Keystone
Svizzera
16.08.2019 - 16:300

Due miliardi a favore dell'esercito

Dopo il Nazionale, anche la Commissione della politica di sicurezza del Consiglio degli Stati ha approvato il messaggio sull'esercito

Dopo l'approvazione del Consiglio nazionale durante la scorsa sessione estiva, i quattro disegni relativi al messaggio sull'esercito ricevono il sostegno anche della Commissione della politica di sicurezza del Consiglio degli Stati (CPS-S). La Camera dei Cantoni tratterà l'oggetto in autunno.

Il messaggio è stato accolto dalla commissione all'unanimità, scrivono oggi in una nota i servizi del parlamento. Gli investimenti totali ammontano a circa due miliardi di franchi.

Il budget è destinato a tre ambiti: armamento, materiale e immobili del Dipartimento della difesa (DDPS). Inoltre è stata apportata una modifica alla legge militare.

Il credito più discusso è stato quello – da 118 milioni – da utilizzare per mandare in pensione l'attuale mortaio da 8,1 centimetri, in uso da oltre 40 anni, usato da fanteria e forze speciali. Con 11 voti contro 2 la CPS-S suggerisce di dire sì al tesoretto.

Secondo la maggioranza, l'esercito dovrà anche in futuro disporre di diversi sistemi d'arma per poter appoggiare con fuoco indiretto le formazioni da combattimento e mantenere le sue capacità operative. Una minoranza invece si oppone, ritenendo che l'ipotesi di un conflitto non sia realistica e ricordando che l'impiego di simile materiale bellico è oggetto di crescenti critiche a livello internazionale.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved