Seattle Kraken
1
PIT Penguins
6
fine
(0-3 : 1-2 : 0-1)
VAN Canucks
4
LA Kings
0
fine
(0-0 : 2-0 : 2-0)
task-force-covid-19-moderato-ottimismo-ma-ancora-prudenza
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
8 ore

Trattati internazionali, no a referendum obbligatorio

Il Nazionale bissa la decisione di non entrata in materia. Il progetto è definitivamente affossato.
Svizzera
8 ore

Stop ai viaggi per chi è ammesso provvisoriamente in Svizzera

Il Nazionale si allinea al Consiglio degli Stati. Ai titolari di un permesso F non sarà consentito muoversi nemmeno all’interno dello spazio Schengen.
Svizzera
11 ore

Passo avanti in Svizzera verso il ritorno dei test gratuiti

I ‘senatori’ sono d’accordo sul principio, ma vogliono escludere i test rapidi per uso personale o quelli sierologici non ordinati dal Cantone
Svizzera
11 ore

Due bambine rimpatriate in Svizzera dalla Siria

Le due giovani, partite da un campo nel Nord-est del Paese, sono in viaggio verso la Confederazione. La madre si sarebbe unita alla milizia dell’Isis.
Svizzera
12 ore

L’esercito inasprisce le regole per uscite e congedi

Da oggi nuove direttive per impedire contagi e casi di Covid-19. Per tutti i militari uscite limitate all’area della piazza d’armi e all’accantonamento
Svizzera
16 ore

‘Media indipendenti fondamento della democrazia diretta’

Il comitato per il ‘sì’ al pacchetto di aiuti lancia la campagna in vista della votazione del 13 febbraio
Svizzera
16 ore

Pochissime le morti fra i vaccinati

A dirlo l’Ufficio federale della sanità pubblica. In quasi 9 decessi su 10 le vittime non erano state completamente vaccinate
Svizzera
17 ore

In Svizzera 23’888 nuovi casi di Covid nel weekend

Nelle ultime 72 ore si registrano anche 39 nuovi decessi e 181 ricoveri in ospedale
Svizzera
17 ore

Tpf: pena ridotta a 36 mesi per ‘l’emiro di Winterthur’

Al 35enne, condannato per essere un sostenitore dell’Isis, in prima istanza erano stati inflitti 50 mesi di reclusione senza la condizionale
Svizzera
26.01.2021 - 15:080
Aggiornamento : 17:15

Task-force Covid-19: moderato ottimismo, ma ancora prudenza

Gli esperti della Confederazione evidenziano la tendenza al ribasso di infezioni, ricoveri e decessi, ma ancora tesa la situazione delle cure intense

a cura de laRegione

Gli esperti della Confederazione sono moderatamente ottimisti circa l'evoluzione dell'epidemia di Covid-19 in Svizzera, anche se preoccupano le varianti del virus, in particolare quella "inglese", mentre finora non è stata trovato alcun caso di quella "brasiliana". Per questo le misure di protezione rimangono indispensabili.

Per Patrick Mathys dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) si nota una tendenza al ribasso di infezioni, ricoveri e decessi, ma non sono ancora le cifre che ci attendiamo. La situazione a livello di cure intense rimane infatti ancora tesa. Per essere più tranquilli, bisognerebbe arrivare a circa 300 casi al giorno.

Christoph Berger, presidente della Commissione federale per le vaccinazioni (CFV), ha dichiarato che i cantoni dispongono ora di direttive in merito alla vaccinazione del personale sanitario, anche perché in questo caso si notano differenze di approccio. I Cantoni devono tenere conto di alcuni criteri quando decidono di vaccinare il personale di cura, come l'importanza sistemica di questa persona o il grado di esposizione al virus. Ogni dose data a un membro del corpo sanitario è infatti una dose in meno per una persona a rischio, ha spiegato.

Per quanto attiene alle donne incinte, Berger ha sottolineato che al momento non si raccomanda la vaccinazione, visto che gli studi eseguiti dai produttori sul vaccino hanno escluso questo gruppo di persone. Tuttavia, in casi singoli e motivati è possibile procedere a un'immunizzazione. Ad ogni modo, le indicazioni potranno cambiare nei prossimi mesi quando si avranno maggiori dati sulle donne in stato interessante.

Sul fronte dei vaccini, Nora Kronig dell'UFSP ha affermato che la situazione viene osservata da vicino, soprattutto in merito al rallentamento delle forniture da parte di Pfizer/BioNtech. Tutto ciò crea incertezza e difficoltà per i Cantoni a livello di pianificazione delle vaccinazioni. Al momento, sul nostro territorio ci sono 135 mila dosi di vaccino (500 mila quelle previste per gennaio). Da febbraio dovrebbero giungere in Svizzera un milione di dosi, se tutto va come previsto, e col tempo il ritmo delle vaccinazioni dovrebbe aumentare. L'obiettivo del Consiglio federale è vaccinare la maggior parte della popolazione in Svizzera che desidera farlo entro l'estate.

Martin Ackermann della Task Force del Consiglio federale ha ribadito di essere soddisfatto dal comportamento della popolazione durante le feste natalizie, ciò che ha impedito il temuto incremento delle infezioni. Tuttavia, la task Force è preoccupata dalle mutazioni del virus presenti in Svizzera, soprattutto dalla variante "inglese", molto più contagiosa. In marzo, stando alle nostre stime, questa variante rischia di diventare predominante nei nuovi casi di infezione. Per questo motivo bisogna continuare a seguire le regole igieniche di base e limitare i contatti, ha sottolineato lo specialista.

Ad ogni modo, secondo Ackermann non si sa ancora se la nuova variante sia anche più letale del "normale" virus. Di sicuro è sensibilmente più contagiosa, ciò che potrebbe sfociare in un maggior numero di ricoveri e di decessi nelle prossime settimane. Anche se il tasso di riproduzione si abbassa, il numero di infezioni dovute alla mutazioni cresce, ciò che incita alla prudenza. Insomma, isolamento e quarantena vanno mantenuti.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved