ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
3 ore

Una coppia trova una busta con ventimila franchi per strada

I due onesti cittadini hanno rintracciato quindi l’anziano proprietario e gli hanno restituito la busta con l’ingente somma
Svizzera
5 ore

‘Brilla’ un bancomat a Füllinsdorf, malviventi in fuga

Altro botto nella notte in Svizzera. Stavolta è toccato a un impianto di erogazione di contante di Basilea Campagna
Svizzera
6 ore

Sì del Nazionale all’imposta minima delle grandi multinazionali

Restano solo da appianare alcune divergenze relative alla ripartizione tra Confederazione e Cantoni del gettito supplementare
Svizzera
6 ore

‘L’affitto pesa in modo sproporzionato sul reddito’

Grido d’allarme dell’Associazione Svizzera Inquilini. Sommaruga: ‘Per le famiglie a basso reddito raggiunti i limiti della sopportazione’
Svizzera
6 ore

In dogana con un ghepardo imbalsamato

Benché debitamente dichiarato, l’animale è stato sequestrato in quanto mancava l’autorizzazione basata sulla convenzione di Washington
Svizzera
6 ore

Duecentomila voci per la responsabilità delle multinazionali

A due anni dalla bocciatura alle urne dell’iniziativa, depositata alla Cancelleria federale una petizione che chiede una legge efficace
Svizzera
7 ore

Dodici milioni di... anelli per la Catena della solidarietà

È l’importo delle donazioni raccolte a favore delle vittime della carestia nell’Africa orientale
Svizzera
8 ore

Operaio travolto dal treno nella notte a Rickenbach

Nonostante i tentativi di rianimazione, l’uomo, un 34enne serbo, è deceduto sul posto. Ancora da chiarire le cause esatte dell’incidente
Svizzera
8 ore

Cure ambulatoriali e ospedaliere finanziate su base unitaria

Il Consiglio degli Stati approva la riforma di legge sull’assicurazione malattie. Sulla quale ora dovrà esprimersi il Nazionale
Svizzera
9 ore

I rapporti con l’Unione europea vanno rilanciati

È l’appello sottoscritto da duecento personalità svizzere. Che chiedono al Consiglio federale di chiarire quanto prima le sue intenzioni
Svizzera
10 ore

Si schianta contro un albero: morto un 21enne

Grave incidente della circolazione ieri sera a Uster. A seguito della violenza dell’impatto, il giovane è deceduto sul posto
15.10.2019 - 15:38

Da oggi richiesto il login sui siti di news

Nella Svizzera tedesca è stata introdotta una procedura di registrazione per accedere ai siti online delle testate. Nel 2020 anche in Ticino

di Ats
da-oggi-richiesto-il-login-sui-siti-di-news
Al momento è facoltativa (Keystone)

Finito l'accesso diretto alle notizie sul web: da oggi i quattro più grandi editori privati della Svizzera introducono una procedura di registrazione - al momento ancora facoltativa, dall'anno prossimo obbligatoria - per accedere ai siti online delle testate giornalistiche della Svizzera tedesca. Nel 2020 seguiranno probabilmente Romandia e Ticino, nonché forse la SRG SSR.

Della cosiddetta Alleanza digitale, di cui si è cominciato a parlare nel 2018 come "alleanza del login", fanno parte giganti quali Ringier, Tamedia, NZZ, CH Media e SSR. Il loro obiettivo - informano in un comunicato odierno - è migliorare le condizioni che permettano una relazione personalizzata con l'utente e offrire agli inserzionisti la possibilità di proporre pubblicità più mirata, contrastando la concorrenza internazionale.

La campagna lanciata oggi, all'insegna dello slogan "mach’s persönlich" (letteralmente: fallo personalmente) interessa tutti i principali siti, come quelli di Blick, Tages-Anzeiger, 20 Minuten,, Neue Zürcher Zeitung, Aargauer Zeitung, Luzerner Zeitung, St. Galler Tagblatt, Beobachter, Bilanz, Handelszeitung e tutta una serie di altre testate minori, per un totale di oltre 20 offerte giornalistiche.

Attraverso il login l'Alleanza digitale svizzera vuole stabilire un rapporto personale diretto, più forte di prima, con gli utenti delle offerte giornalistiche online. Solo così facendo - viene argomentato - sarà possibile proporre contenuti giornalistici personalizzati.

Grande importanza viene attribuita al fatto che la registrazione sia il più semplice possibile: per la gran parte delle testate indirizzo e-mail e password sono sufficienti. Solo le offerte a pagamento richiedono una registrazione estesa con domande più mirate.

Concretamente da oggi quando un utente consulta le offerte online dei partner dell'Alleanza digitale svizzera è invitato a registrarsi su base volontaria. Se l'utente non vuole accettare può chiudere la finestra pop-up con un solo click, senza che questo abbia alcuna influenza sulla sua futura lettura. Potrà continuare a consultare tutti i contenuti ad accesso libero dei titoli mediatici, senza alcuna restrizione.

Le cose cambieranno però in futuro. In una conferenza con gli investitori di Tamedia, lo scorso 19 settembre, il presidente della direzione Christoph Tonini aveva già annunciato che dall'autunno 2020 il login sarà obbligatorio. Un obiettivo ribadito anche nel comunicato odierno, ma che non concerne peraltro la SRG SSR. La definizione concreta delle prossime tappe dipenderà comunque dai risultati della campagna avviata oggi.

"A partire dal primo trimestre del 2020, il login semplice e facoltativo dovrebbe essere esteso alla Svizzera romanda e, se possibile, al Ticino, tra i partner attualmente coinvolti", afferma Tonini, citato nel comunicato. Nello stesso anno dovrebbe adottare lo stesso approccio anche la SRG SSR.

A medio termine la banca dati di utenti permetterà agli editori di competere meglio con i grandi gruppi tecnologici americani. Stando a delle stime oggi i media svizzeri incassano circa un quarto della pubblicità online: il resto va a Google, Facebook e altre aziende straniere.

"Quali editori siamo confrontati con una concorrenza globale per attirare l'attenzione degli utenti: non dobbiamo accumulare ulteriori ritardi nei confronti delle piattaforme internet internazionali in questo settore. Queste offrono ai loro utenti un'esperienza a volte eccellente e il login personale è spesso essenziale in questo senso", spiega il Ceo di Ringier Marc Walder, citato nella nota.

Il presidente della direzione di NZZ, Felix Graf, aggiunge: "Le offerte giornalistiche delle aziende mediatiche svizzere hanno un futuro nel mondo digitale solo se dispongono di un solido finanziamento e sono quindi competitive con le principali piattaforme americane. Il login dà un contributo decisivo a questa competitività".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved