18.11.2020 - 19:00

Nuovi jet, le seconde offerte atterrano ad Armasuisse

Le hanno inoltrate i governi delle quattro aziende produttrici. Rapporto di valutazione nel primo trimestre del 2021, scelta del modello nel secondo.

nuovi-jet-le-seconde-offerte-atterrano-ad-armasuisse
Keystone

Berna – Sono sul tavolo di Armasuisse le quattro seconde offerte per il nuovo aereo da combattimento. Le hanno trasmesse in data odierna i governi di Germania (Airbus Eurofighter), Francia (Dassault Rafale) e Stati Uniti (Boeing F/A-18 Super Hornet e Lockheed-Martin F-35A). Due invece le seconde offerte per il sistema di difesa terra-aria a lunga gittata: provengono da Francia (Eurosam SAMP/T) e Stati Uniti (Raytheon Patriot). In entrambi i casi (aerei e contraerea) è stato richiesto ai produttori contattati tramite gli enti governativi di sottoporre l’offerta più vantaggiosa possibile per la Svizzera.

Iniziano così i lavori sui rapporti di valutazione che dovranno essere conclusi nel primo trimestre 2021, si legge in una nota di Armasuisse. La scelta del modello da parte del Consiglio federale è prevista per entrambi i sistemi durante il secondo trimestre 2021.

Le offerte per il nuovo aereo da combattimento comprendono, tra l’altro: costi per 36 e 40 aerei, compresa la logistica e l’armamento; proposte di cooperazione tra le forze armate e le autorità responsabili per l’acquisto svizzere e del paese fornitore; progetti di compensazione industriale previsti o già avviati.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved