensando

Berna raccomanda ‘urgentemente’ ai cantoni di intervenire nel settore sanitario. Il funzionario dirigente del Dss: ragionevolmente da inizio autunno.

Gli operatori sanitari non vaccinati dovrebbero sottoporsi a test obbligatori contro il Covid-19. È quanto raccomanda la Confederazione ai cantoni, oltre all’obbligo per i visitatori di presentare un certificato valido all’ingresso di ospedali, case di cura e strutture di assistenza. Il Consiglio federale, dal canto suo, rinuncia per il momento ad adottare ulteriori misure generali per arginare la diffusione della malattia, in un senso (restrizioni) come nell’altro (allentamenti). La situazione è buona ma la “dinamica negativa”, ha twittato ieri il ministro della Sanità Alain Berset, evocando l’“incertezza” dettata in particolare dai rientri dalle vacanze.

In una lettera inviata ai cantoni, l’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) ha elencato varie proposte per arginare la diffusione del coronavirus. Lo ha annunciato lo stesso ufficio sul suo sito web, come riferito dall’agenzia Keystone-Ats. La Confederazione chiede ai cantoni di adottare, nelle prossime settimane, provvedimenti in vari settori per proteggere i bambini, i giovani e le persone particolarmente a rischio.

Tra le altre cose, i cantoni dovrebbero portare avanti la campagna di vaccinazione, intensificare i controlli per garantire il rispetto dell’obbligo del certificato e imporre test nelle scuole. Gli asintomatici, secondo l’Ufsp, contribuiscono in maniera importante alla diffusione del virus. I test rappresentano quindi un complemento necessario alla vaccinazione e al piano di protezione.

Raccomandazione urgente

La Confederazione raccomanda inoltre “urgentemente” ai cantoni di dichiarare obbligatori i test ripetuti per i professionisti della salute non vaccinati e non ancora guariti negli ospedali, nelle case di cura, nelle strutture di assistenza e nelle organizzazioni Spitex. Inoltre, le visite agli ospedali, alle case di cura e alle strutture di assistenza dovrebbero essere possibili solo con il certificato Covid.

La raccomandazione dell’Ufsp non coglie di sorpresa Paolo Bianchi, direttore della Divisione della salute pubblica in seno al Dipartimento ticinese della sanità e della socialità. «È una misura che come Dss abbiamo già preso in considerazione e che si sta approfondendo – afferma Bianchi interpellato dalla ‘Regione ‘ –. È chiaro che la raccomandazione dell’Ufficio federale è per noi un ulteriore motivo per introdurre in Ticino, dopo le necessarie verifiche, l’obbligo di test ripetuti per il personale sanitario non vaccinato. Una misura ragionevole, proporzionata e che può favorire la protezione in contesti comunque potenzialmente a rischio per la fragilità delle persone in cura». Una misura, aggiunge Bianchi, che «per l’operatore sanitario non è incisiva come l’obbligo di vaccinazione di cui si discute e per il quale ci sarebbe ad ogni modo la base legale». L’obbligo dei test per i sanitari «segue in fondo la stessa logica dei certificati richiesti per le grandi manifestazioni».

Quando pensate di introdurre la misura e dare quindi seguito alla raccomandazione di Berna? «L’inizio dell'autunno è un termine ragionevole – sostiene il responsabile della Divisione –. Fortunatamente, al momento non abbiamo questa grande premura, nel senso che per quanto riguarda le case per anziani e gli anziani in generale la situazione epidemiologica è ancora buona e le ospedalizzazioni riguardano esclusivamente persone non vaccinate e in generale non anziane. Insomma, non c’è una situazione epidemiologica che ci impone di agire dall’oggi al domani. L’obiettivo ultimo resta l’adesione alla campagna vaccinale, se non di tutto, della gran parte del personale sanitario. Questa misura potrebbe essere anche un incentivo indiretto alla vaccinazione». 

Né giro di vite, né allentamento

Nonostante l’incremento delle nuove infezioni, dovute soprattutto alla variante Delta, il Consiglio federale non intende inasprire le misure generali. Non sono però nemmeno soddisfatte le condizioni per revocare le restanti misure di tutela ancora in vigore: il motivo principale è che l’obiettivo del governo di vaccinare entro fine luglio tutti coloro che vogliono essere vaccinati non è stato raggiunto, sottolinea l’Ufsp in articolo pubblicato ieri da vari quotidiani svizzerotedeschi del gruppo Tamedia.

Globalmente, la situazione generale è ancora buona e praticamente tutti i valori attuali sono ancora assai distanti dalle soglie fissate dal governo per far scattare ulteriori restrizioni, scrive l’Ufsp. Tuttavia, lo sviluppo della pandemia deve continuare ad essere monitorato a causa della variante Delta. L’esecutivo affronterà il dossier nel corso della prima seduta dopo le vacanze, l’11 agosto.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved