soldi-e-partiti-controprogetto-a-giorni-in-consultazione
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
7 min

A Davos, Cassis evoca la conferenza Ucraina di Lugano

Per il presidente della Confederazione, il meeting in riva al Ceresio sarà l’occasione per lanciare la ricostruzione internazionale del Paese
Svizzera
28 min

Imminente la visita di Maros Sefcovic in Svizzera

Il commissario europeo per le relazioni con la Confederazione potrebbe arrivare a giugno. Per discutere delle relazioni Berna-Bruxelles
Svizzera
37 min

Covid, ecco la quarta dose di vaccino per persone a rischio

Secondo richiamo raccomandato per le persone con un sistema immunitario fortemente indebolito, ma solo dopo la valutazione di uno specialista
Svizzera
1 ora

Gli svizzeri tornano a viaggiare all’estero, anche più di prima

Il dato emerge dalla rilevazione delle spese senza contanti fatte al di fuori della Confederazione. Il flusso è maggiore anche del periodo pre-pandemia
Svizzera
2 ore

La pandemia ha acuito le diseguaglianze di genere

Le misure per contrastare il Covid-19, adottate in un contesto di squilibri già esistenti, hanno amplificato il problema. Lo indica uno studio
Svizzera
3 ore

Tocca la linea elettrica con la canna: pescatore folgorato

Tragica fatalità per un 55enne impegnato con amo e lenza in compagnia del figlio sul torrente della Val Pednal
Svizzera
5 ore

Ai nastri di partenza la stagione delle fragole in Svizzera

Nelle prossime tre settimane ne saranno raccolte in Svizzera oltre 1’000 tonnellate, sufficienti per approvvigionare completamente il mercato
Svizzera
6 ore

Autorizzato l’abbattimento di una lince nell’Oberland bernese

Il felino, identificato dalle trappole fotografiche e dal tipo di ferite, in 12 mesi ha ucciso 15 animali da reddito nonostante le misure di protezione
30.04.2019 - 11:52

Soldi e partiti, controprogetto a giorni in consultazione

È pronta l'alternativa all'Iniziativa sulla trasparenza. Ma i contenuti saranno resi noti soltanto il 7 maggio.

di Ats

Berna – Il disegno di legge destinato a squarciare il velo che avvolge attualmente il finanziamento dei partiti è pronto, ma bisognerà attendere fino al 7 maggio per conoscerne i particolari. È quanto deciso dalla Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio degli Stati (Cip-S) che ha approvato il progetto per 7 voti a 2 e un'astensione.

Il 7 di maggio il progetto verrà inviato in consultazione e solo allora se ne conoscerà il tenore, si legge in una nota odierna dei servizi parlamentari.

Il disegno di legge in questione rappresenta un controprogetto indiretto all'iniziativa popolare "Per più trasparenza nel finanziamento della politica (Iniziativa sulla trasparenza)". Depositato il 10 ottobre 2017, il testo vuole obbligare i partiti a rendere pubblici i loro bilanci e conti economici nonché la provenienza delle donazioni superiori a 10mila franchi per anno e persona. Nel caso di campagne, le persone e i comitati devono dichiarare le donazioni superiori a 10mila franchi sempre che impieghino in totale più di 100mila franchi. Inoltre, accettare donazioni anonime sarebbe vietato.

La Cip-S si era riunita già nel gennaio scorso. In quell'occasione aveva stabilito di voler contrapporre all'iniziativa un controprogetto indiretto, agendo a livello di legge, e non di Costituzione federale, non volendo appesantire la carta fondamentale con disposizioni troppo dettagliate.

Per questo motivo aveva deciso di presentare un'iniziativa parlamentare: dopo aver ottenuto il via libera – anche se solo con un voto di scarto – dall'omologa commissione del Nazionale, la Cip-S si è quindi messa al lavoro, elaborando un testo di legge.

Il suo progetto potrebbe contenere anche una disposizione volta a vietare l'accettazione di donazioni dall'estero. L'omologa commissione del Nazionale si era però opposta a questa aggiunta.

In generale, i favorevoli a un controprogetto sostengono che i cittadini desiderano una maggiore trasparenza come dimostrerebbe il successo di testi analoghi accolti in Cantoni come Svitto e Friburgo o il Ticino. I contrari, invece, non reputano necessario intervenire. A loro modo di vedere, il Parlamento non dovrebbe, per paura di un'iniziativa popolare, elaborare regole che in realtà non vuole affatto. Essi chiederanno quindi in aula di sottoporre al voto del popolo l'Iniziativa sulla trasparenza senza controprogetto indiretto.

L'iniziativa popolare sulla trasparenza è sostenuta da Verdi, Ps, Pbd, Pev, Partito pirata e dall'organizzazione Transparency International Svizzera, ma non dal Consiglio federale.

Il Gruppo di Stati contro la corruzione (Greco) del Consiglio d'Europa ha recentemente giudicato l'iniziativa positiva. Negli ultimi anni il Greco ha criticato più volte la Svizzera per la sua mancanza di trasparenza nel finanziamento dei partiti. Il popolo potrebbe pronunciarsi in proposito nel 2020 o nel 2021.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved