ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
3 ore

Soldato impiegato al Wef indagato per un reato sessuale

Un portavoce della giustizia militare ha confermato un’informazione della ‘Weltwoche’. Avviata un’inchiesta.
Svizzera
6 ore

Circa 900 scosse sismiche in Svizzera e dintorni nel 2022

La terra ha tremato un po’ meno rispetto agli ultimi anni. Gli eventi più significativi percepiti nella Confederazione, hanno avuto epicentro all’estero.
Svizzera
7 ore

USS annuncia un referendum contro la riforma del 2º pilastro

I sindacati interrompono contestualmente la raccolta firma per l’iniziativa ‘Utili della Banca nazionale per un’AVS forte’
Svizzera
7 ore

Ginevra, Uber può continuare a operare

L’azienda ha ottenuto misure superprovvisionali. Lo Stato di recente aveva vietato le sue attività.
Svizzera
9 ore

Maurizio Dattrino al comando della Divisione territoriale 3

Il brigadiere ticinese, attinente di Arbedo, sostituirà il divisionario Lucas Caduff che va in pensione
Svizzera
9 ore

Penuria di farmaci, al lavoro una task force

Su incarico del Consiglio federale, avrà il compito di valutare le misure a breve termine per far fronte a questo fenomeno ‘problematico’
Svizzera
10 ore

Indonesiani contro Holcim, fallita la trattativa di risarcimento

Si tratta del secondo capitolo a livello giudiziario della vertenza, dopo che una conciliazione per stabilire un risarcimento è fallita lo scorso ottobre
Svizzera
12 ore

1° febbraio: è il giorno della prova sirene

Le sirene suoneranno in tutta la Svizzera. In Ticino alle 13.30, 13.35, 13.45 e 13.55 sarà diffuso un suono continuo e modulato, della durata di un minuto
Svizzera
14 ore

Esportare le procedure d’asilo è ‘un’idea balzana’

L’Udc vuole una Svizzera senza richiedenti e si ispira all’accordo tra Regno Unito e Ruanda. Il professor Achermann: vecchia idea, destinata a morire.
Svizzera
1 gior

Sulle etichette dei prodotti freschi anche il mezzo di trasporto

Lo chiede un’iniziativa parlamentare approvata dalla Commissione scienza, educazione e cultura degli Stati, in particolare per il trasporto via aereo
Svizzera
1 gior

Corona-Leaks, in esame la consegna dei dati a Marti

La consigliera federale Keller-Sutter chiede di verificare se il procuratore straordinario può legalmente accedere all’intera casella e-mail di Lauener
Svizzera
1 gior

Altra giornata di sciopero per i funzionari pubblici vodesi

È la terza nelle ultime sei settimane per rivendicare l’indicizzazione completa dei salari. Previsto un corteo fino alle porte del Gran Consiglio
05.09.2020 - 18:17
Aggiornamento: 06.09.2020 - 17:00

Il Ppd vuole il raddoppio in Consiglio federale entro il 2027

Il partito nazionale, riunito in assemblea a Baden, ha affrontato tra gli altri il declino di consensi. Il presidente: 'Avere il coraggio di decollare'

Ats, a cura de laRegione
il-ppd-vuole-il-raddoppio-in-consiglio-federale-entro-il-2027
Keystone

Il Ppd deve "avere il coraggio di decollare", ha affermato il suo presidente, Gerhard Pfister, oggi all'assemblea dei delegati di Baden (Argovia), illustrando gli obiettivi a lungo termine del partito. La consigliera federale Viola Amherd ha sottolineato l'importanza di farsi guidare dai valori cristiani nell'azione politica.

Pfister ha ribadito più volte il concetto di "centro", presentando nuovamente la proposta del cambio di nome da Partito popolare democratico ad Alleanza del Centro, che tuttavia dovrà prima essere accolto dalla base con un voto.

"Vogliamo rimanere la forza politica nazionale del centro e aprirci a tutti coloro che condividono i nostri valori", ha aggiunto il consigliere nazionale zughese di fronte ai circa 200 delegati muniti di mascherina.

Un centro senza riferimenti religiosi

C'è un numero considerevole di elettori elvetici che sostengono la politica del partito, ma non lo votano perché non sono né cattolici né particolarmente religiosi, ha rilevato il presidente del Ppd, sostenendo che potenziali sostenitori percepiscono negativamente il riferimento cristiano nel nome - che in Ticino è tuttavia stato abbandonato da tempo. In tedesco e francese il partito è denominato rispettivamente Christlichdemokratische Volkspartei (letteralmente Partito popolare cristianodemocratico) e Parti démocrate-chrétien (Partito democratico-cristiano). Il riferimento cristiano è stato mantenuto anche nel nome italiano della sezione grigionese.

Trasparenza in cambiamento denominazione

Il processo per il cambiamento di denominazione deve essere "il più trasparente e il più equo possibile", ha ribadito il presidente, ricordando gli obiettivi che il Ppd vorrebbe raggiungere nei prossimi anni. La futura Alleanza del Centro, ha spiegato Pfister, vuole raggiungere la quota del 20% di consensi e recuperare nel 2027 il secondo seggio in Consiglio federale, perso da Ruth Metzler nel 2003 a favore di Christoph Blocher (Udc).

Valori cristiani guidino la politica

La consigliera federale Viola Amherd è intervenuta al termine dell'assemblea. Senza fare riferimenti alla denominazione del partito, la responsabile del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport ha sostenuto l'importanza di "vivere i valori cristiani, anche nel lavoro politico".

Raccomandazioni di voto

Dopo un'animata discussione, con 117 voti contro 56, i delegati hanno raccomandato a popolo e Cantoni di bocciare l'iniziativa popolare "Per imprese responsabili - a tutela dell'essere umano e dell'ambiente", che sarà posta in votazione il 29 novembre.

I delegati hanno dunque seguito le raccomandazioni della direzione del partito e del gruppo alle Camere federali. La proposta di modifica costituzionale mira a garantire che le aziende svizzere - ad esempio quelle attive nell'estrazione di materie prime - siano ritenute responsabili delle violazioni dei diritti dell'uomo e dei danni ambientali causati dalle loro filiali all'estero. Il no all'iniziativa di fatto spiana la strada al controprogetto indiretto.

Anche se le domande poste dai promotori sono quelle giuste, le risposte sono sbagliate, ha detto durante la discussione il consigliere agli Stati vallesano Beat Rieder.

Divergenza con PBD

Oggi i delegati del Partito borghese democratico (Pbd), riuniti in assemblea sul Weissenstein (Soletta), hanno invece sostenuto la proposta di modifica costituzionale. All'inizio dei lavori assembleari avevano adottato una modifica degli statuti del partito che consente una eventuale fusione con il Ppd per istituire una nuova formazione politica di centro.

"Ora, insieme al Ppd, vogliamo creare l'opportunità di continuare a coltivare e difendere i nostri valori sotto un nuovo tetto, con cura e orgoglio", afferma il presidente del Pbd Martin Landolt, citato in una nota. "Siamo fiduciosi che nei prossimi mesi riusciremo a creare insieme qualcosa di storico, che garantirà al centro politico svizzero un futuro sostenibile e il successo che merita".

No a restrizioni su materiale bellico

Nel Ppd, sull'iniziativa "Per il divieto di finanziare i produttori di materiale bellico", pure sottoposta a votazione alla fine di novembre, non vi è stata discussione: 161 delegati ne hanno raccomandato la bocciatura, 25 l'accettazione.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved