a-zermatt-mezz-ora-di-assembramento-agli-impianti-di-risalita
Una delle foto circolate sui social
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
3 ore

Caduta fatale per un’alpinista sul Pilatus

Una donna di 36 anni è morta dopo esser precipitata per centinaia di metri nel settore di Gsäss
Svizzera
4 ore

Gli imprenditori: non ci sarà un aumento astronomico dei salari

Il presidente dell‘Unione svizzera degli imprenditori (USI) Valentin Vogt ritiene irrealistiche le richieste dei sindacati: ’gettano fumo negli occhi’
Svizzera
18 ore

Paura di un inverno al freddo, occhio alle truffe

In Vallese segnalati annunci online fasulli di legna da ardere e pellet a basso costo. Si chiede di pagare in anticipo, ma la merce non viene consegnata.
Svizzera
20 ore

Incidente mortale ieri sera a Schlatt

Forse un malore all’origine del sinistro costato la vita a un novantenne, andato a cozzare contro una scalinata e il muro di un cimitero
Svizzera
21 ore

Ventisettenne annega nel lago di Zurigo

È accaduto attorno alle 13.30, mentre nella città iniziava la Streetparade: ancora da chiarire se il fatto sia collegato all’evento
Svizzera
22 ore

HotellerieSuisse, competitività intatta malgrado il franco forte

Lo sosteniene il presidente Andreas Züllig, secondo cui la competitività della Svizzera ‘è cresciuta globalmente’
Svizzera
23 ore

Un morto e tre feriti in un incidente sulla A9

A seguito del sinistro, avvenuto ieri attorno alle 17.30 nel tunnel di Chauderon, l’autostrada è rimasta chiusa per una decina di ore
Svizzera
1 gior

Riflessione e tolleranza. È l’inno della 29esima Streetparade

Iniziato nel pomeriggio sulle rive della Limmat il mega raduno a ritmo di musica elettronica dalle ‘love mobile’
Vallese
16.11.2020 - 12:15
Aggiornamento: 15:13
Ats, a cura de laRegione

A Zermatt mezz'ora di assembramento agli impianti di risalita

Le foto sono circolate sui social. Il gestore chiede aiuto alla polizia. Praticamente tutti hanno rispettato l'obbligo delle mascherine

Immagini condivise sui social media mostrano folle di appassionati di sport invernali accalcati davanti agli impianti di risalita delle stazioni sciistiche durante il fine settimana appena trascorso. A Zermatt i gestori hanno chiesto man forte alla polizia comunale per garantire il rispetto delle misure di distanziamento. Non si segnalano problemi legati all'obbligo di indossare mascherine.

Folla la prima mezz'ora

Sabato mattina, quando abbiamo aperto, la prima mezz'ora c'è stata una folla di gente come al solito, ha spiegato Mathias Imoberdorf, portavoce degli impianti di risalita di Zermatt, interpellato dall'agenzia Keystone-ATS, confermando un articolo pubblicato oggi da "20 Minuten".

Durante la giornata e anche domenica gli sciatori si sono però molto ben distribuiti nel comprensorio, secondo Imoberdorf. Dato che i dipendenti degli impianti erano molto impegnati è stato chiesto il supporto alla polizia comunale, che ha garantito il rispetto delle norme di distanziamento, sia sabato che domenica.

Impossibile estendere lo spazio d'attesa

Secondo Imoberdorf, lo spazio per stare in coda alla stazione a valle degli impianti di risalita è abbastanza ristretto e non è possibile estenderlo, perché altrimenti gli sciatori si troverebbero ad aspettare in strada. Il comprensorio sciistico di Zermatt con i suoi ghiacciai è aperto tutto l'anno, ma l'inizio ufficiale della stagione invernale è previsto il 5 dicembre.

Non si registrano finora problemi con la mascherina: il 99,9% degli avventori la indossava. Nel comprensorio c'è l'obbligo di metterla su tutti gli impianto di risalita e in tutte le aree in cui è necessario fare la coda.
 
 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved