laRegione
Nuovo abbonamento
l-agassizhorn-non-cambiera-nome
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
5 ore

Zurigo, persona morta bruciata nell'auto

Lo ha reso noto la polizia cantonale, secondo la quale non si tratterebbe di un crimine. Aperta un'inchiesta
Svizzera
5 ore

Moudon, campo nomade sgomberato dalla polizia

Stamane gli agenti sono intervenuti dopo che alcuni degli occupanti del fondo si erano resi autori di gesti incivili e inosservanza delle leggi
Svizzera
8 ore

Un'app per ridurre l'ansia dei bimbi in ospedale

L'ha sviluppata la Clinica universitaria dell'Inselspital di Berna. Protagonista è un pinguino.
Svizzera
11 ore

Turismo estivo, gli svizzeri non compensano gli stranieri

Un primo bilancio intermedio della stagione estiva tracciato da Svizzera Turismo stima a -27% il calo dei pernottamenti
Svizzera
11 ore

San Gallo, incidente di canyoinig: tre morti e un disperso

I quattro uomini spagnoli sono stati sopresi da un violento temporale ieri sera verso le 19. Nessuna speranza di ritrovare vivo il dispero
Svizzera
13 ore

Coronavirus, in Svizzera 234 contagi nelle ultime 24 ore

Il numero dei casi dall'inizio dell'epidemia ha quindi raggiunto quota 37'403. Ieri si sono registrate anche due nuove ospedalizzazioni e un decesso.
Svizzera
15 ore

Travail.Suisse chiede aumenti di stipendio

L'organizzazione ha presentato le richieste per il 2021. "Misura necessaria, nonostante il coronavirus"
Svizzera
16 ore

Il rumore non è banale: oltre un milione ne soffre

Studio della Confederazione lo dimostra: l'inquinamento fonico è dannoso per la salute. L'Ata: Berna faccia di più.
Svizzera
1 gior

Ecco cosa ha in mente il governo per alleggerire Via Sicura

La revisione proposta oggi garantirebbe maggiore autonomia ai giudici e punta al rispetto del principio di proporzionalità.
Svizzera
1 gior

Aeroporto di Zurigo, passeggeri in calo del -78%

Effetto Covid, su base annua drastico calo di chi parte, arriva o transita. Va meglio con le merci. Luglio traffico triplicato rispetto a giugno
Svizzera
08.07.2020 - 13:390

L'Agassizhorn non cambierà nome

Louis Agassiz era un razzista. Ma il Municipio di Grindelwald non vuole modificare la denominazione della montagna.

Grindelwald - L'Agassizhorn, cima di 3946 metri delle Alpi bernesi, dovrebbe mantenere il suo nome, anche se il naturalista Louis Agassiz era un razzista: è il parere del municipio di Grindelwald (BE).

Il sindaco Beat Bucher ha confermato oggi all'agenzia Keystone-ATS una notizia in tal senso pubblicata dal quotidiano "Der Bund". Non si possono cancellare le parti oscure della storia. È meglio confrontarsi con tutti i suoi lati, positivi e negativi, ha detto il politico, che non è affiliato ad alcun partito.

Confermata la decisione del 2010

L'esecutivo della nota località turistica rimane quindi sulla decisione presa nel 2010. In passato è stato dato al picco il nome di Agassiz perché si voleva onorarlo come grande scienziato naturalista. Le sue opinioni razziste, che sono riprovevoli dal punto di vista odierno, sono state esposte criticamente in una mostra al Museo di storia locale di Grindelwald nel 2012.

Louis Agassiz (1807-1873) era un noto glaciologo che, dopo essersi trasferito negli Stati Uniti, diffuse teorie razziste. Per lui era chiaro che c'era una "classifica scientifica delle razze" e che le persone di pelle scura erano inferiori.

Nel 2007, un comitato con a capo lo storico Hans Fässler ha quindi domandato che l'Agassizhorn venisse ribattezzato. Ma nel 2010 la richiesta è stata respinta dai tre comuni di Grindelwald, Guttannen (BE) e Fieschertal (VS), che circondano il massiccio dove si trova la cima in questione. Il comitato ha poi rilanciato la rivendicazione sull'onda delle recenti proteste del movimento Black Lives Matter (le vite dei neri contano).

Cosa faranno gli altri due Comuni?

Dopo il "no" di Grindelwald, l'attenzione è ora rivolta agli altri due comuni. Quello vallesano di Fieschertal deciderà oggi. Guttannen non ha ancora reso pubblica la sua decisione presa la scorsa settimana. Il comune intende comunicarla non appena la sua lettera di risposta sarà inviata al comitato di Hans Fässler.

Quest'ultimo ha reagito con disappunto alla decisione di Grindelwald. Il municipio a maggioranza liberale ha perso l'occasione di presentare Grindelwald come una comunità cosmopolita, aperta e moderna, ha detto. Il picco - ha sottolineato Fässler - non è stato nominato così da una posterità grata allo scienziato, ma già nel 1840 da una spedizione guidata dal "glaciologo e ricercatore ittico Agassiz, allora ancora relativamente sconosciuto".

Deciderà il Consiglio federale?

Ora il Consiglio federale dovrebbe adottare misure correttive, ha dichiarato Fässler a Keystone-ATS. Tanto più che i cantoni di Berna e del Vallese sono rappresentati in governo da Simonetta Sommaruga e Viola Amherd.

Finora l'esecutivo federale si è rifiutato di intervenire. Nel 2007 ha dichiarato che la Confederazione non è responsabile della denominazione o della rinominazione delle cime delle montagne. L'Ufficio federale di topografia si limita ad adottare i nomi scelti. Ci fu un'eccezione nel 1863, quando il Consiglio federale diede il nome alla punta Dufour, detta anche Monte Rosa e che è la cima più alta dell'omonimo massiccio. Difatti in precedenza veniva denominata Höchste Spitze, ossia "la punta più alta".

Fu chiamata in questo modo in onore di Guillaume-Henri Dufour (1787-1875) generale, ingegnere e cartografo dell'esercito svizzero, sotto la cui direzione furono compiuti una serie di rilievi topografici militari, tra i quali quelli riguardanti il massiccio del Monte Rosa.

© Regiopress, All rights reserved