(© Keystone)
Svizzera
15.04.2019 - 08:130

'La Svizzera offra asilo politico ad Assange'

Lo chiede il Partito comunista ticinese con una lettera inviata direttamente al consigliere federale Ignazio Cassis

Il partito comunista ticinese scrive a Ignazio Cassis, consigliere federale e responsabile del Dipartimento degli affari esteri, per chiedere che a Julian Assange venga concesso l'asilo politico in Svizzera. “L’arresto di Assange è avvenuto dopo forti pressioni del governo statunitense sui paesi implicati nella vicenda, in barba non solo alla sovranità degli stessi, ma anche in evidente disprezzo del diritto d’asilo. Come ha avuto modo di spiegare l’ex-procuratore pubblico ticinese Dick Marty”, si legge nella missiva.

“L’eventuale estradizione di Assange negli Stati Uniti potrebbe peraltro comportare la pena capitale, in quanto sarebbe trattato quale vertenza relativa alla sicurezza nazionale”, continua la lettera firmata da Massimiliano Ay.

“Chiediamo con la presente al governo del nostro Paese, tramite i servizi del suo Dipartimento, di presentare una nota di protesta al governo di Washington e che, nel rispetto della tradizione umanitaria, democratica e neutrale della Confederazione, venga concesso asilo politico al dissidente Julian Assange ingiustamente perseguitato per aver rivelato numerose atrocità nell’ambito della politica interventista statunitense. Ciò, peraltro, rientrerebbe pure nel mero interesse nazionale della Svizzera, in quanto si otterrebbero informazioni necessarie per capire come uno dei nostri attuali partner, gli Usa appunto, risultino del tutto inaffidabili e dannosi per il protagonismo del nostro Paese nell’ambito del mondo multipolare che si sta configurando”, si conclude.

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
assange
asilo
asilo politico
svizzera
ticinese
governo
© Regiopress, All rights reserved