accordo-quadro-ecco-il-piano-b-dell-usam
Keystone
Regazzi (al centro) con Bigler (sin.) e Berdoz
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
44 min

Vladimir Putin è arrivato a Ginevra

Il presidente russo ha rifiutato il protocollo di arrivo e non è stato dunque accolto da nessuna autorità ufficiale
Svizzera
2 ore

Il pacchetto dei media pronto per la votazione finale

I due rami del Parlamento si sono già messi d'accordo per quanto riguarda il sostegno ai giornali con riduzioni sulla spedizione
Svizzera
16 ore

Accordo commerciale al centro dell'incontro Biden-Parmelin

Per il presidente della Confederazione l'intesa permetterebbe a Berna e Washington di ampliare ulteriormente le loro 'fruttuose relazioni economiche'
Svizzera
17 ore

Politica europea, miliardo di coesione forse in autunno

Il Nazionale alle prese con la fine dell’accordo quadro e il futuro della via bilaterale. Il contributo svizzero potrebbe essere sbloccato dopo l’estate.
Svizzera
19 ore

Il presidente Usa Joe Biden è a Ginevra

Biden è atterrato con l'Air Force One intorno alle 16, accolto dal presidnete della Confederazione Guy Parmelin
Svizzera
21 ore

Il vaccino protegge per almeno un anno

Lo ha annunciato ai media Virginie Masserey dell'Ufsp. Resta l'incognita della variante Delta, tenuta attualmente sotto controllo
Svizzera
23 ore

In Svizzera 243 contagi giornalieri, 2 i decessi

Ancora in calo tutti gli indicatori della pandemia. Tasso di positività all'1,36%
Svizzera
1 gior

Casse malattia, 'riduzione riserve resti volontaria'

È quanto sostiene il Consiglio degli Stati che oggi ha respinto dieci iniziative cantonali in tal senso
Svizzera
1 gior

Swiss, 500 licenziamenti anziché i 780 previsti

La compagnia aerea comunica che a seguito della procedura di consultazione con i rappresentanti del personale è stato possibile ridurre la cifra
Svizzera
1 gior

In Svizzera oltre 2'000 morti l'anno per infortuni non lavorativi

570'000 persone ogni anno si feriscono in casa o nel tempo libero, 2'030 di esse perdono la vita, come comunica l'Ufficio prevenzione infortuni
Svizzera
17.05.2021 - 15:140
Aggiornamento : 16:04

Accordo quadro, ecco il piano B dell’Usam

Meno regolamentazioni, diritto del lavoro più flessibile, modernizzazione dell’accordo di libero scambio. Obiettivo: mantenere la competitività della Svizzera.

Berna – L'attuale progetto di accordo istituzionale con l'Unione europea nuocerebbe alla competitività della Svizzera perché implica regolamentazioni onerose e l'abbandono della sovranità. Secondo l'Unione svizzera arti e mestieri (Usam), anche senza questa intesa è possibile garantire la prosperità delle imprese elvetiche, in particolare riducendo i costi aziendali e flessibilizzando il mercato del lavoro.

Il consigliere nazionale Fabio Regazzi (Centro), presidente dell'Usam, ritiene che allo stato attuale l'accordo quadro sia inadeguato. Non a caso, ha fatto notare, molti settori economici e cantoni hanno fin da subito sottolineato le criticità del progetto: il ruolo della Corte di giustizia europea nella risoluzione delle controversie, l'indebolimento delle misure di accompagnamento a protezione del mercato del lavoro, la direttiva sulla cittadinanza europea e la clausola della "ghigliottina".

L'accesso al mercato interno dell'Ue è sicuramente un elemento importante per la competitività, ma "se è possibile solo adottando costosi regolamenti europei e rinunciando ai punti di forza e alla sovranità della Svizzera, allora è controproducente". "Corriamo il rischio di perdere il nostro vantaggio concorrenziale", ha aggiunto Regazzi nel corso di una conferenza stampa.

‘Dinamizzare il mercato interno’

Mantenere e rafforzare la competitività deve essere un obiettivo primario ed è possibile raggiungerlo anche senza accordo istituzionale secondo l'Usam. "La via maestra è dinamizzare il mercato interno, in concomitanza con il posizionamento internazionale della Svizzera", afferma il direttore dell'organizzazione Hans-Ulrich Bigler.

A suo avviso il modo più efficace per promuovere la produttività delle imprese è quello di introdurre un freno ai costi di regolamentazione. L'Usam chiede quindi che i progetti di legge che comportano costi di regolamentazione particolarmente elevati o che riguardano più di 10mila imprese debbano essere approvati dal Parlamento con una maggioranza qualificata.

Adattare il diritto del lavoro

Un'altra pietra miliare del programma dell'Usam è l'adattamento del diritto del lavoro. La legge deve essere adeguata "alle realtà di un mondo del lavoro sempre più digitale e flessibile". La digitalizzazione - ha aggiunto Bigler - potrà avvantaggiare le Pmi solo se avviene in un contesto ambiente libero applicando il principio: "Tutto ciò che non è espressamente vietato o regolato dalla legge è permesso".

Quanto alle assicurazioni sociali, secondo il direttore dell'Usam è necessario stabilire un equilibrio fra le prestazioni e il finanziamento perché "l'aumento dei costi salariali accessori e delle imposte sul valore aggiunto è dannoso per la competitività dell'economia svizzera".

Modernizzare l’accordo del 1972

In merito ai rischi di isolamento o ritorsioni, il vicepresidente dell'Usam André Berdoz ha sottolineato che Bruxelles ha interesse a modernizzare l'accordo di libero scambio del 1972, poiché la Svizzera importa da vari paesi membri ed è il nono mercato di esportazione della Germania. E con il "miliardo di coesione", Berna dispone di "una leva" per ottenere compromessi dall'Ue, ad esempio per garantire la partecipazione ai programmi di ricerca. "Il futuro internazionale della Svizzera è sicuro, anche se i negoziati sul presente accordo quadro falliscono", ha concluso Berdoz.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved