laRegione
Nuovo abbonamento
tassa-sui-voli-primo-si-dalla-commissione-del-nazionale
Decolli più cari (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
9 ore

Grave incidente stradale a Lucerna, diversi feriti

L'incidente è avvenuto verso le 17.30 sulla K10 nel tratto tra Schachen e Malters. Sono intervenute diverse ambulanze e un elicottero di soccorso
Camere federali
11 ore

Finanziamento dei partiti: l'anonimato batte la trasparenza

Controprogetto light sull'iniziativa per costringere i partiti a pubblicare il nome dei grandi donatori affossato al Consiglio Nazionale. Parla Martin Hilti
Svizzera
13 ore

Abusi sessuali nella chiesa cattolica, 36 richieste in Romandia

Presentato oggi il rapporto della commissione specializzata. Ventotto le richieste accolte, versati indennizzi per 410mila franchi.
Svizzera
13 ore

Schengen, ‘no’ alla partecipazione alla banca dati allargata

Alleanza contro natura tra Udc e Verdi al Consiglio nazionale. Preoccupazioni convergenti sui nuovi adeguamenti previsti.
Svizzera
14 ore

Presenza di sostanze tossiche vicino al Blausee

Gravi accuse dei gestori dell'allevamento ittico alle aziende che lavorano nel traforo del Lötschberg. Inoltrata denuncia contro ignoti.
Svizzera
15 ore

La maschera non frena gli acquisti

I commercianti zurighesi di ricredono sugli effetti delle protezioni da coronavirus
Svizzera
16 ore

Svizzera, i dati Covid del weekend comunicati solo il lunedì

Cambio di prassi all'Ufficio federale della sanità pubblica: 'Nel fine settimana le cifre non forniscono un quadro chiaro'
Svizzera
19 ore

Coronavirus, in Svizzera 530 casi, 18 ricoveri e 7 decessi

È da mesi che non si registravano due giorni consecutivi con così tanti morti a causa del Covid-19. Tasso tamponi/positivi del 3,4%
Svizzera
15.01.2020 - 16:220
Aggiornamento : 16:37

Tassa sui voli, primo sì dalla commissione del Nazionale

Oltre a un supplemento oscillante tra 30 e 120 franchi per i voli commerciali si vuole anche tassare i voli privati.

Lo spostamento a sinistra del Consiglio nazionale dopo le votazioni dell'ottobre scorso si è fatto sentire sui lavori della Commissione dell'ambiente del Nazionale. Quest'ultima è favorevole a una tassa sui biglietti aerei (voli commerciali e anche in parte privati) e all'istituzione di un Fondo per il clima.

Oltre a una tassa oscillante tra 30 e 120 franchi nell'ambito dei voli passeggeri commerciali (17 voti a 8, esentati voli in transito, voli di assistenza medica o voli per attività sovrane), con 18 voti a 7 la commissione vuole imporre anche i voli privati ad eccezione dell'aviazione leggera, dei voli di formazione o di quelli per attività di lavoro.

Stando a una nota odierna dei servizi parlamentari, la tassa sui voli privati, ridenominata "tassa sull'aviazione generale", colpirebbe i voli passeggeri al di fuori dell'aviazione commerciale (ad es. business jet) e potrebbe situarsi tra 500 e 5000 franchi a seconda delle dimensioni del velivolo.

Fondo per il clima

Con 17 voti contro 8, la Commissione approva inoltre l'istituzione di un Fondo per il clima così come proposto dalla Camera dei Cantoni. Un terzo degli introiti della tassa sul CO2 (al massimo 450 milioni di franchi) e il 49% degli introiti della tassa sui biglietti aerei vengano destinati alla protezione del clima.

Meno emissioni per impianti

Al pari degli Stati, grazie al voto decisivo del suo presidente, la commissione sostiene l'introduzione nella legge sul CO2 di una disposizione che sancisca il principio secondo cui chi costruisce o modifica impianti che causano elevate emissioni di gas serra è tenuto a limitare le emissioni nella misura massima possibile consentita dalla tecnica e per quanto economicamente sostenibile. Al momento la Commissione è invece contraria all'introduzione della neutralità climatica per tutti gli impianti che sottostanno all'esame dell'impatto sull'ambiente.

Veicoli pesanti

Per quanto riguarda le misure nel settore dei trasporti, la Commissione conferma la decisione degli Stati di fissare valori limite per l'emissione di CO2 dei veicoli pesanti. 

Pmi esenti da tassa CO2?

La commissione vorrebbe inoltre che anche le Pmi, come le grandi imprese a forte consumo energetico, possano essere esentate dalla tassa sul CO2 se si impegnano a limitare le rispettive emissioni. Proporrà quindi al plenum di stralciare il limite annuo di 10 mila franchi (Consiglio degli Stati), rispettivamente di 15 mila franchi (Consiglio federale) a partire dal quale l'esenzione verrebbe concessa (14 voti a 7).

© Regiopress, All rights reserved