laRegione
Nuovo abbonamento
federali-2019-annunciata-la-progressione-ecologista
Palazzo federale (Ti-Press)
Svizzera
29.09.2019 - 08:400

Federali 2019, annunciata la progressione ecologista

I risultati dell'ultimo sondaggio Tamedia. Le perdite più marcate per l'Udc; in calo anche Ps, Plr e Ppd

Verdi e Verdi liberali dovrebbero registrare una netta progressione alle elezioni del mese prossimo. I due partiti hanno guadagnato ulteriore terreno, secondo l'ultimo sondaggio di Tamedia. L'Udc dovrebbe invece incassare le perdite più marcate.

Se per il Consiglio nazionale si fosse votato questo weekend, i Verdi avrebbero ottenuto il 10,2% dei voti, ovvero 3,1 punti percentuali in più rispetto all'autunno 2015. I Verdi liberali sarebbero invece al 7,2% (+2,6), si legge nel sondaggio pubblicato questa mattina. Ancora una volta, i due partiti ecologisti registrano una leggera progressione rispetto all'ultima inchiesta.

Al contrario sarebbe l'Udc, pur rimanendo il primo partito, a subire la maggiore perdita, arrivando al 27,9% (-1,5). Anche gli altri grandi partiti risultano in calo: il Ps è dato al 18% (-0,8 punti), il Plr al 15,6% (-0,8) e il Ppd al 10,4% (-1,2). Si tratta comunque di fluttuazioni che rientrano nel margine di errore statistico, viene specificato.

I partiti ecologisti vanno forte soprattutto fra i giovani: il 22% delle persone con meno di 34 anni vota per uno dei due. I Verdi e il Ps risultano particolarmente apprezzati dalle donne, mentre il Plr è amato dagli uomini. L'elettorato Udc pare invece ben distribuito.

I costi della sanità rimangono uno dei problemi più sentiti, citato dal 70% degli intervistati. Anche le pensioni (62%) e il cambiamento climatico (52%) destano preoccupazione. Si tratta della prima volta che i temi ambientali salgono sul podio, scalzando i rapporti con l'Unione europea (46%). L'immigrazione preoccupa invece il 39% dei cittadini.

Gli intervistati si sono espressi anche sulle campagne di Udc e Ppd, che hanno suscitato molte polemiche nelle ultime settimane. I simpatizzanti democentristi sostengono a grande maggioranza (71%) che l'immagine della mela infestata da vermi sia buona. Gli aderenti agli altri partiti la trovano invece diffamatoria e fuori luogo.

La campagna del Ppd basata su inserzioni aggressive su Internet non seduce invece nemmeno gli elettori dello stesso partito: solo il 36% la trova riuscita. Per la maggioranza dei simpatizzanti degli altri partiti si tratta di un'azione denigratoria.

Il sondaggio è stato realizzato la settimana scorsa sui portali d'informazione Tamedia. In totale hanno partecipato 20'515 persone da tutta la Svizzera. Il margine di errore è di 1,3 punti percentuali. Si è trattato del sesto e ultimo sondaggio dell'azienda prima delle elezioni del 20 ottobre.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved