votazioni-federali-no-all-iniziativa-sulle-pigioni-moderate
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
10 ore

Scoperto un pipistrello con la rabbia nel canton Berna

La Svizzera è attualmente, tranne in questo caso, esente dalla malattia, sia negli animali domestici che in quelli selvatici
Svizzera
13 ore

Landquart, in fiamme un container abitativo. Arrestato un uomo

Fermato un marocchino 43enne per l’incendio alla struttura, utilizzata per sanzionare i residenti di altri centri di accoglienza
Svizzera
14 ore

Da Sempach un appello alla solidarietà con l’Ucraina

Dopo due anni d’attesa, torna in grande stile la commemorazione della battaglia. Con la presenza della ‘prima cittadina’ svizzera Irène Kälin
Svizzera
16 ore

Gas per tutti in inverno? Nessuno lo può garantire

La ministra dell’energia Simonetta Sommaruga non esclude che nella stagione fredda si vada incontro a difficoltà nell’approvvigionamento
Svizzera
17 ore

Quattro motociclisti feriti in tre incidenti sul Susten

Una settimana dopo il tragico sinistro costato la vita a due ticinesi, altro weekend da dimenticare sulla strada del passo tra i cantoni Uri e Berna
Svizzera
18 ore

‘I fronti in Ucraina continueranno a inasprirsi’

Ne è convinta la ministra della Giustizia Karin Keller-Sutter, secondo cui ‘la situazione potrebbe peggiorare considerevolmente in inverno’
Svizzera
18 ore

‘L’iniziativa contro l’acquisto degli F-35? Un errore’

Erich Fehr, presidente della piattaforma social-liberale ‘I socialisti liberali nel Ps svizzero’ critica la linea del partito
Svizzera
21 ore

Con Lugano, la Svizzera preserverà la sua immagine di ‘leader’

Ne è convinto Nicolas Bideau. Secondo cui la Conferenza per la ricostruzione dell’Ucraina è un evento ‘compatibile’ con la neutralità
Svizzera
23 ore

Nel 2022 più donne nei Cda delle grandi aziende

Nelle cento maggiori società svizzere quotate in borsa la loro percentuale è passata dal 25,4% al 28,5%
Svizzera
1 gior

‘Putin vattene’. E ancora, ‘Liberate l’Ucraina, e la Russia’

Manifestazione per le strade di Ginevra per chiedere la cessazione del conflitto ucraino e per uno scambio di prigionieri
Svizzera
1 gior

Torna in funzione il reattore numero 1 di Beznau

Dopo una revisione di due mesi, la centrale di Döttingen ha ricevuto luce verde da parte dell’ispettorato federale della sicurezza nucleare
Svizzera
1 gior

La Svizzera può essere un modello per l’Ucraina

È il parere del premio Nobel per l’economia Roger Myerson, secondo cui Berna può svolgere un ruolo di mediazione tra i due belligeranti
09.02.2020 - 13:57

Votazioni federali, 'No' all'iniziativa sulle pigioni moderate

Si prospetta invece l'approvazione popolare al divieto di una discriminazione basata sull’orientamento sessuale

Il popolo svizzero e ticinese ha deciso. Si sono chiuse a mezzogiorno le urne per esprimersi sui quattro temi in votazione, due a livello federale e altrettanti a livello cantonale.

Per quanto riguardo le votazioni federali, stando alle prime proiezioni elaborate dall’istituto demoscopico gfs.bern si prospetta un 'no' all’iniziativa “Per più abitazioni a prezzi accessibili” e un 'sì' al divieto della discriminazione basata sull’orientamento sessuale. 

 

Verso il 'No' all'iniziativa “Per più abitazioni a prezzi accessibili”

La Confederazione e i Cantoni non saranno obbligati a costruire più abitazioni a pigioni moderate. Secondo la prima proiezione dell'istituto gfs.bern, il 58% degli svizzeri respinge l'iniziativa dell'Associazione svizzera degli inquilini. Nei Grigioni l'iniziativa il testo è stata bocciato con il 67,5% dei voti. In Ticino il dato definitivo attesta i contrari al 55,4%. I primi risultati confermano la tendenza e si delinea una spaccatura fra cantoni rurali e urbani. I "no" superano il 60% anche ad Argovia, Glarona, Lucerna, Nidvaldo, nei due Appenzello e a Uri. La stessa tendenza si riscontra in Vallese. A Ginevra invece l'iniziativa è accettata dal 59,8% dei votanti, dopo lo spoglio del 95% dei voti, mentre a Basilea Città i "sì" sono al momento il 59,7%. Pure Vaud e Neuchâtel dovrebbero approvare il testo.

L'omofobia sarà sanzionata come il razzismo

L'omofobia sarà dunque sanzionata come il razzismo. Secondo la prima proiezione dell'istituto gfs.bern, il popolo svizzero dovrebbe accogliere il divieto della discriminazione basata sull'orientamento sessuale con una quota del 62%. In Ticino il "sì" ha raggiunto il 66,8%, mentre nei Grigioni il 58,6%. 

I risultati finali di 16 cantoni confermano il trend, in particolare a Neuchâtel (73,7%), Friburgo (68,41%), Lucerna (59,6%), Zugo e Soletta (entrambi 58,7%). Contrari invece Appenzello Interno (con il 54,1% di no), Uri (51,1%) e Svitto (51,7%).

Stando ai primi risultati parziali nei cantoni più grandi, oltre tre ginevrini su quattro hanno votato a favore, mentre a Zurigo la quota dovrebbe essere superiore al 60%. Nel canton Vaud la percentuale - dopo lo spoglio di tre quarti delle schede - si attesta oltre l'80%.

Nel dicembre 2018 il Parlamento ha votato per estendere la norma antirazzismo contenuta nel Codice penale (articolo 261) che mira a vietare espressamente le discriminazioni basate sull'orientamento sessuale per proteggere la comunità omosessuale, bisessuale, transgender o intersessuale. Si tratta di una revisione di legge frutto di un'iniziativa parlamentare del consigliere nazionale Mathias Reynard (PS/VS). Un comitato composto in particolare da rappresentanti dell'Unione democratica federale (UDF) e dei Giovani UDC ha lanciato il referendum contro questa modifica legislativa.

'Un magnifico segnale'

Il sostegno popolare alla norma anti-omofobia è un "magnifico segnale" per tutte le persone interessate. È la prima reazione a caldo del consigliere nazionale vallesano Mathias Reynard (Ps), che è all'origine della revisione di legge. Più mesto Marc Früh, dell'Unione democratica federale (Udf) che ha lanciato il referendum contro il testo insieme ai Giovani Udc. "L'odio e la discriminazione non hanno più posto nel nostro Paese", ha aggiunto Reynard ai microfoni della Rts. La sua iniziativa parlamentare in questo senso, depositata nel 2013, ha affrontato un percorso parlamentare lungo sette anni. Früh, nonostante il risultato alle urne, si ritiene invece soddisfatto del fatto che il popolo abbia potuto votare sulla questione. Per un "piccolo partito" come l'Udf, questa è una "vittoria straordinaria", ha indicato alla Rts, lamentando tuttavia il mancato appoggio di altri partiti. 

 

Leggi anche:

Legittima difesa, Ghiringhelli: ‘Farò ricorso al Tribunale federale’

Legittima difesa, Ghiringhelli: ‘Farò ricorso al Tribunale federale’

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved