il-giuramento-di-34-guardie-svizzere
La cerimonia (Keystone)
+4
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

Con l’auto tra le bancarelle del mercato. Un ferito grave

A Ginevra un trentenne ha perso il controllo della vettura. In corso le indagini per capire se all’origine via sia un consumo eccessivo di alcool o droga.
Svizzera
2 ore

Plr: uno status di protezione più orientato al futuro rimpatrio

Durante l’assemblea dei delegati di oggi si parlerà di guerra, dell’aumento del budget dell’esercito e dell’imposta preventiva
Svizzera
18 ore

Tunnel del Gottardo riaperto, due feriti gravi nell’incidente

Un’auto ha invaso la corsia opposta schiantandosi contro un camion, una delle cui ruote si è staccata colpendo un’altra vettura
Svizzera
19 ore

Il duello fratricida Maillard/Nordmann potrebbe non esserci

Candidatura al Consiglio degli Stati, fra i due socialisti vodesi sarebbe stato trovato un accordo. La ‘soluzione’ verrà presentata sabato ai delegati
Svizzera
20 ore

Comm. Ambiente degli Stati: neutralità climatica entro il 2050

La Commissione raccomanda al plenum di approvare il controprogetto indiretto all’iniziativa ‘Per un clima sano (Iniziativa per i ghiacciai)’
Svizzera
20 ore

Moderna fa domanda di estensione per il vaccino contro Omicron

Il vaccino ambivalente contiene mRNA messaggero sia per la proteina spike del ceppo di Wuhan sia per quella delle varianti Omicron
Svizzera
21 ore

Zurigo, studenti alla guida dei tram: rabbia del sindacato

La Vpod: ‘Flessibilità promessa ai giovani ma non ai lavoratori fissi’. L‘azienda: ‘Lo facciamo per sgravare i dipendenti’
Svizzera
21 ore

Lupo, Comm. Ambiente agli Stati è per l’abbattimento preventivo

Le popolazioni di lupi dovranno essere regolate per evitare danni o pericoli futuri. Lo sostiene il progetto approvato per 9 voti a 2
Svizzera
21 ore

Il coltellino svizzero celebra i suoi 125 anni

Il ‘coltello da ufficiale svizzero e sportivo’ è stato registrato da Karl Elsener, svittese fondatore di Victorinox, il 12 giugno del 1897
Svizzera
23 ore

Mussolini dottore honoris causa all’Unil: errore, ma no a revoca

L‘università di Losanna fa ammenda per il titolo concesso al Duce nel 1937, ma invece della revoca propone misure per una ‘politica basata sulla memoria’
Svizzera
1 gior

Processo FIFA: Jérôme Valcke condannato, Al-Khelaifi assolto

Nell’appello per la vicenda dei diritti tv, undici mesi sospesi all’ex segretario generale per falsità in documenti e ripetuta corruzione passiva
06.05.2021 - 21:10
Aggiornamento : 21:34

Il giuramento di 34 Guardie svizzere

La cerimonia si è tenuta a Roma, nel Cortile di San Damaso del Palazzo apostolico vaticano

Ansa, a cura de laRegione

Trentaquattro nuovi alabardieri della Guardia svizzera pontificia hanno prestato giuramento questo pomeriggio nel Cortile di San Damaso del Palazzo apostolico vaticano. In una cerimonia solenne e suggestiva, pur se con le restrizioni dovute alle normative anti-Covid-19, con il giuramento sulla bandiera del comandante le 34 reclute dell'“esercito più piccolo del mondo” hanno promesso lealtà eterna a papa Francesco e ai suoi legittimi successori, esprimendo la loro devozione e la volontà assoluta di servire il successore di Pietro, fino all'estremo sacrificio. Tra loro anche Alessandro Coroneo di Ligornetto e Max Albrecht di Roveredo.

Il giuramento

“Giuro di servire fedelmente, lealmente e onorevolmente il pontefice regnante e i suoi legittimi successori, di dedicarmi a loro con tutte le forze, sacrificando, se necessario, anche la mia vita in loro difesa”, hanno detto una dopo l'altra le 34 reclute, ciascuna nella propria lingua (23 in tedesco, otto in francese, due in italiano e una in romancio).

“Assumo gli stessi doveri nei confronti del Collegio cardinalizio durante la vacanza della Sede apostolica – dice ancora la formula del giuramento. Prometto anche al comandante e agli altri superiori rispetto, fedeltà e obbedienza. Così giuro, che Dio e nostri Santi patroni mi assistano”.

L'evento, nella data in cui si commemora l'eroica morte dei 147 soldati elvetici caduti in difesa di papa Clemente VII nel Sacco di Roma (6 maggio 1527), si è svolto in un clima di orgoglio nazionale e di austerità.

Le guardie indossavano la ‘Gran Gala’, l'uniforme con armatura, che viene indossata per la benedizione papale ‘Urbi et Orbi’, a Natale e Pasqua. Il solenne giuramento sulla bandiera del Corpo è stato prestato alla presenza di monsignor Edgar Pena Parra, sostituto della Segreteria di Stato.

Presenti famiglie e autorità

A causa della situazione sanitaria, il numero di ospiti era ridotto al minimo né era presente un Cantone ospite. Hanno partecipato solo i genitori, i fratelli e le sorelle delle nuove guardie, famiglie delle guardie attive e alcuni rappresentanti dalla Svizzera. Le autorità elvetiche erano rappresentate dal presidente della Confederazione Guy Parmelin, da quello del Consiglio nazionale, Andreas Aebi, e da quello del Consiglio degli Stati, Alex Kuprecht, ricevuti oggi dal papa.

L'esercito svizzero era rappresentato dal divisionario Roland Favre, alto ufficiale superiore presso il Centro ginevrino per la politica di sicurezza (Cgps). La Chiesa in Svizzera da monsignor Alain De Raemy, vescovo ausiliare di Losanna, Ginevra e Friburgo.

L'incontro con i nuovi alabardieri

Ricevendo oggi in udienza i nuovi alabardieri, papa Francesco ha espresso “grande apprezzamento” per ‘il fatto che dei giovani scelgano di dedicare alcuni anni della loro esistenza nella generosa disponibilità al successore di Pietro e alla Comunità ecclesiale”, e ha rivolto i suoi “sinceri auguri alle giovani reclute”, sperando “che possano fare proficue esperienze spirituali e umane sia in Vaticano che nella città di Roma”.

Nella messa celebrata di primo mattino all'Altare della Cattedra della Basilica vaticana, invece, il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin ha sottolineato alle 34 reclute che quanto espresso oggi nel giuramento, cioè “la volontà di dedicarvi con tutte le forze, sacrificando ove occorra anche la vita, al servizio del papa per amore del Signore”, “ovviamente richiede una grande fede, richiede una grande forza d'animo, perché all'indispensabile disciplina esteriore si unisca una altrettanto essenziale disciplina interiore”.

Leggi anche:

L'orgoglio di diventare una Guardia Svizzera

Oggi giurano 34 Guardie Svizzere, Parmelin ricevuto dal Papa

Guarda tutte le 8 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved