Simonetta Sommaruga, presidenta della Confederazione (Keystone)
Svizzera
08.04.2020 - 16:380
Aggiornamento : 19:38

Consiglio federale: 'Le misure vanno avanti fino al 26 aprile'

Nel frattempo il Dipartimento dell'interno dovrà elaborare un concetto per allentare gradualmente le restrizioni

Le attuali misure restrittive resteranno in vigore fino al 26 aprile. È questa la decisione del Consiglio federale. Nel frattempo il Dipartimento dell'interno dovrà elaborare un concetto per allentare gradualmente le restrizioni. Secondo la presidente della Confederazione, Simonetta Sommaruga «le misure hanno dato il loro effetto» ma per il momento «non c'è nessun motivo per modificare le norme di distanza sociale e d'igiene».

Alain Berset: «Il numero dei contagi si sta stabilizzando». Per il capo del Dipartimento federale dell'interno «la priorità rimane quella di proteggere le fasce più vulnerabili della popolazione e, allo stesso tempo, tutelare le capacità del sistema sanitario. L'equilibrio è fragile».

«Abbiamo deciso che dovremo fare dei primi allentamento verso fine aprile», afferma Berset. Ci sono dei criteri da monitorare prima di decidere una riapertura, spiega il 'ministro' della sanità: in primis l'evoluzione del numero dei contagi, dei ricoveri e dei decessi. Una possibile fine del lockdown, secondo Berset, è ipotizzabile «fra qualche settimana». 

Disoccupazione al 3%

«L'economia è naturalmente colpita dalle decisioni prese per tutelare la nostra salute – sostiene il capo del Dipartimento dell'economia Guy Parmelin –. La disoccupazione è salita al 3%, vi è un crollo della produzione del 25%, mentre Il 30% della forza lavoro è al beneficio dell'indennità per il lavoro ridotto».

Le nuove misure per l'economia

Anche per i lavoratori su chiamata ci saranno l'indennità di lavoro ridotto (Ilr). Per averne diritto le persone dovranno poter dimostrare una diminuzione di almeno il 20% del proprio lavoro, e di essere attivi presso la stessa azienda da 6 mesi. In questo modo, informa Parmelin, altre 200mila persone saranno al beneficio delle indennità per disoccupazione parziale. Inoltre il Consiglio federale ha deciso che le attività accessorie non verranno più conteggiate nel calcolo della Ilr.

Per quanto concerne le indennità per perdita di guadagno degli indipendenti, il governo ha eliminato la durata massima di quattro mesi.

Proprietari e inquilini

«Proprietari e inquilini si dovranno mettere d'accordo da soli» sostiene Parmelin in riferimento alle problematiche degli affiti, in particolare le locazioni in ambito commerciale. «Sulla base del decreto di urgenza, un intervento dello Stato non renderebbe giustizia alla varietà della situazioni. Il Consiglo federale ritiene che le discussioni debbano essere risolte attraverso il diritto esistente».

 

© Regiopress, All rights reserved