parlamento-commissione-ambiente-contro-il-divieto-di-pesticidi
(archivio TiPress)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
6 ore

Vaiolo delle scimmie, c’è un secondo caso in Svizzera

Dopo il contagio nel Canton Berna, è la volta di un ginevrino. Anche quest’ultimo reduce da un viaggio all’estero
Svizzera
7 ore

Cartella informatizzata del paziente, le autorità ci credono

Malgrado solo uno svizzero su mille la utilizzi, per Confederazione e Cantoni ‘siamo sulla buona strada’. E puntano al suo rilancio
Svizzera
8 ore

Profughi ucraini, la Svizzera ammicca alla banca dati Ue

Per Karin Keller-Sutter aderire alla piattaforma dell’Unione europea ‘eviterebbe doppie registrazioni e irregolarità. Ne guadagnerebbe la credibilità’
Svizzera
9 ore

Vuoi il booster per viaggiare? Lo paghi di tasca tua

Ufficio federale della sanità pubblica intenzionato a fatturare la somministrazione della quarta dose di vaccino per recarsi all’estero
Svizzera
9 ore

Luce verde al salvagente per le società elettriche

La maggioranza della commissione sposa il piano elaborato dal governo per sostenere le grandi aziende. Con lievi correttivi
Svizzera
9 ore

Coronavirus, sotto i diecimila casi in una settimana

Negli ultimi sette giorni le nuove infezioni in Svizzera sono state 8’125. In calo anche i decessi (da 12 a 10) e i ricoveri (da 150 a 100)
Svizzera
10 ore

‘Anche la società civile’ alla conferenza sull’Ucraina di Lugano

La Piattaforma delle Ong svizzere per i diritti umani scrive una lettera aperta al Consiglio federale
Svizzera
10 ore

‘Il Consiglio federale ha inizialmente sottovalutato il Covid’

È la posizione delle commissioni Gestione in un rapporto divulgato oggi. Eccessivo il peso del Dipartimento dell’interno rispetto agli altri dipartimenti
Svizzera
11 ore

Password rubate nel dark web, ecco le preferite degli svizzeri

‘Passwort‘, ’andrea’, ‘sunshine’, ’soleil’: queste le password più usate e più frequentemente rubate in Svizzera e messe in circolazione sulla Darknet
Svizzera
11 ore

Una maggiore collaborazione con la Nato è un’opzione

A Davos incontro tra la consigliera federale Viola Amherd e il segretario generale dell’Alleanza atlantica Jens Stoltenberg
27.08.2019 - 17:57

Parlamento, Commissione ambiente contro il divieto di pesticidi

La qualità dell'acqua in Svizzera è in parte compromessa da sostanze nocive, ma le attuali misure di protezione sarebbero sufficienti

di Ats

La qualità dell'acqua in Svizzera è in parte compromessa dalla presenza di sostanze problematiche, che danneggiano anche gli insetti, tuttavia le attuali misure di protezione e di vigilanza sono sufficienti. Ulteriori provvedimenti, come il divieto di pesticidi, non sono necessari, secondo la Commissione dell'ambiente, della pianificazione del territorio e dell'energia del Consiglio nazionale (CAPTE-N) che raccomanda per 13 voti a 9 e 3 astensioni di respingere un'iniziativa parlamentare di Beat Jans (PS/BS).

Il testo dell'iniziativa chiede di completare la Legge sulla protezione delle acque affinché venga sancito il divieto di continuare a utilizzare sostanze contenenti pesticidi sintetici se in diverse acque di superficie sono stati ripetutamente pregiudicati la riproduzione, lo sviluppo e la salute di piante, animali e microrganismi sensibili oppure se nelle acque sotterranee o nell'acqua potabile sono state misurate concentrazioni eccessive di residui di pesticidi.

'Togliere i pesticidi dal mercato'

Stando al consigliere nazionale basilese, dati scientifici raccolti dai Cantoni, dalla Confederazione e dall'Istituto federale per l'approvvigionamento, la depurazione e la protezione delle acque (EAWAG) provano che diverse sostanze attive dei pesticidi pregiudicano durevolmente organismi acquatici. In particolare, tali sostanze sterminano gli insetti acquatici e le alghe, che costituiscono il cibo e la base vitale per i pesci.

La popolazione è quindi esposta agli effetti di queste sostanze, in violazione secondo l'autore dell'iniziativa della Costituzione federale che impone alla Confederazione di proteggere l'uomo da effetti nefasti, di salvaguardare gli spazi vitali nella loro molteplicità naturale, di proteggere le specie minacciate di estinzione e di emanare prescrizioni sulla protezione dell'ambiente naturale da effetti nocivi.

La Confederazione, a detta di Jans, dovrebbe "poter togliere dal mercato i pesticidi che si dimostrano nocivi per gli ambienti acquatici o che pregiudicano la qualità dell'acqua potabile".

Per la CAPTE-N, anche se la qualità dell'acqua in Svizzera è in parte compromessa dalla presenza di sostanze problematiche che danneggiano anche gli insetti, le attuali misure di protezione e di vigilanza dell'acqua potabile e delle falde acquifere sono sufficienti.

A suo parere, ad arginare gli effetti negativi dei prodotti fitosanitari bastano i provvedimenti previsti dalla politica agricola a partire dal 2022 (AP22+) volta tra l'altro a ridurre l'uso dei pesticidi.

'Gravi ripercussioni'

Lo scorso 27 febbraio, il Consiglio federale aveva già proposto al Parlamento di respingere l'iniziativa popolare "Per una Svizzera senza pesticidi sintetici". L'iniziativa chiede di vietare l'uso di pesticidi sintetici nella produzione agricola, nella trasformazione di prodotti agricoli e nella cura del suolo e del paesaggio. Da vietare sarebbe anche l'importazione di derrate alimentari contenenti pesticidi sintetici o per la cui produzione sono stati utilizzati tali pesticidi.

Per il governo si fa già abbastanza in quest'ambito. Nel settembre 2017 lo stesso Consiglio federale ha varato il Piano d'azione sui prodotti fitosanitari, attraverso il quale si punta a ridurre l'impiego e i rischi di tali prodotti. Il governo ha poi integrato nella Politica agricola 2022 un pacchetto di misure supplementari. I pagamenti diretti saranno stanziati soltanto a chi rinuncia all'uso di prodotti fitosanitari ad alto rischio ambientale.

Secondo l'esecutivo, un'accettazione dell'iniziativa avrebbe gravi ripercussioni sull'agricoltura, sull'industria alimentare e sulla sicurezza alimentare. Verrebbero infatti a mancare efficaci misure per proteggere le colture agricole e i loro raccolti.
 
 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved