coronavirus-una-novantenne-la-prima-vaccinata-in-svizzera
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
2 ore

Vaccino Moderna ai bambini sotto i 5 anni? Swissmedic ci pensa

Coronavirus, secondo i dati dell’Ufficio federale della sanità pubblica, da inizio pandemia nella Confederazione sono morti cinque bimbi
Svizzera
3 ore

In Svizzera accolti oltre 50’000 rifugiati dall’Ucraina

Dei 50’172 che a oggi si sono annunciati, 48’574 hanno ottenuto lo statuto S (il 97,8% di quelli complessivi rilasciati dalla Confederazione)
Svizzera
7 ore

Società elettriche, ecco il piano di salvataggio

Consiglio federale pronto a mettere sul piatto fino a dieci miliardi di franchi per evitare il collasso del sistema
Svizzera
8 ore

A 229 km/h nel tunnel del Gubrist, ecco l’atto d’accusa

Nella sua folle corsa il pirata della strada aveva pure urtato altre auto, per poi finire la sua corsa tamponando la vettura che lo precedeva
Svizzera
8 ore

Il Consiglio federale corre ai ripari sulle forniture di gas

Adottato un piano per far fronte all’eventuale riduzione delle forniture dalla Russia: riserve stoccate in Paesi vicini e opzione per ulteriori forniture
Svizzera
8 ore

F-35A, si ratifichi subito l’acquisto. Senza passare dal voto

Il Consiglio federale sposa le raccomandazioni della Commissione di sicurezza degli Stati. Ma non sul tema dei Tiger, che vorrebbe pensionare
Svizzera
9 ore

Da dicembre treni supplementari da e per il Ticino

Cambiamenti in vigore con l’introduzione dell’orario invernale. Per la prima volta Grigioni e Romandia uniti da un collegamento diretto
Svizzera
9 ore

Manca il rientro e si cappotta: 82enne ferito in modo serio

L’uomo ha perso il controllo della sua vettura dopo una deviazione all’altezza di Rongellen, nel canton Grigioni
23.12.2020 - 10:36
Aggiornamento : 20:00

Coronavirus, una novantenne la prima vaccinata in Svizzera

La vasta campagna di immunizzazione ha preso il via a Lucerna; oggi inizierà anche in Appenzello Interno. Intanto sono arrivate le prime 107mila dosi di vaccino

Dopo un'attesa spasmodica durata settimane, oggi Lucerna, Zugo, Appenzello Interno, Svitto e Nidvaldo sono stati i primi Cantoni a proporre la vaccinazione contro il coronavirus, in quella che sarà la più vasta operazione di questo tipo nella storia svizzera. La priorità è ovviamente andata alle persone a rischio: la prima in assoluto a ricevere una dose è stata una signora 90enne di una casa di cura della campagna lucernese.

Lo ha confermato il capo del Dipartimento della sanità lucernese, Guido Graf (PPD), nel corso di una visita a un centro di vaccinazione. Graf ha sottolineato come la vaccinazione rappresenti un importante tassello nella lotta contro il coronavirus e si è detto anche molto contento che si sia potuto incominciare con le operazioni ancora prima di Natale.

Graf ha aggiunto di essere stato informato ieri in serata dell'arrivo di circa 5000 dosi, una notizia che lo ha sollevato. Lucerna ha incominciato a riflettere su come prepararsi al meglio in vista di una vaccinazione di massa già quest'estate. La Task force istituita apposta dopo lo scoppio della crisi è sempre stata attiva.

Come indicato già qualche giorno fa dal governo cantonale, i primi ad essere vaccinati saranno gli ospiti delle case di riposo e di cura, seguiti dai collaboratori. Da ricordare che, per raggiungere una protezione ottimale, alla prima iniezione deve seguirne un'altra a distanza di tre settimane.

Ieri sono giunte nella Confederazione le prime 107'000 dosi del prodotto firmato Pfizer/BioNTech: i vaccini sono stati presi in consegna dalla Farmacia dell'esercito e distribuiti ai Cantoni. Oltre a Lucerna, anche Zugo, Appenzello Interno, Svitto e Nidvaldo hanno svolto oggi le prime immunizzazioni.

A Zugo, le vaccinazioni sono state effettuate per mano di un medico in una casa di cura. Consegna, preparazione e somministrazione si sono svolte senza intoppi, hanno informato le autorità. Un secondo stock di dosi per future inoculazioni è stato fornito all'ospedale cantonale.

Ad Appenzello Interno sono state ordinate cinquanta dosi. L'azione ha preso avvio nel pomeriggio: entro domani a mezzogiorno almeno una quarantina di persone dovrebbero essere vaccinate, ha detto a Keystone-ATS Markus Schmidli, il medico responsabile. Anche qui, i primi a beneficiarne sono stati i residenti particolarmente a rischio di strutture specializzate. Non tutti sono però in grado di decidere da soli: a volte può essere richiesta la firma di parenti o di un tutore.

Nel canton Svitto ad avere l'onore è stata una casa di cura del comune di Schübelbach, ha reso noto la Cancelleria di Stato. La maggior parte di ospiti e dipendenti è stata vaccinata nel pomeriggio odierno.

In quel di Nidvaldo, stando a quanto riferisce la Cancelleria, il vaccino è stato somministrato a circa 100 anziani di una struttura, grazie all'aiuto di diversi medici di famiglia. La stragrande maggioranza ha accettato di sottoporsi all'inoculazione.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
coronavirus covid-19 lucerna svizzera vaccinazione vaccino
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved