legge-co2-chiara-reazione-d-orgoglio-nelle-zone-rurali
Keystone
Marchesi
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
7 ore

Al vice di Ursula von der Leyen il dossier ‘Svizzera’

Il vicepresidente della Commissione Ue, lo slovacco Maros Sefcovic, subentra all’austriaco Johannes Hahn. Sarà lui la persona di contatto di Ignazio Cassis
Svizzera
9 ore

Sconfitta Nestlé: forma capsule Nespresso non può essere protetta

Respinto un ricorso dell’azienda con sede a Vevey (Vd) contro una decisione della giustizia vodese
Svizzera
10 ore

Svizzeri fermati in Germania con Covid Pass falsi

È avvenuto lo scorso fine settimana ma la polizia lo ha reso noto solo oggi. Aperta indagine per falsificazione di documenti
Svizzera
12 ore

A Palazzo federale col certificato Covid, pronte le basi legali

La misura, su cui le Camere delibereranno la prossima settimana, permetterà ai parlamentari di svolgere il proprio ruolo senza mascherine e plexiglas divisori
Svizzera
12 ore

Più calma la situazione Covid in Svizzera, ma non in cure intense

L’età media dei contagiati più bassa e la diminuzione dei rientri dalle vacanze causano un calo dei ricoveri, ma le terapie intensive sono ancora sotto pressione
Svizzera
13 ore

Sul Glacier Express, ‘biglietti e certificato Covid, prego’

Il treno panoramico che collega Zermatt a St. Moritz attraverso le Alpi è considerato un ristorante e come tale sottostà alle relative regole
Svizzera
13 ore

In Svizzera 1’235 contagi in 24 ore, cala la pressione ospedaliera

Il tasso di riproduzione del virus si mantiene sotto l’1. Il livello dei contagi è inferiore rispetto a quello della scorsa settimana
Svizzera
14 ore

Svizzera campione mondiale dell’innovazione: lo dice l’Ompi

Per la graduatoria stilata dall’Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale, la Confederazione si mette di nuovo alle spalle Svezia, Usa e Regno Unito
Svizzera
15 ore

Turismo della spesa, si discute la riduzione della franchigia

Accolti agli Stati tre testi volti a risolvere per via fiscale il problema degli acquisti all’estero abbassando la soglia di esenzione
Svizzera
15 ore

Reddito di base incondizionato, spunta un altro progetto

L’iniziativa propone di inserire il principio di un reddito di base per tutti nella Costituzione ma lascia alla legge il compito di regolarne l’ammontare
Svizzera
13.06.2021 - 16:410

Legge CO2, ‘chiara reazione d’orgoglio nelle zone rurali’

Il consigliere nazionale Piero Marchesi analizza il ‘no’ alla normativa respinta dal 51% della popolazione. E spiega cosa intende fare l’Udc in ambito climatico.

La campagna ha affossato la legge sul CO2: Piero Marchesi, consigliere nazionale Udc, il vostro messaggio ha fatto breccia. Soddisfatto?

Sì. C’è stata una reazione chiara, d’orgoglio, nelle campagne. Perché se è facile dire ‘utilizzate i mezzi pubblici’ in città, non lo è nelle zone periferiche. Poi i cittadini hanno ben capito che queste tasse non erano necessarie. La Svizzera è un Paese modello per quanto riguarda il rispetto dell’ambiente e del clima. Produciamo un millesimo delle emissioni di CO2 nel mondo e dobbiamo autotassarci? Queste tasse sarebbero servite solo a far crescere le entrate dello Stato, a nient’altro.

La legge attuale è insufficiente. L’Ufficio federale dell’ambiente afferma che non raggiungeremo l’obiettivo di riduzione 2020. Per voi invece si può andare avanti così?

Una premessa. Le emissioni di CO2 pro capite sono state ridotte del 24% negli ultimi vent’anni, una riduzione vanificata però dalla grande immigrazione: 2 milioni di persone dal 1990 a oggi. No, non è che va bene così. L’attuale legge sul CO2 è molto chiara. 

Scade però a fine anno. Dopo?

Bisognerà discuterne nuovamente in Parlamento. È chiaro che adesso le ambizioni del fronte rosso-verde – con il Centro e il Plr – dovranno essere ridimensionate. Non potranno tornare con altre proposte simili. Occorrerà promuovere maggiormente il progresso tecnologico, anziché far leva su tasse che i cittadini non vogliono.

Dopo il ‘no’ odierno l’Udc ha una responsabilità particolare. Avete un piano B?

Sì. Negli ultimi mesi abbiamo proposto una serie di misure in ambito climatico. Ripeto: la priorità dev’essere incentivare l’innovazione tecnologica e la ricerca. La Svizzera è sempre stato un Paese all’avanguardia da questo punto di vista. Agendo su questo binario ne trarremo dei benefici economici ed occupazionali.

E in settori come quelli dell’aviazione dei trasporti, dove il potenziale di miglioramento è particolarmente importante?

Anche qui è la tecnologia l’elemento chiave. Ci sono ad esempio aziende che stanno sviluppando – anche nell’aviazione – carburanti con un minor impatto climatico. Ancora una volta: è il progresso – non certo le tasse – ad essere determinante per una migliore qualità di vita e l’ambiente. Prenda il nucleare: gli ecologisti nei paesi scandinavi sono aperti alle nuove tecnologie ‘pulite’ nel settore del nucleare. Mettere un limite alla tecnologia, o non promuoverla in modo deciso, è sbagliato.

Ancora oggi il presidente dell’Udc Marco Chiesa ha definito «socialista» questa legge. Per voi l’iniziativa dev’essere lasciata al privato?

Un ruolo decisivo in questo senso l’avrà certamente l’iniziativa privata, sostenuta nei modi e con gli strumenti giusti dall’ente pubblico. Penso in particolare ad agevolazioni fiscali per le aziende.

Niente nuove tasse, né un potenziamento di quelle esistenti; così come nessun divieto. Sono queste le linee rosse per l’Udc?

Esatto. No a divieti, no a tasse. Sì invece a stimoli all’innovazione tecnologica, che crea indotto e posti di lavoro in Svizzera.

 

 

 

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved