michael-scholl-dirigera-l-ufficio-federale-di-giustizia
Michael Schöll (keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
VALLESE
31 sec

Randa, trent'anni dopo la grande frana

Il Vallese ricorda i tre scoscendimenti dell'aprile 1991. Oggi il villaggio e i suoi abitanti sono protetti dalla tecnologia
Svizzera
34 min

Coronavirus, pressing dell'Udc sul Plr per le riaperture

Marco Chiesa su Twitter: se le richieste di allentamento dell'Udc non saranno sostenute, potrebbero esserci conseguenze alle Federali del 2023
Svizzera
1 ora

Grigioni, in fiamme un capannone industriale di Maienfeld

Sul posto sono intervenuti un'ottantina di pompieri. Non dovrebbero esserci feriti. Danneggiati alcuni mezzi
Svizzera
1 ora

Raddoppiano i ragazzini aspiranti suicidi: c'entra la pandemia

Più del doppio dei tentativi di suicidio tra bimbi e adolescenti rispetto al 2019 registrati dal Kinderspital di Zurigo: la maggior parte ha meno di 12 anni.
Svizzera
2 ore

Accordo quadro: anche Cassis a Bruxelles con Parmelin

'Nessun altro consigliere federale conosce il dossier così bene come me", sostiene il ticinese in un'intervista pubblicata dal 'SonntagsBlick'.
Svizzera
16 ore

Guy Parmelin andrà a Bruxelles il 23 aprile

La Commissione europea conferma la data del vertice tra Ursula von der Leyen e il presidente della Confederazione. Missione: salvare l’accordo quadro.
Svizzera
20 ore

Covid, Fässler: "Occorre dialogo con i giovani"

Il direttore delle polizie cantonali auspica un coinvolgimento degli adolescenti nelle decisioni future relative alle restrizioni dovute al coronavirus
Svizzera
21 ore

San Gallo, brucia centro di riciclaggio a Sargans

Sul posto sono intervenuti circa 100 vigili del fuoco. Per il momento le cause del rogo non sono ancora chiare
Svizzera
21 ore

San Gallo, ieri sera niente disordini ma nuove espulsioni

Erano giunti diversi giovani da altre città. Durante i controlli sono stati sequestrati una pistola scacciacani, materiale di mascheramento e droga
Svizzera
25.02.2021 - 09:050
Aggiornamento : 09:28

Michael Schöll dirigerà l'Ufficio federale di giustizia

Nominata anche la nuova segretaria di stato della migrazione da gennaio 2022: Christine Schraner Burgener subentrerà a Mario Gattiker

Michael Schöll subentrerà a Martin Dumermuth alla direzione dell'Ufficio federale di giustizia UFG). Il 47enne, attuale vicedirettore e capo dell'ambito direzionale Diritto privato, assumerà l'incarico il prossimo primo settembre. Dumermuth andrà in pensione.

Schöll lavora all'UFG dal primo gennaio 2009 e vanta un ampio bagaglio scientifico e una pluriennale esperienza nell'economia privata e nell'amministrazione, precisa una nota del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), aggiungendo che in veste di vicedirettore ha dato prova delle capacità specialistiche, doti gestionali e competenze sociali necessarie ad assumere la guida dell'UFG.

Cresciuto a Romanshorn (TG), Schöll ha studiato giurisprudenza all'Università di San Gallo e ottenuto un dottorato all'Università di Basilea. Nel gennaio del 2009 è stato assunto quale capo del settore Diritto internazionale privato all'UFG. Nel gennaio 2012 è diventato capo supplente dell'ambito direzionale Diritto privato, del quale ha assunto la direzione nel maggio del 2015.

Una donna segretaria di Stato della migrazione dal 2022


Christine Schraner Burgener (keystone)

Christine Schraner Burgener, attuale inviata speciale dell'Onu per il Myanmar, è stata nominata segretaria di Stato della migrazione. Assumerà l'incarico il 1° gennaio 2022, subentrando a Mario Gattiker, che andrà in pensione.

Cinquantasettenne, dotata di elevate competenze sociali e spiccate capacità comunicative e negoziali, si distingue per la sua profonda conoscenza sia dell'Amministrazione federale sia del mondo diplomatico internazionale, si legge in una nota diffusa dal Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP).

Nominandola, il Consiglio federale tiene in considerazione le crescenti interrelazioni della politica migratoria con i Paesi europei e l'importanza della cooperazione con gli Stati di origine e di transito, precisa il DFGP.

Burgener è cresciuta a Tokyo fino all'età di dieci anni. Conclusi gli studi di giurisprudenza a Zurigo, nel 1991 è entrata a far parte dei servizi diplomatici del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Ha iniziato la sua attività come addetta d'ambasciata in Marocco, divenendo vicecapo della Sezione per i diritti umani al suo rientro a Berna. In seguito ha condiviso con il marito la funzione di consigliere d'ambasciata a Dublino.

Di ritorno a Berna, è stata capo della Sezione politica dei diritti umani con priorità sull'Asia e successivamente direttrice supplente nella Direzione del diritto internazionale pubblico del DFAE e responsabile della Divisione del diritto internazionale pubblico, dei diritti dell'uomo e del diritto umanitario. È stata ambasciatrice in Thailandia dal 2009 e in Germania dal 2015. Nel 2018 il segretario generale dell'ONU António Guterres l'ha nominata inviata speciale per il Myanmar.

Il Consiglio federale ha deciso di protrarre il rapporto di lavoro con Mario Gattiker, che continuerà quindi a svolgere la propria funzione tre mesi oltre l'età di pensionamento ordinaria, ossia fino a fine anno.

Guarda le 2 immagini
© Regiopress, All rights reserved