disoccupazione-stablie-a-luglio-ma-in-aumento-su-base-annua
Cifre assolute in lieve calo (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
58 min

Con Lugano, la Svizzera preserverà la sua immagine di ‘leader’

Ne è convinto Nicolas Bideau. Secondo cui la Conferenza per la ricostruzione dell’Ucraina è un evento ‘compatibile’ con la neutralità
Svizzera
3 ore

Nel 2022 più donne nei Cda delle grandi aziende

Nelle cento maggiori società svizzere quotate in borsa la loro percentuale è passata dal 25,4% al 28,5%
Svizzera
18 ore

‘Putin vattene’. E ancora, ‘Liberate l’Ucraina, e la Russia’

Manifestazione per le strade di Ginevra per chiedere la cessazione del conflitto ucraino e per uno scambio di prigionieri
Svizzera
20 ore

Torna in funzione il reattore numero 1 di Beznau

Dopo una revisione di due mesi, la centrale di Döttingen ha ricevuto luce verde da parte dell’ispettorato federale della sicurezza nucleare
Svizzera
21 ore

La Svizzera può essere un modello per l’Ucraina

È il parere del premio Nobel per l’economia Roger Myerson, secondo cui Berna può svolgere un ruolo di mediazione tra i due belligeranti
Svizzera
22 ore

In fiamme un ristorante nel cuore di Gruyères

L’incendio è divampato poco dopo le 4.30. Per ragioni di sicurezza, una quarantina di persone sono state sfollate
Svizzera
1 gior

Immatricolazioni di auto nuove col freno a mano tirato

Il primo semestre del 2020 ha fatto segnare un netto calo: -12%. Addirittura del 18,2% per il solo mese di giugno
Svizzera
1 gior

Truffa del falso poliziotto: gabbati per 140 mila franchi

‘Soliti ignoti’ particolarmente attivi nel canton Argovia: 50 segnalazioni solo ieri. Raggirate tre tonne tra i 63 e gli 88 anni
Svizzera
1 gior

Il voto delle commissioni parlamentari deve rimanere segreto

È il parere della Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio nazionale: respinta una mozione di Andrea Glarner
10.08.2020 - 07:57
Aggiornamento: 10:57

Disoccupazione stablie a luglio, ma in aumento su base annua

Per il settimo mese dell'anno il tasso dei senza lavoro è il più elevato degli ultimi 10 anni. Migliora la situazione in Ticino (-0,2 %)

 Il tasso di disoccupazione in Svizzera si è attestato al 3,2% in luglio. Per il mese in rassegna, si tratta del valore più elevato degli ultimi 10 anni (ossia dal luglio 2010, quando era al 3,3%). Il tasso è invece identico rispetto a giugno, un livello più basso quindi del 3,4% di maggio e del 3,3% di aprile. In febbraio, prima dell'arrivo del coronavirus, era al 2,5%. Alla fine del settimo mese dell'anno erano 148’870 le persone iscritte presso gli uffici regionali di collocamento (Urc), 1'419 in meno in confronto a giugno, indica la Segreteria di Stato dell'economia (Seco). Su base annua il numero dei senza lavoro è però cresciuto di 51’292 unità (+53%): nello stesso mese del 2019 i disoccupati erano il 2,1%.

In Ticino nel mese correntemente in rassegna il tasso si è attestato al 3,4% (-0,2 punti percentuali rispetto a giugno e +1,0 in confronto a luglio 2019), nei Grigioni all'1,5% (-0,7 e +0,8%).

I cantoni romandi rimangono i più colpiti dalla disoccupazione. Con un tasso del 5,1% il primato negativo spetta a Ginevra (+0,1 rispetto ad giugno e +1,3 rispetto a luglio 2019). Con un tasso dello 1,0%, Appenzello interno è invece il cantone con meno disoccupati (-0,2 punti su base mensile; +0,1 su base annua). Dai dati pubblicati dalla Seco emerge anche che il numero di giovani (15-24 anni) disoccupati è aumentato di 578 unità (+3,3%) rispetto a giugno, a un totale di 17'895, cioè 7066 persone (+65,3%) in più rispetto a luglio 2019. Il tasso per questa fascia di età si è attestato al 3,4%, in crescita di 0,1 punti su base mensile e di 1,3 punti su base annua. Per quanto riguarda la nazionalità, il tasso di disoccupazione relativo ai senza lavoro svizzeri era del 2,4%. Quello relativo agli stranieri era invece del 5,4%.

Complessivamente, le persone in cerca d'impiego registrate erano 235'762, l'1,0% in più rispetto a giugno e ben il 37,6% in più rispetto a luglio 2019. Tale cifra comprende, oltre ai disoccupati iscritti, le persone che frequentano corsi di riconversione o di perfezionamento, che seguono programmi occupazionali o che conseguono un guadagno intermedio. Il numero dei posti vacanti annunciati presso gli uffici di collocamento è pari 35'295 (+3'376 rispetto a giugno ma -2'941 rispetto a luglio 2019).

Per quel che concerne la disoccupazione parziale, in maggio (ultimo dato disponibile) sono state colpite dal lavoro ridotto 890'890 persone, ovvero 186'151 in meno (-17,3%) rispetto al mese precedente. Il numero delle aziende interessate è diminuito di 21'081 unità (-16,1%), portandosi a 109'988. Il numero delle ore di lavoro perse è calato di 32'251'979 unità (-14,1%), portandosi a 57'933'292 ore.

Nel corrispondente periodo dell'anno precedente (maggio 2019) erano state registrate 71'054 ore perse, ripartite su 1'374 persone in 82 aziende.

Sempre in maggio, afferma la SECO sulla base di dati ancora provvisori, i senza lavoro che hanno esaurito il diritto alle prestazioni dell'assicurazione contro la disoccupazione sono stati 62 (48 in aprile e 23 in marzo e 2303 in febbraio). Il brusco calo è dovuto all'entrata in vigore dell'ordinanza del Consiglio federale sul Covid-19 che ha concesso a tutti i senza lavoro 120 indennità giornaliere supplementari.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved