laRegione
Nuovo abbonamento
la-procura-federale-archivia-un-inchiesta-contro-sepp-blatter
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
10 min
Svizzera, raddoppiano i casi di encefalite da zecche
Secondo l'Ufficio federale della sanità pubblica l'incremento potrebbe essere dovuto alla meteo favorevole e al distanziamento sociale imposto dal Covid
Svizzera
1 ora
Zurigo, casa anziani in quarantena a causa del Covid. Due morti
Un dipendente (il primo ad essere risultato positivo al coronavirus) e sei residenti risultano infetti.
Svizzera
18 ore
In gommone sulla Limmat finiscono nella pericolosa cascata
Quattro donne trascinate dalla corrente verso la diga, tre si mettono in salvo, la quarta finisce nell'acqua tumultuosa
Svizzera
20 ore
Esercito svizzero ancora senza droni da ricognizione
La messa in servizio del nuovo modello HFE Hermes 900, appena acquistato, è in ritardo anche per colpa del Covid
Svizzera
21 ore
Marmotte scavano e rendono una diga instabile
In pericolo per i roditori la sicurezza della diga di ritenzione del bacino idrico del Tannensee, nel canton Obvaldo. Va trovata una soluzione
Svizzera
21 ore
Sedici ore per attraversare in bici la Svizzera da Est a Ovest
Dai Grigioni a Ginevra (ossia 500 chilometri) sulle due ruote, nuovo record per il vallesano Simon Ruff
Svizzera
1 gior
Coronavirus, 85 nuovi casi in Svizzera
Lo rileva l'Ufficio federale della sanità pubblica. Quattro in più i ricoveri ospedalieri rispetto a sabato
Svizzera
1 gior
Pesticidi nell'acqua Evian
Lo scrive oggi la SonntagsZeitung: sarebbe contaminata dal clorotalonil, comunque in modo inferiore ai limiti e non è nocivo alla salute
Svizzera
1 gior
Credit Suisse e pedinamenti: ci sono state negligenze
Stando a due sentenze, il cellulare di un investigatore privato è stato ottenuto illegalmente
Svizzera
1 gior
Web e criminalità, più richieste di informazioni a Google
L'anno scorso a essere interessati sono stati soprattutto conti di posta elettronica (gmail) e della piattaforma video Youtube
Svizzera
02.06.2020 - 20:470

La Procura federale archivia un'inchiesta contro Sepp Blatter

Il dossier è quello del contratto per diritti televisivi con l'Unione calcistica dei Caraibi. Resta aperto il filone del presunto pagamento a Michel Platini.

Il Ministero pubblico della Confederazione ha chiuso un'inchiesta nei confronti dell'ex presidente della FIFA Sepp Blatter riguardo a presunte irregolarità nell'aggiudicazione di un contratto per i diritti televisivi nel 2005 con l'Unione calcistica dei Caraibi (CFU). La notizia era già stata divulgata, ma al momento è stata archiviata solo una parte del procedimento nei confronti dell'ex dirigente elvetico.

"Sono stato ufficialmente informato oggi che l'MPC ha deciso, tramite un decreto di abbandono del 22 maggio, di chiudere l'inchiesta su un contratto per diritti televisivi", ha detto oggi Blatter, confermando un'anticipazione del giornale francese 'Le Monde'. La FIFA, dal canto suo, ha indicato di non aver ricevuto "alcuna notifica formale di tale decisione dal MPC".

"La FIFA valuterà tutte le opzioni legali per garantire che le persone responsabili rispondano delle loro azioni", ha aggiunto la Federazione calcistica.

"Questo annuncio è già una buona cosa, e soprattutto arriva esattamente cinque anni dopo la mia decisione di dimettermi dalla presidenza della FIFA", ha aggiunto Sepp Blatter. L'84enne altovallesano aveva lasciato l'incarico il 2 giugno 2015, su pressione della giustizia statunitense, dopo essere stato duramente criticato in merito agli innumerevoli scandali che hanno sconvolto la FIFA.

Archiviata parte del procedimento

L'MPC ha però deciso di archiviare solo una parte del procedimento penale contro l'ex presidente della FIFA. Si tratta in effetti di uno dei due filoni del procedimento penale avviato contro Blatter nel 2015 per sospetti di amministrazione infedele e appropriazione indebita. La notizia era già stata largamente anticipata da 'Le Monde' e 'Süddeutsche Zeitung' lo scorso 10 aprile.

Blatter era sospettato di aver firmato un "contratto sfavorevole alla FIFA" con la CFU - allora guidata da Jack Warner - concedendo diritti televisivi troppo a buon mercato. Quest'ultimo è stato radiato a vita dalla FIFA e incriminato per corruzione dalla giustizia statunitense.

Il contratto, rescisso nel 2011, attribuiva alla CFU i diritti televisivi per i mondiali di calcio del 2010 e del 2014 per 600mila dollari (oltre 577mila franchi al cambio attuale). Tale somma era ritenuta ben al di sotto del prezzo di mercato.

L'altro aspetto del procedimento penale contro Blatter rimane aperto: si tratta del controverso pagamento di 2 milioni di franchi, nel febbraio del 2011, all'allora presidente dell'Unione delle associazioni calcistiche europee (UEFA) Michel Platini.

L'altovallesano ha giustificato il pagamento citando il ruolo di Platini come consulente della FIFA tra il gennaio 1999 e il giugno 2002.

FIFA: possibile ricorso entro dieci giorni

La Federazione internazionale di calcio ha ora dieci giorni di tempo per fare ricorso contro la decisione dell'MPC per far finire il caso al Tribunale penale federale (TPF) di Bellinzona.

A fine aprile, l'agenzia di stampa francese AFP aveva pubblicato alcune parti di un rapporto della polizia federale che non lasciava dubbi sulle responsabilità penali dell'ex dirigente altovallesano. L'MPC aveva tuttavia giustificato l'abbandono del procedimento sostenendo che la scelta di proseguire o no un'inchiesta penale dipende da varie considerazioni, che vanno soppesate.

"Il signor Blatter ha agito più per gli interessi del signor Warner che per quelli della FIFA", avevano sostenuto gli inquirenti - stando all'AFP - nei rapporti terminati tra dicembre 2019 e gennaio 2020.

Secondo l'AFP, a causa dell'inazione di Blatter contro la CFU e Warner, "la FIFA ha subito un pregiudizio di una somma che raggiunge i 3,78 milioni di dollari (3,64 milioni di franchi al cambio attuale)". Sui contenuti dei rapporti il MPC non ha voluto esprimersi.

© Regiopress, All rights reserved