Svizzera
21.07.2019 - 12:110

I funzionari federali volano in Europa quasi il doppio

In sette anni aumentati del 40% i viaggi dei collaboratori della Confederazione: percorsi oltre 65 milioni di chilometri.

Amministrazione federale in movimento: negli ultimi sette anni i voli dei collaboratori della Confederazione sono aumentati di oltre il 40%. Il motivo sarebbe da ricondurre a una crescente internalizzazione e ai nuovi mandati parlamentari, indicano riportano alcuni giornali del gruppo Tamedia. Nel 2018, i voli sono stati 29'700 rispetto ai 21'200 di sette anni prima, precisano i domenicali "Le Matin Dimanche" e “SonntagsZeitung", riferendosi alle cifre fornite dall'Ufficio federale dell'energia. In totale lo scorso anno sono stati percorsi in aereo 65,7 milioni di chilometri.

In un documento dell'amministrazione volto a fornire indicazioni in merito agli spostamenti in Europa dei suoi collaboratori, si consiglia di utilizzare il treno per spostarsi a Parigi o Monaco. In direzione di Vienna e Madrid viene invece preferito l'aereo, mentre vi è maggiore libertà di scelta per quanto riguarda i viaggi verso Roma, Berlino, Bruxelles e Londra. Il consigliere nazionale Michael Töngi (Verdi/LU) – scrivono i domenicali – invita l'amministrazione a dare l'esempio e chiede che i viaggi di servizio verso destinazioni raggiungibili in meno di otto ore di treno siano da effettuare su rotaia, evitando così gli aerei. In materia di spostamenti, il Consiglio federale dal canto suo negli ultimi anni sta privilegiando anche la via delle conferenze telefoniche o video.

Potrebbe interessarti anche
Tags
europa
collaboratori
sette anni
viaggi
chilometri
confederazione
amministrazione
federale
© Regiopress, All rights reserved