Keystone
Svizzera
19.05.2019 - 14:070

Si profilano due 'sì'. Armi, unico 'no' dal Ticino

Chiara maggioranza sia a favore del pacchetto fisco/Avs, sia della revisione della legge sulle armi

La Legge federale concernente la riforma fiscale e il finanziamento dell'Avs (Rffa) sarebbe stata accolta con il 66% dei voti. Lo indica la proiezione dell'istituto gfs.bern realizzata per conto di Srg Ssr.

In una prima reazione, il presidente della Conferenza dei direttori cantonali delle finanze (Cdcg) Charles Juillard (Ppd) ha espresso sollievo "per l'economia, l'impiego e l'Avs".

Il presidente del Ps Christian Levrat ha parlato di un primo passo. Il suo partito è ora in una buona posizione per andare oltre, proponendo – lo ha anticipato lo stesso Levrat proprio oggi alla 'SonntagsZeitung' – un'aliquota d'imposta minima nei Cantoni sull'utile delle imprese.

Gli elettori hanno dato maggiore valore all'Avs che alle perdite fiscali, ha commentato a caldo Regula Rytz. Per la consigliera nazionale bernese nonché presidentessa del partito ecologista, è ormai chiaro che sta iniziando una spirale al ribasso nell'imposizione delle imprese.

Armi, Ticino in controtendenza

Si profila un netto sì anche al secondo oggetto in votazione a livello federale, la revisione della legge sulle armi: secondo le indicazioni del gfs.bern diffuse alle 12.30, la trasposizione nel diritto svizzero della direttiva Ue modificata verrebbe accolta con il 67% dei voti.

Fra i 13 cantoni di cui finora si conoscono i risultati hanno accolto la revisione, solo il Ticino ha votato 'no' (54,5%). Altrove i meno convinti appaiono gli svittesi (51,62% di sì) e gli abitanti di Appenzello Interno (52,90%). Gli altri hanno mostrato percentuali superiori al 55%: Glarona (55,56%), Grigioni (55,73%), Vallese (57,11%), Soletta (58,81%), Sciaffusa (59,01%), Turgovia (59,11%), Argovia (59,36%), Appenzello Esterno (64,30%), Nidvaldo (65,18%) e Lucerna (65,92%).

Potrebbe interessarti anche
Tags
armi
ticino
avs
revisione
legge
© Regiopress, All rights reserved