DJOKOVIC N. (SRB)
0
DELLIEN H. (BOL)
0
1 set
(3-2)
BENCIC B. (SUI)
PEGULA J. (USA)
09:30
 
variante-inglese-si-rischia-una-pandemia-nella-pandemia
Contagi stagnanti ad alto livello (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
14 ore

Il Plr: 'I non vaccinati senza sintomi paghino il test Covid'

Secondo i liberali, eventuali restrizioni future dovrebbero essere applicate solo a chi si potrebbe vaccinarsi ma si rifiuta di farlo
Svizzera
15 ore

Proiettile vecchio di cent'anni rimosso dalle rive del Sitter

Era una granata d'acciaio da 7,5 cm proveniente da un antico pezzo di artiglieria: oggi a mezzogiorno è stata portata via da un camion messo in sicurezza
Svizzera
16 ore

Panne all’aereo: Parmelin salta l’incontro con Naruhito

Problemi tecnici al jet del Consiglio federale in volo per Tokyo. Cancellati gli appuntamenti con l’imperatore e il ministro degli esteri giapponesi.
Svizzera
16 ore

Vaccini e effetti collaterali: non gravi quasi 2/3 dei casi

Delle 4'319 notifiche di effetti indesiderati, 2'782 (64,4%) sono classificate come 'non serie'. L'età media delle persone colpite è di 60,2 anni
Svizzera
17 ore

La grandine ha causato più danni delle inondazioni in Svizzera

Ammontano a centinaia di milioni di franchi i danni causati dalla grandine, secondo i dati delle assicurazioni
Svizzera
18 ore

Marijuana in coltura di canapa legale: mille piante sequestrate

In una serra di Rothenturm (Sz): il 60enne responsabile dell'impianto ha ammesso che quanto coltivato contiene stupefacente
Svizzera
18 ore

Vaccinato con due dosi il 46,1% della popolazione svizzera

La media delle vaccinazioni è di 45'536 al giorno. Il ritmo è diminuito del 17% rispetto alla settimana scorsa
Svizzera
18 ore

Quest'anno le pere e le mele si faranno attendere

La fioritura in Svizzera è avvenuta 17 giorni dopo rispetto al 2020, i frutti potranno essere raccolti con tre settimane di ritardo rispetto all'anno scorso
Svizzera
19 ore

In Svizzera calano (di poco) i contagi, 2 decessi

Il tasso di positività scende di oltre un punto percentuale. La situazione ospedaliera resta stabile a livelli bassi circa i letti occupati da pazienti Covid
Svizzera
20 ore

Due ex islamisti condannati dal Tribunale penale federale

Condanne a 30 mesi di reclusione, parzialmente sospesi, e 22 mesi sospesi per due residenti a Ginevra. Entrambi si sono distanziati dall'Islam radicale
Svizzera
21 ore

Raffreddare la città usando il fiume, Berna ci pensa

L'azienda comunale che si occupa dell'infrastruttura della capitale sta pensando di usare l'energia dell'Aare per impianti di raffreddamento ecologici
Svizzera
05.01.2021 - 16:570

Variante inglese, 'si rischia una pandemia nella pandemia'

In Svizzera sono 28 le persone risultate positive alla variante britannica. Virginie Masserey (Ufsp): 'Vaccini sicuri, ma le dosi sono limitate'

Attualmente sono 28 le persone risultate positive alla variante britannica del virus in 7 cantoni, ha affermato Virginie Masserey, responsabile della sezione Controllo delle infezioni dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), precisando che tutti i casi sono collegati a contatti con il Regno Unito. A questo proposito, la funzionaria dell'UFSP ha raccomandato alle persone provenienti dalla Gran Bretagna o che hanno avuto contatti con persone dell'isola di fare il test.

Tale mutazione potrebbe svilupparsi come una seconda pandemia nell'attuale pandemia, ha avvisato Masserey, secondo cui essa può comunque essere contenuta grazie alle misure di protezione e alla vaccinazione.

Per Hauri, è assolutamente necessario "ritardare la propagazione" di questa nuova variante britannica, così come quella registrata in Sudafrica. "Nei prossimi giorni vedremo se il virus ha accelerato la sua diffusione durante le vacanze", ha concluso il medico cantonale di Zugo.

Finora nessun effetto collaterale grave

I vaccini sono sicuri ma in questa prima fase della campagna di vaccinazione le dosi sono limitate. L'obiettivo è di proteggere dapprima le persone vulnerabili e di ridurre così la pressione sugli ospedali, ha detto oggi a Berna Virginie Masserey, responsabile della sezione Controllo delle infezioni dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Finora non sono stati registrati effetti collaterali gravi e non c'è preoccupazione in merito, hanno ribadito gli esperti riuniti a Berna per l'ormai tradizionale appuntamento con la stampa, aggiungendo che ci sarà tuttavia un monitoraggio continuo, anche del numero di vaccinazioni su base settimanale.

233'000 dosi in Svizzera

Attualmente in Svizzera sono disponibili 233'000 dosi di vaccino, ha spiegato Nora Kronig, responsabile della divisione affari internazionali presso l'UFSP. In attesa dell'autorizzazione di altri vaccini, ieri è arrivato nella Confederazione il secondo carico da Pfizer. A febbraio il numero di dosi disponibili raggiungerà il milione e l'obiettivo è di vaccinare entro l'estate tutti coloro che lo vorranno.

Kronig ha poi sottolineato che 7,5 milioni di dosi sono state acquistate da Moderna, ancora in attesa di omologazione. Nei prossimi mesi l'obiettivo è di ricevere il maggior numero possibile di vaccini dalle due aziende farmaceutiche.

Limiti e carenze, ci vorrà pazienza

Kronig è consapevole che probabilmente ci sarà una carenza di dosi disponibili nella prima fase. "Tutti saranno vaccinati, ma non tutti potranno essere i primi", ha poi detto dal canto suo Christoph Berger, presidente della Commissione federale per le vaccinazioni. Bisognerà dunque avere pazienza, poiché la campagna di vaccinazione "richiede un grande sforzo logistico".

Quest'ultima, iniziata negli scorsi giorni nei vari cantoni, ha fatto anche emergere qualche limite: oltre alla carenza di dosi disponibili, sarà difficile estendere agli studi medici la possibilità di fare il vaccino poiché la sua conservazione necessita di temperature molto basse.

Berger e Rudolf Hauri, presidente dell'associazione dei medici cantonali, hanno poi spiegato che dopo il primo vaccino è necessario procedere a una seconda iniezione dopo circa quattro settimane. A causa della carenza di dosi, verrà messo a disposizione un libretto di vaccinazione elettronico per potersi registrare.

Stagnazione ad alto livello

In Svizzera, al momento, c'è una tendenza alla stagnazione ad alto livello della trasmissione del virus, ha ribadito Masserey, aggiungendo che il numero dei test è diminuito durante e dopo le feste.

Il tasso di occupazione dei letti in cure intensive si attesta al 71% e il 58% è rappresentato da casi Covid, per un totale di 428 persone, ha poi detto la responsabile della sezione Controllo delle infezioni, precisando che la situazione è in lieve peggioramento nella Svizzera romanda.

 


 
 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved