KAMKE T. (GER)
0
STRICKER D. (SUI)
2
fine
(4-6 : 6-7)
covid-fassler-occorre-dialogo-con-i-giovani
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
2 min

Gli Stati aumentano di 235 milioni le uscite nel preventivo 2022

La Camera alta ha approvato il preventivo con 39 preferenze a 5. Il Nazionale si occuperà del dossier domani.
Svizzera
1 ora

Trasporto merci sotterraneo, approvata la legge

Dopo l’ok degli Stati, il Nazionale dà il via libera alla “metropolitana merci” sotto l’Altopiano, il progetto Cargo sous terrain (CST)
Svizzera
1 ora

Il 38% della popolazione in Svizzera ha un passato migratorio

Lo rivela uno studio dell’Ufficio federale di statistica sui residenti da 15 anni o più. La nazionalità italiana e quella tedesca le più rappresentate
Svizzera
2 ore

L’epilessia spiegata con semplicità tramite video

La Lega Svizzera contro l’Epilessia mostra come comportarsi in caso di una crisi epilettica, problema che afflige in Svizzera circa 80’000 persone
Svizzera
2 ore

Alimentazione invernale dei piccoli uccelli, come farlo per bene

La Stazione ornitologica svizzera offre consigli su come nutrire i pennuti ospiti dei nostri giardini senza arrecare loro dei danni
Svizzera
3 ore

Laboratori sovraccarichi, risultati dei test Covid in ritardo

Il problema maggiore nei Grigioni, che sta riducendo il numero dei test nelle scuole e invita i lavoratori vaccinati a non testarsi con regolarità
Svizzera
5 ore

I Verdi vogliono il Consiglio Federale, anche a scapito del PS

È l’avvertimento lanciato oggi sulla stampa dal presidente Balthasar Glättli. L’obiettivo prioritario resta comunque uno dei due seggi del PLR
Svizzera
10.04.2021 - 14:560
Aggiornamento : 15:23

Covid, Fässler: "Occorre dialogo con i giovani"

Il direttore delle polizie cantonali auspica un coinvolgimento degli adolescenti nelle decisioni future relative alle restrizioni dovute al coronavirus

Fredy Fässler, il massimo direttore della polizia in Svizzera, auspica un dialogo con gli adolescenti e i giovani adulti al fine di coinvolgerli nelle decisioni future relative alle restrizioni dovute al coronavirus.

"Finora non si è parlato con loro", ha detto ai microfoni dell''odierna emissione "Samstagsrundschau" di Radio Srf il consigliere di Stato sangallese e presidente della Conferenza delle direttrici e dei direttori dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia (Cddgp).

"Il compito della polizia è di assicurare la quiete e l'ordine, non di risolvere i problemi sociali; e le soluzioni devono essere trovate insieme ai giovani", ha osservato in riferimento ai ripetuti disordini avvenuti a San Gallo dopo l'interruzione di una festa illegale su una collina a sud del capoluogo e altri party previsti in città. Fredy Fässler non ha voluto esprimersi sulle espulsioni decretate dalla città di San Gallo in seguito ai disordini, poiché egli rappresenta l'autorità di ricorso.

"Ritengo che occorra guardare con i ragazzi come possiamo superare assieme i prossimi due o tre mesi in modo che il virus rimanga sotto controllo", ha detto Fredy Fässler. Egli non sa se ciò sia possibile nell'ambito delle norme esistenti (riunioni di non più di 15 persone), ma non esclude la possibilità di regole speciali per i giovani, tenendo sempre conto delle misure di protezione come le regole di distanza. "I giovani hanno esigenze diverse nella vita rispetto ai cinquantenni e vogliono potersi incontrare", ha ricordato.

Tutti coloro che hanno a che fare con i giovani dovrebbero trovare soluzioni creative per soddisfarne almeno in parte i bisogni. Anche il Consiglio federale, che dall'inizio di marzo permette attività sportive e culturali per i ragazzi fino a 20 anni.

Sempre oggi alla radio Srf, la ministra di Giustizia e Polizia Karin Keller-Sutter ha dichiarato che l'esecutivo federale cerca il dialogo con tutti. "Il fatto che stiamo cercando di parlare anche con i giovani adulti penso sia importante", ha detto.

Fässler ha inoltre chiesto di rispettare le procedure per le decisioni sulle misure contro il coronavirus, in base alle quali il Consiglio federale deve consultare i cantoni in caso di una situazione speciale. "Finora, le consultazioni si sono svolte regolarmente tramite i direttori della sanità, ma le opinioni dei Cantoni non sono sempre state prese in considerazione", ha osservato Fässler.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved