casi-di-rigore-da-aprile-allentati-i-criteri-per-gli-aiuti
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

Ffs, una vulnerabilità ha esposto un milione di dati SwissPass

Il problema, segnalato da uno specialista informatico, è stato immediatamente risolto senza alcun danno per i clienti
Svizzera
1 ora

Epatite E, boom anomalo a inizio 2021: occhi puntati sui maiali

Le infezioni, triplicate a inizio anno e poi tornate su livelli normali, sono state causate da un sottotipo del virus presente negli allevamenti suini
Svizzera
2 ore

Il 2 febbraio suoneranno le sirene per la prova annuale

Alle 13.30 verranno attivate le sirene per l’allarme generale, dalle 14.15 fino alle 15.00 sarà il turno delle sirene a valle di sbarramenti idrici
Svizzera
2 ore

Ancora basso il tasso di vaccinazioni ai bambini sotto i 12 anni

A livello nazionale la quota di bambini fra i 5 e gli 11 anni che hanno ricevuto almeno una dose è del 5,2%, in Ticino è al 2,6%
Svizzera
3 ore

Peste suina, sospesa l’importazione di salumi dal Piemonte

La malattia, innocua per l’uomo, sta mietendo vittime fra i maiali domestici e i cinghiali al confine col Ticino. Nessun caso attualmente in Svizzera
Svizzera
5 ore

Aziende svizzere, la sostenibilità una questione di reputazione

Secondo uno studio dell’ufficio di consulenza Deloitte le imprese svizzere si preoccupano dell’ambiente soprattutto perché temono per la loro reputazione
Svizzera
21 ore

Aiuti ai media, delegati di Pvl e Centro contro i presidenti

Alle assemblee online maggioranze piuttosto risicate a favore del pacchetto in votazione il 13 febbraio
Svizzera
21 ore

Horizon Europe, nuovo appello al Consiglio federale

Dal mondo della ricerca e dell’economia una risoluzione urgente all’esecutivo. Le conseguenze dell’esclusione della Svizzera cominciano a farsi sentire
Svizzera
1 gior

Tentativi di suicidio in netto aumento tra i giovani

Con la pandemia e le relative restrizioni imposte dalle autorità, le cifre sono schizzate verso l’alto. Oltre il 50% in più nel 2021
Svizzera
1 gior

SUV: sempre più pesanti, sempre più pericolosi

In caso d’incidente, questi veicoli incrementano il rischio di morte nell’auto più leggera del 50%
31.03.2021 - 13:450

Casi di rigore, da aprile allentati i criteri per gli aiuti

Anche le aziende costituite prima di inizio ottobre - ora inizio marzo - potranno accedere gli aiuti della Confederazione per i casi di rigore

Anche le aziende costituite prima di inizio ottobre - ora inizio marzo - potranno accedere ai finanziamenti a fondo perso messi a disposizione della Confederazione per i cosiddetti casi di rigore causati dalla pandemia.

L'entrata in vigore dell'ordinanza Covid-19, adeguata dal parlamento in marzo e dotata di 10 miliardi circa di franchi, è stata posta oggi al primo di aprile dal Consiglio federale. Allentati anche i criteri per gli aiuti destinati agli indipendenti che hanno diritto alle Indennità per perdita di guadagno (IPG) se hanno subito un danno a causa della chiusure ordinate dalle autorità.

Come ricorda l'esecutivo in un comunicato odierno, l'esecuzione dell'ordinanza spetta tuttora ai Cantoni, cui spetta anche concedere i contributi alle succursali che non sono situate sul suo territorio. Per le piccole e medie imprese con ricavi annuali fino a 5 milioni, il Cantone partecipa nella misura del 30%. Esso decide in merito al calcolo e al tipo di aiuto. Tuttavia, il calcolo deve basarsi sui costi fissi non coperti.

Per evitare che i Cantoni di sede siano gravati eccessivamente, la Confederazione si assume la totalità dei contributi a favore delle imprese con un fatturato annuo superiore a 5 milioni. I contributi federali sono calcolati in base al calo del giro d'affari moltiplicato per la quota forfettaria dei costi fissi.

Niente dividendi

Alle imprese che ricevono aiuti è stato imposto un divieto temporaneo di distribuire dividendi e tantièmes. Il termine è stato prorogato dal Parlamento di un anno e si applica all'esercizio in cui è accordato il provvedimento per i casi di rigore e ai tre anni successivi.

Questa proroga riguarda tutte le imprese i cui aiuti sono garantiti a partire dal 1° aprile dell'anno corrente. Il divieto può essere revocato mediante il rimborso degli aiuti percepiti.

Limiti massimi

I limiti massimi applicabili ai contributi a fondo perso restano fissati al 20% del giro d'affari annuale. Tuttavia, per le PMI l'importo massimo assoluto viene aumentato a 1 milione e per le grandi imprese a 5 milioni (finora 750'000 franchi) al fine di poter sostenere meglio anche le società più grandi.

Per le ditte con ricavi annuali superiori a 5 milioni il limite massimo può essere aumentato al 30% del volume d'affari annuale, ma al massimo a 10 milioni se l'impresa registra un calo del fatturato di oltre il 70% ("caso di rigore nel caso di rigore") o i proprietari apportano una prestazione propria (40% del contributo supplementare). Con un apporto di capitale proprio supplementare di 1 milione il limite massimo può essere aumentato di 2,5 milioni e quindi passare da 5 a 7,5 milioni.

Partecipazione agli utili

Poiché lo scopo degli aiuti pubblici è attenuare le perdite e non quello di far realizzare all'impresa degli utili o di farle ricevere un sovraindennizzo, le grandi imprese con un giro d'affari superiore a 5 milioni che nel 2021 conseguono utili devono trasferire questi ultimi allo Stato fino a concorrenza dell'importo ricevuto.

IPG, requisiti allentati per indipendenti

Oltre all'ordinanza COVID-19 sui casi di rigore, l'esecutivo ha allentato anche i criteri inerenti le indennità per perdita di guadagno (IPG). A partire da un calo del fatturato del 30% (finora 40%), gli indipendenti e le persone in posizione assimilabile a quella di un datore di lavoro indirettamente colpiti dalla pandemia hanno d'ora in poi diritto all'IPG COVID-19.

Le richieste per l'indennità di perdita di guadagno per COVID-19, limitata fino a metà 2021, possono essere presentate al più tardi fino alla fine dell'anno.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved