l-imam-di-berna-si-a-iniziativa-anti-burqa
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
26 min

C’è un terzo caso di infezione da variante Omicron in Svizzera

La persona è isolata e i suoi contatti sono in quarantena. Uno dei due casi annunciati ieri dall’Ufsp è stato rilevato a Basilea Città
Svizzera
14 ore

Confermati i primi casi di variante Omicron in Svizzera

L’Ufficio federale della sanità pubblica annuncia che sono due le persone ad averla contratta
Svizzera
15 ore

Boom di vaccinazioni nel Giura: chiesto aiuto all’esercito

Le autorità cantonali scrivono alla Confederazione al fine di poter beneficiare dei militari per aumentare le proprie capacità di somministrazione
Svizzera
16 ore

Salta la festa di Cassis per la prevista elezione a presidente

Le celebrazioni, posticipate all’estate 2022, avrebbero dovuto tenersi in Ticino il prossimo 16 dicembre
Svizzera
17 ore

Stretta su Covid pass e mascherine, Berna vara nuove misure

Si profila l’estensione dell’obbligo del certificato e la limitazione della validità dei test. Valutati pure tre scenari sul posto di lavoro
Svizzera
18 ore

Anche a Lucerna bagni unisex in scuole e impianti sportivi

Meno di due settimane fa ne avevano annunciato l’installazione il Politecnico federale e l’Università di Losanna
Svizzera
18 ore

Il Tf: ritirata a un medico la licenza di prescrivere metadone

La dottoressa zurighese aveva venduto farmaci sottoposti a prescrizione a tossicodipendenti pur non essendo autorizzata alla vendita
Svizzera
19 ore

Misure anti-Covid alla Posta: da domani mascherina e telelavoro

Ammesse solo cinque persone per le riunioni fisiche, annullati gli eventi di fine anno. La mascherina sarà indossata anche da seduti al posto di lavoro
Svizzera
19 ore

Aeroporto di Zurigo, aumenta la droga scoperta

Anche 90 kg in un giorno. La maggior parte delle spedizioni intercettate proviene dal Sudafrica ed è destinata al Regno Unito
Svizzera
20 ore

In Svizzera sempre più pazienti Covid in cure intense

Il 26,50% dei letti in cure intense è occupato da pazienti Covid
Svizzera
21 ore

Gli Stati aumentano di 235 milioni le uscite nel preventivo 2022

La Camera alta ha approvato il preventivo con 39 preferenze a 5. Il Nazionale si occuperà del dossier domani
Svizzera
02.02.2021 - 10:300
Aggiornamento : 18:40

L'Imam di Berna: 'Sì a iniziativa anti-burqa'

Per Mustafa Memeti, il testo in votazione il prossimo 7 marzo è una sorta di salvagente per l'emancipazione delle donne nell'Islam

L'iniziativa contro il burqa è una sorta di salvagente per l'emancipazione delle donne nell'Islam: lo afferma l'imam di Berna Mustafa Memeti, che da una prospettiva progressista e di sinistra sostiene indirettamente il testo in votazione il prossimo 7 marzo.

'Burqa fenomeno del passato'

"Ho riflettuto teologicamente in profondità sulla questione", afferma il 58enne in un'intervista pubblicata oggi da Der Bund. "Il burqa è un fenomeno del passato ed è lì che appartiene. Perché nessuno può giustificare teologicamente il burqa. Ma questo fenomeno storico e culturale si è infiltrato nella nostra teologia. Le forze puritane cercano di definire il burqa come parte della fede. Ma penso che non abbia niente a che vedere con la nostra religione".

Non fa parte degli obblighi islamici coprirsi il viso e le mani: "c'è un consenso su questo tra i teologi musulmani, ad eccezione delle forze ultraconservatrici e puritane: ma esse sono in minoranza", argomenta l'esperto che nel 2014 era stato incoronato dalla SonntagsZeitung come "Svizzero dell'anno" per la sua lotta contro l'estremismo e a favore della pacifica convivenza.

"Il burqa è un fenomeno antico, che non ha posto nella nostra società moderna e innovativa", prosegue Memeti. "Per la maggioranza dei musulmani, né il burqa né l'iniziativa di vietarlo sono prioritari. Ma entrambi sono una sfida e dobbiamo prendere posizione su di essi con fatti e argomenti. Non dobbiamo rimanere in silenzio, perché la religione non deve essere politicizzata da nessuno".

"In tutte e tre le religioni monoteiste vi sono donne che velano tutto il corpo volontariamente e per motivi ideologici, per esempio le suore cristiane. In una società liberale e tollerante, dobbiamo rispettarlo. Finché non si coprono il viso, possono continuare a presentarsi in tal modo in pubblico. Ma il burqa isola totalmente chi lo indossa. Questa è la differenza", osserva il religioso nato nel sud della Serbia, giunto in Svizzera nel 1988 e naturalizzato nel 2005.

"Ho firmato un manifesto di sinistra contro il velo integrale", spiega. "Non sosteniamo direttamente l'iniziativa del burqa. Le nostre opinioni sono diametralmente opposte a quelle degli iniziativisti, che perseguono obiettivi diversi dai nostri. Il nostro manifesto si concentra sull'uguaglianza e l'emancipazione delle donne musulmane. Si tratta del futuro delle donne musulmane nella nostra società".

'Vedo un futuro senza burqa'

"Appartengo ai teologi cosmopoliti e illuminati e cerco di sensibilizzare le persone a un approccio teologico, scientifico ed empirico alle questioni religiose. In gioco non vi è quello che si pensa del burqa in linea di principio. Perché non vedo nessuna prospettiva per le donne qui in Occidente quando indossano il burqa. Esso impedisce l'emancipazione. L'iniziativa è qualcosa come un pacchetto di salvataggio per loro. I promotori dell'iniziativa del burqa stanno anche cercando di strumentalizzare un elemento della cultura musulmana del passato per i loro scopi politici", ammette l'imam. "D'altra parte, hanno colpito un punto interessante. Cioè, non possiamo negare che abbiamo problemi con l'uguaglianza dei sessi nell'Islam. L'iniziativa ci provoca. Ma questo non significa che oggi dobbiamo difendere il burqa. Non posso difendere qualcosa per cui non ci sono argomenti. Si tratta della questione centrale di come i musulmani in Svizzera vedono il loro futuro. Con burqa o senza. Personalmente, lo vedo senza burqa", conclude.

Memeti constata anche differenze con l'iniziativa dei minareti, approvata dal popolo nel 2009. "Ci sono differenze sostanziali. Fin da subito l'iniziativa dei minareti ha messo in discussione l'uguaglianza nella nostra società pluralistica. Non tutte le comunità religiose sono trattate allo stesso modo. Ma il contenuto dell'iniziativa burqa si concentra sull'uguaglianza di genere e non riguarda solo i musulmani. Questo dovrebbe essere sostenuto", conclude.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved