ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
2 ore

All’aeroporto di Zurigo-Kloten, la ripresa pare confermata

In settembre i movimenti sono stati 20’355, un 3% in meno rispetto ad agosto ma di quasi un terzo superiore allo stesso mese del 2021
Svizzera
2 ore

Scesi dal bus aggrediscono un uomo e gli danno fuoco

Dodici adolescenti sono stati rilasciati al termine dell’interrogatorio, avvenuto a Winterthur, mentre due si trovano in carcerazione preventiva
Svizzera
2 ore

Svizzera ‘razzista sistemica’, ma Berna respinge le accuse

Per l’ambasciatore elvetico alle Nazioni Unite le considerazioni del Gruppo sono in parte basate su ‘supposizioni’ e ‘malintesi’
Svizzera
6 ore

Bloccata come nelle sabbie mobili, anziana tratta in salvo

Un’escursionista di 83 anni è stata soccorsa nell’Entlebuch, regione del Canton Lucerna, fra i comuni di Romoos ed Entlebuch
Svizzera
7 ore

Malgrado le ombre, le prospettive per l’industria non peggiorano

Il comportamento del parametro rappresenta una sorpresa: gli analisti si aspettavano infatti una contrazione a valori compresi fra 54 e 55,6 punti
Svizzera
7 ore

Suicidi quasi dimezzati negli ultimi quarant’anni

La diminuzione è soprattutto evidente tra gli uomini. Il Ticino ha presentato i tassi di suicidio inferiori per tutto l’ultimo decennio
Svizzera
8 ore

Lieve ma significativo rallentamento dell’inflazione

Si tratta del primo calo dopo venti mesi consecutivi con numeri in crescita o stabili. In settembre il rincaro annuo si è attestato al 3,3%
Svizzera
1 gior

Elezioni cantonali a Zugo: Status quo per il governo cantonale

Il Consiglio di Stato rimane quindi composto da tre rappresentanti dell’Alleanza di Centro, due liberali radicali e due Udc
09.01.2021 - 18:30

Consultazione su nuove restrizioni, solo Udc contraria

I democentristi contro telelavoro, chiusure negozi, obbligo di mascherine in luoghi chiusi, regola delle 10 persone. Chiesti provvedimenti alle frontiere

consultazione-su-nuove-restrizioni-solo-udc-contraria
(Keystone)

La maggioranza dei partiti sostiene l'inasprimento delle misure di lotta alla pandemia poste in consultazione mercoledì scorso dal Consiglio federale. Solo l'UDC si oppone fermamente al giro di vite, definendolo un "secondo confinamento".

In una nota odierna, la formazione politica critica in particolare una possibile chiusura di negozi che non offrono articoli di prima necessità. Nel suo comunicato, l'UDC si oppone pure all'obbligo di telelavoro, a quello di indossare mascherine in luoghi chiusi, alla limitazione degli incontri a due famiglie e alla regola delle 10 persone.

Per combattere le nuove varianti britannica e sudafricana del virus, l'UDC chiede al Consiglio federale di prendere misure alle frontiere, con l'imposizione di test rapidi o quarantene alle persone provenienti da regioni a rischio. Auspica che non si mettano a repentaglio le competenze federaliste dei Cantoni e chiede al Governo di revocare immediatamente le misure adottate contro i ristoranti e le strutture sportive, ricreative e culturali.

Anche il PLR è abbastanza critico sulla gestione della pandemia da parte del Governo. Mercoledì ha descritto la politica di Berna come poco chiara e mutevole. Ritiene per esempio che la campagna di vaccinazione sia iniziata troppo lentamente e si oppone all'obbligo del telelavoro.

Interpellato oggi dall'agenzia Keystone-ATS, il portavoce del PLR Arnaud Bonvin ha però sostenuto ulteriori chiusure se la situazione lo dovesse richiedere. La cosa più importante, ha detto, è che gli aiuti raggiungano rapidamente le imprese colpite. Spetta agli esperti consigliare il Governo su quante persone possano incontrarsi, ha aggiunto. Il PLR chiede al Consiglio federale di essere più chiaro su questo punto, mentre finora sembra navigare a vista, ha detto Bonvin.

Da parte sua, il PS sostiene complessivamente le misure previste dal Consiglio federale. La priorità è ridurre il numero di infezioni, ha indicato oggi la sua co-presidente, Mattea Meyer, all'agenzia Keystone-ATS. Il partito sostiene chiaramente l'obbligo del telelavoro e, come ultima risorsa, la chiusura delle imprese.

Le misure sanitarie devono però andare di pari passo con il sostegno finanziario per chi è colpito, ha aggiunto Meyer, sostenendo che il Consiglio federale lascia queste persone nell'incertezza.

Gli altri partiti avevano già reagito dopo l'annuncio del Consiglio federale di mercoledì. Il PPD sostiene l'approccio dell'Esecutivo e le ulteriori restrizioni. Ha sottolineato che il sostegno finanziario deve però essere convogliato rapidamente verso tutti i settori interessati.

I Verdi liberali sostengono l'inasprimento delle misure, ma vorrebbero che si spingessero oltre. Considerano la riduzione del numero dei casi e dei decessi una priorità, ha affermato il suo segretario generale, Michael Köpfli.

Per loro, come per i Verdi, che sono meno d'accordo con le proposte formulate mercoledì dal ministro della sanità Alain Berset, il telelavoro dovrebbe essere reso obbligatorio dove possibile: una semplice raccomandazione non è sufficiente.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved