ULTIME NOTIZIE Svizzera
friburgo
2 ore

Tribunale cantonale assolve in appello 27 attivisti per clima

Avevano bloccato l’entrata di un centro commerciale il 29 novembre 2019 in occasione della giornata del Black Friday.
richiedenti asilo
2 ore

Revocata l’attribuzione anticipata ai Cantoni

Nei centri federali è di nuovo disponibile un numero di posti letto sufficiente per accogliere i richiedenti appena arrivati
Svizzera
9 ore

Mattarella auspica Berna in programmi europei di ricerca

Per il presidente italiano ‘una collaborazione che si inserisce nel più ampio contesto europeo e contribuisce allo sviluppo del nostro continente’
Svizzera
13 ore

Sulla protezione della biodiversità la Svizzera è indietro

La Confederazione è all’ultimo posto in Europa: dal 2012 nessuna zona è stata inserita nella rete paneuropea di aree protette ‘Smeraldo’
Svizzera
15 ore

Tetto massimo ai premi di cassa malati, non se ne parla

Il Consiglio degli Stati ha respinto l’entrata in materia sulla proposta socialista di limitare i premi al 10% del reddito disponibile
Svizzera
16 ore

Cercasi mangiatori di plastica nei suoli alpini

L’Istituto federale di ricerca sulla foresta, la neve e il paesaggio ne ha analizzato la possibilità: scoperti organismi sensibili
Successione Sommaruga-Maurer
1 gior

I partiti mantengono un profilo basso

A seguito delle prime audizioni i vari gruppi partitici non si sbilanciano: per il momento nessuna raccomandazione di voto
Svizzera
1 gior

Sergio Mattarella accolto con gli onori militari

Il Consiglio federale al completo ha accolto il presidente della Repubblica italiana, il quale resterà nel Paese per una visita di Stato di due giorni
Svizzera
1 gior

Vögele Shoes chiude a fine anno e licenzia 131 persone

La società si trova attualmente al centro di una procedura di fallimento
laR
 
06.07.2020 - 06:00
Aggiornamento: 09:43

‘Spero che Blocher investa la pensione nella nostra campagna’

Il consigliere nazionale e presidente dell'Udc Ticino Piero Marchesi sulla richiesta retroattiva del vitalizio fatta dall'ex consigliere federale

spero-che-blocher-investa-la-pensione-nella-nostra-campagna

L’ex consigliere federale (2004-2007) e miliardario Christoph Blocher ha difeso in un’intervista alla 'SonntagsZeitung' la richiesta retroattiva del suo vitalizio milionario (2,77 milioni). "Quando vedo come il Parlamento rosso-verde spende denaro o come, ad esempio, la consigliera federale Karin Keller-Sutter, in qualità di portavoce dei gruppi d’interesse, si oppone all’iniziativa per la limitazione, allora non ci devono essere regali a questo Stato", ha detto il 79enne imprenditore ed ex leader dell’Udc. La sua richiesta non piace a tutti nel partito, ha scritto il 'SonntagsBlick'. Piero Marchesi, consigliere nazionale e presidente dell’Udc Ticino, in linea di massima non ci trova nulla di male.

Non ricevo soldi dai contribuenti, non come gli altri ex consiglieri federali: della sua rinuncia al vitalizio il miliardario Christoph Blocher ha sempre fatto un vanto. Adesso il vitalizio lo chiede, per giunta retroattivamente. Marchesi, non le pare una palese contraddizione?

Formalmente, il vitalizio è dovuto. Quindi Blocher non fa niente di meglio, né di peggio di quanto fanno gli altri ex consiglieri federali.

...che però non si sono mai vantati di fare a meno dei soldi dei contribuenti.

Sì, però ripeto: non chiede niente che non gli sia dovuto. Poi, sinceramente, sull’opportunità... Certo, rispetto a quanto diceva in passato c’è una contraddizione. I suoi motivi però non sono chiari nemmeno a me.

"Opportunità": a cosa si riferisce?

A quello che lui ha detto in passato. Ma avrà i suoi motivi. E spetterà a lui spiegarli, se lo vorrà.

Blocher però contraddice anche il suo partito, non solo se stesso. L’Udc sostiene che lo Stato deve spendere soldi soltanto se strettamente necessario...

Nell’intervista non spiega i suoi motivi, ma conoscendolo sono convinto che abbia un piano. Spero che questi soldi li voglia per investirli nella campagna sulla votazione contro la libera circolazione (si vota il 27 settembre, ndr), così potremo controbilanciare i molti milioni di franchi messi in campo dalla grande ammucchiata - partiti, Economiesuisse, sindacati, multinazionali, eccetera - dei contrari all’iniziativa.

La campagna per l’iniziativa anti-libera circolazione, appunto. Non teme un danno di immagine per il suo partito, che oltretutto è orfano di presidente?

La questione (del versamento del vitalizio a un ex consigliere federale, ndr) è talmente chiara che rimarrà un aspetto assolutamente secondario nella campagna.

La richiesta di Blocher giunge nel mezzo dello sforzo finanziario che la Confederazione fa per aiutare aziende e lavoratori colpiti dalla crisi causata dal coronavirus.

La tempistica c’entra poco. Questi soldi sono dovuti. Adesso, tra un anno o tredici anni fa (quando Blocher venne estromesso dal Consiglio federale, ndr), non cambia niente.

Blocher poteva almeno evitare di chiedere il versamento egli arretrati, non crede?

Stiamo entrando nei dettagli. L’unica cosa che mi sento di dire è che spero li usi nella campagna contro la libera circolazione, la causa di buona parte dei problemi dei ticinesi e ora, purtroppo, anche del resto degli svizzeri.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved